Come si chiamano i pezzi delle finestre?

Parti dell’anta di una finestra

Le finestre sono una delle necessità di base di una casa. Illuminano le nostre stanze, ci danno aria fresca, tengono fuori la pioggia e, se abbinate allo stile dell’architettura, migliorano notevolmente l’aspetto di una casa, dentro e fuori.

Ma se le vostre finestre hanno fatto entrare un po’ troppa aria lo scorso inverno, lasciandovi al freddo e bloccandovi con alte bollette, considerate questo: Nuove unità isolanti ad alte prestazioni possono ridurre i costi energetici di quasi il 25%. Quindi, con l’arrivo della primavera e un nuovo ciclo di crediti d’imposta federali per l’installazione di finestre più efficienti, è un ottimo momento per dire sayonara a quelle vecchie unità di spifferi.

Se non siete sicuri di quale tipo di finestre prendere, lasciateci offrire un suggerimento: il legno. È un materiale leggero, forte e attraente. È un buon isolante, ha un prezzo moderato e può essere lavorato in una serie illimitata di forme e profili. Inoltre, con un po’ di cura regolare, durerà indefinitamente. Il grande problema è trovare il tipo e lo stile giusto per la vostra casa tra la miriade di scelte e produttori. È abbastanza per farvi venire il mal di testa.

Parti dell’interno di una finestra

Si crede che la parola “anta” derivi dalla parola francese “chassis”, che significa “telaio”. Per aggiungere confusione, diverse parti dell’ex impero britannico (USA, Irlanda, Canada), usavano vari nomi per quello che noi chiamiamo solitamente qui in Irlanda “sash windows”.

  Come funziona il credito dimposta al 50?

Tutti i nomi di cui sopra descrivono lo stesso design di base della finestra, che ha raggiunto il suo massimo sviluppo tecnico nei primi anni del XVIII secolo. Questo design di finestra rimase lo standard industriale, fino a quando le finestre in acciaio divennero più popolari negli anni ’30.

Il numero di lastre di vetro in ogni anta era regolato dalla tecnologia del tempo. All’inizio del periodo georgiano (inizio del 1700) i vetri non potevano essere fatti molto più grandi di circa 10″ x 16″ quindi, le grandi finestre “a battente” dovevano avere tipicamente sei vetri in ogni battente. Una disposizione di nove vetri su sei o nove non era insolita in finestre molto grandi. Con il miglioramento della tecnologia di produzione del vetro, si potevano produrre vetri sempre più grandi, così che, in epoca vittoriana, si potevano avere anche solo due vetri per anta, e questo era considerato molto elegante. In epoca edoardiana, dopo l’inizio del ventesimo secolo, divenne possibile avere solo un vetro su un’anta; ciò era considerato ancora più elegante, poiché questo vetro era molto costoso. Molto spesso le finestre anteriori sarebbero state un vetro su uno, mentre il retro della casa aveva finestre con 2 vetri su 2, per ridurre il costo.

Parti esterne del telaio di una finestra

Prima di iniziare l’acquisto di finestre sostitutive o di far riparare le vostre finestre, rispolverare i nomi delle parti delle finestre e l’anatomia delle finestre può aiutarvi a evitare confusione e rendervi più consapevoli di cosa cercare in una finestra.

A Window World, la nostra missione è quella di rendere l’acquisto di finestre sostitutive più facile che mai. Dall’efficienza energetica alla privacy e alla protezione, controllate la nostra guida sulle parti di una finestra. Ogni pezzo di una finestra ha uno scopo specifico e contribuisce all’efficienza complessiva della finestra.

  Chi vende un appartamento che tasse deve pagare?

I distanziatori sono collocati tra le lastre di vetro delle finestre a doppio e triplo strato per aiutare a isolare le finestre. Le finestre Window World utilizzano il sistema Intercept™ warm-edge spacer per fornire un isolamento superiore e prolungare la vita delle vostre finestre.

Oltre alle parti delle finestre, il gergo dell’efficienza energetica può intimidire l’utente medio. Qui c’è tutto quello che dovete sapere per scegliere con fiducia l’acquisto della finestra più efficiente dal punto di vista energetico!

Il vetro a bassa emissività (low-E) è un’opzione di vetro ad alta efficienza energetica. Progettato per filtrare la quantità di luce UV che entra nella tua casa, aiuta a regolare la quantità di calore che entra nella tua casa. Questo aiuta a mantenere la temperatura della tua casa più costante.

Nomi di parti di finestre scorrevoli

Ci sono molti tipi diversi di finestre là fuori – a doppio battente, a lunetta e palladiana, solo per citarne alcuni – ma la maggior parte dei design si basa su alcuni stili comuni. Padroneggiate questi tipi di fenestrazione e farete credere alla gente che siete un esperto di finestre in poco tempo.

Uno dei tipi più comuni nell’architettura residenziale è la finestra a battente. Ci sono due parti principali della finestra, e ogni parte è chiamata anta. Le ante scorrono su e giù lungo una guida per aprire o chiudere la finestra. Le origini della finestra sono controverse, ma la prima popolarità è stata diffusa nel 18° secolo in Inghilterra.

  Come calcolare il 1712?

Le finestre a due ante sono le più comuni. Una finestra a due ante o a due battenti è composta da due ante. Queste ante possono avere singole lastre di vetro o molte lastre di vetro separate, divise da alette. Questi divisori sono tipicamente fatti di legno nelle vecchie case, ma possono teoricamente essere fatti di quasi qualsiasi materiale.

Il numero di lastre di vetro in ogni anta può ulteriormente organizzare la finestra in un tipo specifico. Un termine come “finestra sei su sei” significa che ci sono sei vetri sul battente superiore e sei vetri sul battente inferiore. Il numero di lastre di vetro in ogni anta può modificare la tassonomia: “otto su otto”, “dodici su dodici” e così via.

Come si chiamano i pezzi delle finestre?
Torna su