Che significa fattore K sul contatore Enel?

Thingslog

Questo articolo tecnico si concentra sulle prestazioni dei flussimetri. L’articolo discute i fattori coinvolti nel determinare le prestazioni complessive dei flussimetri a turbina con uscita a impulsi e come ogni fattore influenza la precisione della misurazione del flusso.

A livello domestico, i misuratori di portata sono diventati intrinseci alle nostre vite. Installati per gestire l’erogazione della birra o del caffè, i flussometri sono un componente integrale nei rubinetti dei bar e sono integrati nelle lavatrici e nelle lavastoviglie per misurare l’uso efficiente dell’acqua.

I misuratori di portata a turbina sono strumenti di misurazione inestimabili e la loro ripetibilità e linearità sono gli elementi chiave che determinano le prestazioni del misuratore di portata e la precisione complessiva. La linearità, la ripetibilità e infine l’accuratezza del misuratore di portata a turbina dipendono da diverse variabili tra cui pressione, temperatura, densità, attrito e comprimibilità del fluido. Pertanto, sia le proprietà meccaniche del misuratore di flusso che le proprietà fisiche del fluido si combinano per influenzare le prestazioni del dispositivo di misurazione del flusso.

Flusso del fattore K

Il progetto studia il potenziale di conservazione delle risorse che risulta dall’uso di contatori intelligenti per fornire dati dettagliati sul consumo di energia e acqua durante la doccia. Gli interventi sono utilizzati per testare come i dati dei contatori intelligenti possono essere impiegati per motivare i cambiamenti nel comportamento. Un’analisi del benessere prende anche in considerazione per la prima volta i fattori psicologici di costo e beneficio delle applicazioni dei contatori intelligenti.

  Quanto costa una successione dal Caf?

La crescente domanda di energia e acqua sta causando problemi ambientali globali e tensioni sociali e richiede politiche efficaci per conservare le risorse. Questo progetto studia il potenziale di conservazione delle risorse offerto dalla misurazione digitale dei consumi domestici tramite i cosiddetti smart meter (contatori elettrici intelligenti). Testando vari interventi comportamentali basati su applicazioni di contatori intelligenti per la doccia, possiamo verificare come i dati dei contatori intelligenti possono essere utilizzati per motivare cambiamenti comportamentali. Eseguiamo anche un’analisi del benessere per determinare il valore che gli utenti attribuiscono a questi interventi.

Calcolatrice del fattore K

Questo articolo potrebbe essere troppo lungo per essere letto e navigato comodamente. La dimensione leggibile della prosa è di 63 kilobyte. Si prega di considerare la possibilità di dividere il contenuto in sotto-articoli, condensarlo o aggiungere sottotitoli. Si prega di discutere questo problema sulla pagina di discussione dell’articolo. (Febbraio 2016)

Il primo sistema di rete elettrica a corrente alternata fu installato nel 1886 a Great Barrington, nel Massachusetts.[8] A quel tempo, la rete era un sistema unidirezionale centralizzato di trasmissione di energia elettrica, distribuzione di elettricità e controllo della domanda.

Nel 20° secolo, le reti locali sono cresciute nel tempo e alla fine sono state interconnesse per ragioni economiche e di affidabilità. Negli anni ’60, le reti elettriche dei paesi sviluppati erano diventate molto grandi, mature e altamente interconnesse, con migliaia di stazioni di generazione “centrali” che fornivano energia ai principali centri di carico attraverso linee elettriche ad alta capacità che venivano poi ramificate e divise per fornire energia a piccole utenze industriali e domestiche nell’intera area di fornitura. La topologia della rete degli anni ’60 era il risultato delle forti economie di scala: le grandi centrali a carbone, gas e petrolio nella scala da 1 GW (1000 MW) a 3 GW si trovano ancora ad essere efficienti dal punto di vista dei costi, grazie a caratteristiche di aumento dell’efficienza che possono essere convenienti solo quando le centrali diventano molto grandi.

  Come regolare ora su Amazfit?

Uscita a impulsi

I fattori K sono valori di calibrazione (impulsi per unità di volume) utilizzati per convertire le frequenze di uscita del sensore di flusso in portate. Questo strumento di calcolo vi aiuta a determinare il corretto K-Factor per il vostro sensore di flusso.

GF Signet pubblica i K-Factor per l’acqua solo in galloni (impulsi per gallone) e litri (impulsi per litro) per tutti i sensori di flusso, in tutte le dimensioni e materiali dei tubi applicabili, e/o in tutte le dimensioni e materiali dei raccordi di installazione applicabili. Si prega di contattare GF Piping Systems Japan per i fattori K JIS.

I fattori K per i fluidi diversi dall’acqua devono essere determinati empiricamente, in genere sul posto utilizzando uno standard secondario. Il numero di impulsi per unità volumetrica può variare a seconda del mezzo e dell’installazione. Per prestazioni ottimali, il sistema deve essere calibrato dopo l’installazione

  Come si chiama lapertura delle finestre?

NOTA: Per altre dimensioni di tubi, i fattori K statistici possono essere disponibili nello strumento online K-Factor Calculator. In alternativa, è sufficiente contattare il supporto tecnico per ulteriori informazioni. La rugosità del tubo può influenzare il fattore K, che non è considerato nel metodo di calcolo. I fattori K per le seguenti selezioni sono calcolati e sono valori approssimativi. Per ottenere i migliori risultati, eseguire una calibrazione del flusso.

Che significa fattore K sul contatore Enel?
Torna su