Chi stabilisce i tributi locali?

Chi stabilisce i tributi locali?

Tipi di tasse

Fin dall’inizio della nostra storia, gli stati hanno mantenuto il diritto di imporre tasse. Il governo federale ha sempre riconosciuto questo diritto. Quando fu adottata la nostra Costituzione, al governo federale fu concessa l’autorità di imporre tasse. Gli stati, tuttavia, hanno mantenuto il diritto di imporre qualsiasi tipo di tassa tranne quelle tasse che sono chiaramente vietate dalla Costituzione degli Stati Uniti e dalla loro costituzione statale.

Oggi, gli stati acquisiscono le entrate necessarie per mantenere i loro governi attraverso la riscossione di tasse, imposte e licenze. Anche il governo federale concede denaro ai 50 stati. Con le entrate che gli stati ricevono dal governo federale, dalle tasse, dalle licenze e dalle tariffe, essi forniscono servizi pubblici ai loro cittadini. Esempi di questi servizi pubblici sono le scuole pubbliche, la protezione della polizia, le prestazioni sanitarie e sociali e il funzionamento del governo statale.

Tra i tipi comuni di tasse che molti stati impongono ci sono l’imposta sul reddito personale, l’imposta sul reddito delle società, l’imposta sulle vendite e l’imposta sulla proprietà immobiliare. Nel corso degli anni ’30 e ’40, l’imposta sul reddito personale e l’imposta sulle vendite sono state introdotte in molti stati perché erano necessarie entrate aggiuntive per finanziare i servizi pubblici.

Imposta locale deutsch

A. Le giurisdizioni in tutti i 50 stati e il distretto di Columbia impongono tasse sulla proprietà. La maggior parte delle entrate dell’imposta sulla proprietà proviene da prelievi locali (contea, comune, borgata, distretto scolastico e distretto speciale) su terreni e miglioramenti ad essi, ma alcuni stati tassano anche la proprietà personale (come macchinari, attrezzature e veicoli a motore).

  Chi non deve fare la dichiarazione dei redditi?

Mentre le tasse sulla proprietà sono una fonte significativa di entrate del governo locale, sono una fonte di entrate molto piccola per la maggior parte degli stati (tabella 1). I governi statali hanno riscosso tasse sulla proprietà in 36 stati nel 2017, raccogliendo 16 miliardi di dollari di entrate, o l’1% delle loro entrate generali di origine propria. (Nel frattempo, i governi locali hanno raccolto 509 miliardi di dollari dalle tasse sulla proprietà nel 2017, o quasi la metà delle loro entrate generali di origine propria.

Le tasse sulla proprietà sono la più grande fonte di entrate proprie per contee, città, comuni, distretti scolastici e distretti speciali, che sono unità a scopo specifico, come le autorità idriche e fognarie. I distretti scolastici fanno molto affidamento sulle tasse di proprietà, raccogliendo 212 miliardi di dollari nel 2017, che era l’83% delle loro entrate generali di fonte propria. Poiché i distretti scolastici ricevono notevoli trasferimenti intergovernativi, le entrate da fonti proprie costituiscono meno della metà (circa il 45%) delle loro entrate generali totali.

Imposte sul reddito

La maggior parte dei singoli stati americani raccolgono un’imposta statale sul reddito oltre all’imposta federale sul reddito. Le due sono entità separate. Anche alcuni governi locali impongono un’imposta sul reddito, spesso basata sui calcoli dell’imposta sul reddito statale. Quarantadue stati e molte località negli Stati Uniti impongono un’imposta sul reddito agli individui. Otto stati non impongono alcuna imposta statale sul reddito, e un nono, il New Hampshire, impone un’imposta sul reddito individuale su dividendi e interessi ma non su altre forme di reddito. Quarantasette stati e molte località impongono una tassa sul reddito delle società.[1]

  Come sono tassate le società di persone?

L’imposta statale sul reddito è imposta ad un tasso fisso o graduato sul reddito imponibile degli individui, delle società, e di alcune proprietà e trust. I tassi variano a seconda dello stato. Il reddito imponibile è strettamente conforme al reddito imponibile federale nella maggior parte degli stati, con limitate modifiche.[2] Agli stati è proibito tassare il reddito da obbligazioni federali o altri obblighi. La maggior parte non tassa le prestazioni di sicurezza sociale o il reddito da interessi da obbligazioni di quello stato. Diversi stati richiedono diverse vite utili e metodi da utilizzare da parte delle imprese nel calcolo della deduzione per il deprezzamento. Molti stati permettono una deduzione standard o qualche forma di deduzioni dettagliate. Gli stati permettono una varietà di crediti d’imposta nel calcolo dell’imposta.

Tassa locale usa

Una tassa locale è una valutazione da parte di uno stato, una contea o un comune per finanziare servizi pubblici che vanno dall’istruzione alla raccolta dei rifiuti e alla manutenzione delle fogne. Le tasse locali sono disponibili in molte forme, dalle tasse sulla proprietà e sui salari alle tasse sulle vendite e sulle licenze. Possono variare ampiamente da una giurisdizione all’altra.

Le tasse locali finanziano i servizi governativi, compresi i servizi di polizia e antincendio, l’istruzione e i servizi sanitari, le biblioteche, la manutenzione delle strade e altri programmi e progetti di cui beneficia la comunità in generale. Molti di questi servizi ricevono anche fondi federali sotto forma di sovvenzioni.

  Come si fa a cedere lusufrutto?

A differenza delle tasse federali, i benefici derivanti dalle tasse locali sono generalmente evidenti a livello della comunità. I comuni affrontano un costante atto di bilanciamento per quanto riguarda l’imposizione di tasse locali, poiché tasse alte incontrano resistenza mentre tasse basse portano a tagli nei servizi essenziali.

Gli Stati e le città che impongono un’imposta locale sul reddito trattengono la tassa dai salari dei dipendenti. Le tasse locali sui salari sono relativamente rare. Un totale di 16 stati le permettono. Inoltre, l’Ohio e la Pennsylvania impongono prelievi locali noti come tasse di distretto scolastico per aiutare a finanziare i costi dell’istruzione.

Chi stabilisce i tributi locali?
Torna su