Chi è in affitto deve pagare Imu?

Imu Italia

Abbiamo appena finito con la nostra casa e stiamo cercando di affittarla per le vacanze. Sappiamo che dovremo pagare le tasse e abbiamo intenzione di dichiarare qualsiasi reddito nel Regno Unito. Abbiamo sentito che le autorità italiane stanno esaminando i siti web di affitto per le vacanze per perseguire i proprietari per il pagamento delle tasse. Se stiamo pagando in UK, sarà sufficiente. O saremo colpevoli fino a prova contraria! Qualsiasi commento è molto apprezzato.

Se, come presumibilmente siete, siete un non residente che risiede nel Regno Unito e pagate le tasse anche su qualsiasi reddito derivante dalla vostra proprietà in Italia, non dovreste avere problemi, per quanto riguarda la tassazione in Italia, a parte l’I.M.U. sulla casa stessa. Per conformarsi alla legge italiana dovrete fornire i dettagli dei passaporti e dei documenti d’identità dei vostri ospiti, che in teoria devono essere scritti su appositi moduli disponibili in qualsiasi negozio di cancelleria, e consegnati al vostro comune di residenza entro 24 ore dall’arrivo degli ospiti o, nel peggiore dei casi, prima della loro partenza.

Imposta patrimoniale italia

Ai sensi dell’art. 55 del D.L. 17 marzo 2020, n. 18 (c.d. Decreto Cura Italia) le società che cedono a titolo oneroso entro il 31 dicembre 2020 crediti monetari “deteriorati” hanno la facoltà di optare per la conversione in crediti d’imposta delle imposte anticipate relative alle perdite fiscali non utilizzate e allo stock di rendimento nozionale del patrimonio netto riportato (DTA), fino al 20 per cento dell’ammontare nominale – comunque non superiore a 2 miliardi di euro di GBV – dei crediti “deteriorati” ceduti.

  Come si calcola limposta di successione sui terreni agricoli?

Tali crediti d’imposta possono essere utilizzati per compensare altri debiti fiscali e previdenziali senza l’applicazione delle limitazioni ordinarie, oppure possono essere chiesti a rimborso o trasferiti ad altre società del gruppo o a soggetti terzi.

Il suddetto incentivo fiscale è applicabile non solo ai venditori che si qualificano come banche e come altre entità finanziarie, ma anche alle società che operano in altri settori di attività, come le società immobiliari.

Al fine di convertire le DTA in crediti d’imposta ai sensi dell’articolo 55, il cedente deve esercitare l’opzione di cui all’articolo 11, comma 1, del D.L. n. 59 del 3 maggio 2016 (l'”Opzione”), che prevede il pagamento di un canone annuo determinato moltiplicando l’aliquota dell’1,5% per un importo (la “Base”), nel caso in cui tale Base sia positiva, da determinare annualmente caso per caso secondo alcune regole di dettaglio e alla luce della specifica posizione fiscale della società in termini di DTA e di imposte effettivamente pagate. L’eventuale compenso dovuto è deducibile ai fini dell’IRES e dell’IRAP nei periodi d’imposta in cui viene pagato.

Come calcolare l’IMU in Italia

Non mi soffermerò troppo sui calcoli dell’IMU, perché sono complessi e spesso variano molto. Basti dire che la base imponibile è costituita dal valore determinato moltiplicando la rendita catastale, aumentata del 5% per uno dei seguenti fattori:

  Quanti Km sono 6 mila passi?

Ho parlato con un commercialista professionista che mi ha spiegato che i controlli si fanno ogni quattro anni. Quindi non sempre il mancato pagamento viene scoperto subito. Ma quando arriva la richiesta di ritardato pagamento, saranno uniti anche gli interessi maturati.

Il mio consiglio è di affidarsi a un professionista, un commercialista (in italiano si chiama “commercialista”), che segua la vostra storia e che ogni anno si occupi di fare i calcoli necessari e ricordarvi le scadenze.

Per aiutarvi meglio ho provato alcune informazioni sull’Imu tradotte professionalmente. Ho trovato così alcune informazioni sul sito dello studio legale DeTullio, uno studio di avvocati che si occupa anche di gestione internazionale e quindi con un’ottima traduzione.

Tasi italia

La vigilia di Natale 2019 è stata approvata dal Parlamento italiano la Legge di Bilancio per l’anno 2020, una zattera di disposizioni piuttosto disparate. La legge è entrata in vigore il 01.01.2020. Purtroppo, ci sono pochissimi regali per i proprietari di immobili.

La maggior parte degli attuali sconti fiscali (Bonus fiscale) per i proprietari di immobili che migliorano le loro proprietà o installano attrezzature/utilità ad alta efficienza energetica sono stati confermati. Un nuovo sconto fiscale è stato introdotto per i proprietari di immobili che puliscono, restaurano o ridecorano la facciata dei loro edifici / condomini (Bonus facciate). Si tratta di un nuovo sconto fiscale fino al 90% delle spese di pulizia / restauro / ridecorazione della facciata degli edifici effettivamente pagate nel 2020. Può essere applicato come detrazione dall’imposta sul reddito italiana dovuta nei prossimi 10 anni in rate uguali.

  Come pagare una marca da bollo da 16 euro con F24?

Purtroppo, il recente “Sconto in fattura” è stato abrogato, per cui non è più possibile chiedere uno sconto in fattura all’appaltatore che esegue effettivamente i lavori, in cambio della cessione del relativo Bonus Fiscale / sconto fiscale.    Quindi, se non avete un reddito imponibile italiano, non potete beneficiare di queste disposizioni.

Chi è in affitto deve pagare Imu?
Torna su