Come inserire nipote in successione?

I nipoti ereditano la parte dei genitori se il genitore è deceduto?

Un mito comune in Florida: per ereditare da un genitore, un figlio deve sopravvivere al genitore. In Florida, questo non è vero. Un figlio pre-deceduto eredita quando il genitore muore, ma lo fa attraverso i propri figli (in altre parole, attraverso i nipoti della persona che è appena morta).

Diciamo che John, 35 anni, muore prima di sua madre Ruth, e John lascia tre figli. Questi tre figli “stanno nei panni” di John quando Ruth muore, se Ruth muore senza un testamento o se il testamento di Ruth tace sulla situazione. Solo se il Testamento di Ruth dichiara specificamente che il suo patrimonio va a “quelli dei miei figli che mi sopravvivono” (o parole simili) i tre figli di John ci rimettono e non ereditano nulla.

Posso lasciare il mio patrimonio ai miei nipoti

La stragrande maggioranza dei testatori lascia beni e proprietà ai loro coniugi. Alla morte del coniuge superstite, un testamento tipicamente prevede che i figli ereditino il patrimonio. La logica prevalente è che i nipoti saranno accuditi dai loro genitori. Dopo tutto, la maggior parte di noi non è sicura di cosa consisterà effettivamente il nostro patrimonio al momento della nostra morte. C’è quindi una certa riluttanza a elencare un gran numero di beneficiari che riceveranno ciascuno quote proporzionalmente più piccole dei nostri beni e proprietà rimanenti.

  Come calcolare lusufrutto?

In alternativa, si possono istituire piani educativi per i nipoti come un §529. Questo allevierà i ritardi della successione generati dal nominare un minore nel proprio testamento. Un ulteriore vantaggio del piano §529 è che i beni conferiti al piano vengono rimossi dal patrimonio tassabile del nonno. Questo è un vantaggio prezioso per coloro che hanno patrimoni superiori a 1 milione di dollari, che è l’attuale soglia dello Stato di New York.

Un’altra preoccupazione che può sorgere è il desiderio di trattare i nipoti, o i figli, in modo diverso. Per esempio, potrei essere particolarmente vicino a un certo nipote o potrei avere una figlia che ha maggiori necessità finanziarie delle altre.

Eredità media dai nonni

La stragrande maggioranza dei testatori lascia beni e proprietà ai loro coniugi. Alla morte del coniuge superstite, un testamento tipicamente prevede che i figli ereditino il patrimonio. La logica prevalente è che i nipoti saranno curati dai loro genitori. Dopo tutto, la maggior parte di noi non è sicura di cosa consisterà effettivamente il nostro patrimonio al momento della nostra morte. C’è quindi una certa riluttanza a elencare un gran numero di beneficiari che riceveranno ciascuno quote proporzionalmente più piccole dei nostri beni e proprietà rimanenti.

In alternativa, si possono istituire piani educativi per i nipoti come un §529. Questo allevierà i ritardi della successione generati dal nominare un minore nel proprio testamento. Un ulteriore vantaggio del piano §529 è che i beni conferiti al piano vengono rimossi dal patrimonio tassabile del nonno. Questo è un vantaggio prezioso per coloro che hanno patrimoni superiori a 1 milione di dollari, che è l’attuale soglia dello Stato di New York.

  Cosa sono le imposte dovute?

Un’altra preoccupazione che può sorgere è il desiderio di trattare i nipoti, o i figli, in modo diverso. Per esempio, potrei essere particolarmente vicino a un certo nipote o potrei avere una figlia che ha maggiori necessità finanziarie delle altre.

Quanto ereditano i nipoti

Un nipote potrebbe anche ereditare beni destinati ad un genitore in base ad un’ultima volontà e testamento. Un avvocato di pianificazione patrimoniale che redige un testamento per un cliente considera sempre chi erediterebbe se un beneficiario muore prima della persona che fa il testamento, chiamata il testatore. In molti casi un genitore vuole che i suoi figli ereditino e se un figlio muore, i beni passino ai nipoti. Questo può essere scritto in un testamento in diversi modi. I beni possono essere lasciati per stirpes, con la parte che sarebbe stata data all’erede distribuita tra i figli dell’erede in parti uguali. I beni potrebbero essere lasciati per capita, che letteralmente significa “per teste”, che non passano alla generazione successiva se un beneficiario è predeceduto, ma sono invece distribuiti equamente tra i beneficiari viventi. Il testamento potrebbe anche specificare chi eredita se un beneficiario muore prima del testatore. Infine, se il testamento non dice chi eredita se un particolare beneficiario non è più in vita, il bene passerebbe al “contingente remoto”. Un contingente remoto è una clausola generale che specifica chi eredita se un lascito fallisce a causa della premorienza del beneficiario al testatore. Il contingente remoto può essere costituito da più persone o enti di beneficenza. La clausola predefinita di contingente remoto cita lo statuto dell’intestato, lasciando che sia lo statuto a determinare le quote. Come discusso sopra, lo statuto intestato usa la distribuzione per stirpes.

Come inserire nipote in successione?
  Su quale importo si calcola l Irap?
Torna su