Che significa soggetto passivo dimposta e cosa succede?

Che significa soggetto passivo dimposta e cosa succede?

Articolo 196 della direttiva 2006/112/CE del Consiglio

“Importo delle vendite imponibili”: la somma dell’importo delle vendite relative a transazioni soggette all’imposta sui consumi (esclusa l’imposta sui consumi) e l’importo delle vendite relative a transazioni quali le esportazioni.

Per “Acquisti imponibili ammissibili al credito d’imposta” si intende il trasferimento o la locazione di beni da un’altra parte a un’azienda o la fornitura di servizi ricevuti da tale azienda all’interno del Giappone. Per esempio, gli acquisti imponibili includono non solo l’acquisto di prodotti e beni per l’inventario, ma anche l’acquisto di edifici, macchinari o materiali di consumo per scopi commerciali, spese di riparazione e costi di carburante per i veicoli di consegna. Tuttavia, gli interessi e le commissioni di sconto, i premi assicurativi e l’acquisto o la locazione di terreni sono transazioni non imponibili e quindi non classificate come Acquisti imponibili. Anche il pagamento di stipendi e salari che non è soggetto a imposte è escluso dagli Acquisti imponibili.

In linea di principio, il periodo di base per le imprese individuali è il secondo anno precedente il periodo imponibile, e il periodo di base per le società è il secondo anno commerciale precedente il periodo imponibile.

Art 19 direttiva iva

Il Regno Unito ha lasciato l’UE alla fine del 31 gennaio 2020. Lei doveva presentare le domande di rimborso per i periodi riguardanti l’anno civile 2020 secondo la direttiva del Consiglio 2008/9/CE del 12 febbraio 2008 fino al 31 marzo 2021. Le domande relative ai periodi di rimborso dal 2021 in poi devono essere presentate secondo le regole per il rimborso dell’IVA alle imprese di paesi terzi.

  Dove portare i contanti?

L’accordo sul ritiro del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord dall’Unione europea e dalla Comunità europea dell’energia atomica e il protocollo dell’Irlanda del Nord includono un regime speciale per gli scambi di beni che rimane valido oltre il 31 marzo 2021. Le imprese con sede in Irlanda del Nord devono presentare la domanda di rimborso dell’IVA sulle merci secondo la direttiva 2008/9/CE del Consiglio del 12 febbraio 2008.

Se avete presentato una fattura che non soddisfa i regolamenti di Sec. 14 Par. 4 Umsatzsteuergesetz (cioè la legge sull’IVA), e l’IVA non è quindi rimborsabile, avete la possibilità di far correggere la fattura dall’emittente della fattura e di richiedere il rimborso dell’IVA dalla fattura corretta.

Detrazione dell’imposta a monte

I soggetti passivi dell’IVA – che devono prima registrarsi presso l’Amministrazione delle imposte di registro, dei beni immobili e dell’IVA (Administration de l’enregistrement, des domaines et de la TVA – AED) – fatturano ai loro clienti un’imposta proporzionale al prezzo dei beni venduti e/o dei servizi forniti.

I soggetti passivi devono trasmettere questa imposta (imposta a valle), dopo aver dedotto l’IVA che viene loro addebitata dai propri fornitori (imposta a monte), all’Autorità delle imposte di registro, dei beni immobili e dell’IVA, che è incaricata della sua riscossione.

  Quanto costa fare un certificato di morte?

Per ogni mese civile, tutti i soggetti passivi registrati per l’IVA all’interno del paese devono, in linea di principio, produrre e depositare una dichiarazione riassuntiva che elenca le persone registrate per l’IVA in un diverso Stato membro dell’UE, a cui hanno:

Dal 1° gennaio 2020, le dichiarazioni e il prospetto riepilogativo devono essere presentati all’Autorità per le imposte di registro, i beni immobili e l’IVA mediante trasferimento elettronico di file utilizzando i sistemi eTVA ed eCDF (già obbligatorio per i periodi a partire dal 2017 per i prospetti riepilogativi, e a partire dal 2015 per le dichiarazioni IVA).

Articolo 44 della direttiva 2006/112/CE

Se il venditore di un’impresa o di una parte di un’impresa è un soggetto passivo, affinché l’operazione sia trattata come una TOGC, anche l’acquirente deve essere, o diventare immediatamente a seguito del trasferimento, un soggetto passivo.

Se il venditore non è un soggetto passivo, la cessione dei beni può ancora essere trattata come una TOGC indipendentemente dal fatto che l’acquirente sia un soggetto passivo o meno, a condizione che tutte le altre condizioni per una TOGC siano soddisfatte. I problemi possono sorgere quando il venditore è registrato ma vende una parte della sua attività che è completamente esente. Questo è discusso in VTOGC4300.

Se l’acquirente è già registrato, la condizione di “soggetto passivo” è chiaramente soddisfatta. Tuttavia, in una TOGC, l’obbligo di registrazione è determinato dalla s49 VAT Act 1994 (vedere VTOGC1100). Queste disposizioni significano che il fatturato del venditore deve essere esaminato per decidere se l’acquirente deve registrarsi. Se viene trasferita l’intera azienda, questo è di solito semplice. Ma se l’acquirente intende ridurre il livello di commercio, per esempio, aprendo in meno giorni o in meno ore, questo dovrebbe essere considerato quando si giudica se l’acquirente è un soggetto passivo.

Che significa soggetto passivo dimposta e cosa succede?
  Chi ha diritto alle detrazioni dimposta?
Torna su