Come funziona lacconto e il saldo Irpef?

Agenzia delle entrate italiana

Dichiarazioni fiscali in ItaliaImposta sul reddito delle persone fisiche e delle società La dichiarazione dei redditi delle persone fisiche e delle società in ItaliaGli obblighi fiscali e contabili più importanti nel 2020 sono: Irpef, Irap e Ires, IVA.

Irpef, è l’acronimo di Personal Income Tax, è la tassazione applicata al reddito prodotto personalmente, da un individuo; il fisco italiano prevede sei diverse tipologie di reddito in relazione al tipo di contribuente:

1) reddito di lavoro autonomo: è prodotto mediante attività lavorative diverse da quelle d’impresa o di lavoro dipendente, tra cui: prestazioni occasionali e collaborazioni coordinate e continuative se svolte abitualmente e professionalmente;

3) reddito d’impresa: è derivante dall’attività di imprese commerciali, quindi produzione di beni e servizi, trasporti, allevamento e agricoltura, banche, assicurazioni e così via; rientrano in questa categoria anche le imprese individuali;

– soggetti passivi impropri: sono i soci di società di capitali che aderiscono alla cosiddetta “tassazione per trasparenza”, è la società che fa la dichiarazione dei redditi, ma sono i soci a pagare l’imposta in proporzione alla quota di partecipazione.

Tassazione della plusvalenza italia

Il vantaggio principale di questa dichiarazione è che il contribuente non è obbligato a predisporre alcun calcolo; il saldo risultante dalla dichiarazione dei redditi viene direttamente trattenuto o rimborsato al lavoratore nella busta paga italiana. Le coppie sposate possono presentare il Modello 730 congiuntamente.

  Chi mette il bollo sulla cambiale?

Nel caso in cui il Mod. 730 non sia applicabile, il contribuente deve presentare la dichiarazione dei redditi italiana chiamata Dichiarazione dei Redditi. Questa dichiarazione dei redditi deve essere presentata alle autorità fiscali italiane entro il 30 novembre tramite archiviazione elettronica. Le coppie sposate non possono presentare la Dichiarazione dei Redditi congiuntamente.

Il datore di lavoro è obbligato a rilasciare entro il 31 marzo dell’anno successivo una certificazione annuale di lavoro, il cosiddetto Modello CU, che attesti gli importi del reddito imponibile del dipendente e le ritenute operate durante l’anno fiscale.

Nel caso in cui le persone fisiche straniere non abbiano un rapporto di lavoro con una società italiana, sono obbligate a dichiarare il reddito nella dichiarazione dei redditi italiana (attraverso il cosiddetto “metodo dell’autocertificazione”).

Regime fiscale italiano in entrata

Come sappiamo, più che in molti altri Paesi, la tassazione in Italia è una materia dura e macchinosa, che pervade totalmente sia la vita personale del contribuente che quella aziendale. Pertanto è necessario, se non obbligatorio, disporre di figure professionali preparate in grado di assistere il cliente ed espletare puntualmente tutti gli adempimenti fiscali a cui quest’ultimo è tenuto; l’Area TAX di Lexperto & Partners si propone di aiutare le aziende clienti ad onorare le tappe del calendario fiscale, costantemente al lavoro e pieno di nuovi appuntamenti con l’Agenzia delle Entrate; tutte le scadenze saranno segnalate al cliente con largo anticipo in modo da aiutarlo ad allocare il budget da lui riservato alla fiscalità.

  Come compilare F24 per marca da bollo?

Questo principio vale per tutti gli adempimenti di gestione ordinaria che devono essere svolti, soprattutto per quelli che riguardano il momento dichiarativo finale di lavoratori autonomi o aziende che consiste nella compilazione della Dichiarazione Annuale; dando un accurato inquadramento contabile, la situazione economica e finanziaria finale alla chiusura del periodo di imposta sarà sottoposta ad un attento esame da parte del nostro team di professionisti. Grazie alle moderne procedure informatiche della nostra struttura e ai software dell’Agenzia delle Entrate, vengono effettuati controlli formali e di merito per verificare eventuali criticità sull’allocazione delle voci contabili nei campi dichiarativi o sull’indeducibilità dei costi.

Tasso di sicurezza sociale portoghese

La regola generale è che una persona che è residente in Italia è imponibile sul reddito mondiale a meno che non sia esente in base alle disposizioni di un trattato di doppia imposizione. Una persona non residente è imponibile solo sul reddito derivato direttamente o indirettamente da fonti in Italia.

Le aliquote fiscali del 2021 per i residenti e i non residenti vanno dal 23% al 43% più un’imposta regionale aggiuntiva tra lo 0,8% e il 3,33% Inoltre, potrebbe essere dovuta un’ulteriore imposta comunale; le aliquote variano dallo 0 allo 0,9% a seconda del comune.

  Quali sono le imposte proporzionali?

In Italia è possibile presentare due tipi di dichiarazione dei redditi (modello 730 e modello Redditi): il primo può essere utilizzato dai lavoratori dipendenti che si qualificano come residenti fiscali italiani per 2 anni consecutivi. Generalmente viene utilizzato dai soggetti che hanno solo redditi di lavoro dipendente e crediti e/o detrazioni da far valere. Il modello 730 può essere presentato anche dai residenti fiscali italiani che non hanno un contratto di lavoro al momento della presentazione. Il termine di presentazione è il 30 settembre successivo alla fine dell’anno fiscale.

Come funziona lacconto e il saldo Irpef?
Torna su