Cosa bisogna fare quando linquilino non lascia la casa alla scadenza del contratto?

Inquilino che non se ne va alla data concordata

Se non c’è una disposizione nel contratto di locazione che stabilisce quanto preavviso deve essere dato per terminare la locazione, la legge prevede che la notifica scritta deve essere ricevuta dall’altra parte almeno un periodo di locazione completo prima dell’ultimo giorno della locazione. Questo significa il giorno prima dell’ultimo pagamento dell’affitto.(132)

Per esempio, se un inquilino che paga l’affitto il primo giorno di ogni mese (in una locazione periodica mese per mese) vuole andarsene alla fine di giugno, l’inquilino deve informare per iscritto il padrone di casa il 31 maggio o prima. Questo perché il 31 maggio è un giorno prima dell’inizio del periodo di affitto di giugno. Non importa quando durante il mese di giugno l’inquilino se ne vada effettivamente, l’inquilino è responsabile per l’intero mese di affitto. Se l’inquilino o il padrone di casa non rispetta la scadenza dell’avviso – anche di un giorno – l’avviso è nullo (senza valore) e la locazione continua come se non fosse stato dato alcun avviso.

La data effettiva dell’avviso è la data in cui viene ricevuto. Se l’avviso viene spedito il 31 maggio, non sarà ricevuto dall’altra parte almeno fino al 1° giugno e sarà inefficace per porre fine alla locazione entro il 30 giugno. La disposizione di preavviso corretto si applica anche al padrone di casa. Se il padrone di casa vuole terminare la locazione, deve dare all’inquilino un preavviso scritto il giorno prima dell’inizio dell’ultimo periodo di locazione. Se il padrone di casa non rispetta la scadenza, l’avviso è difettoso e la locazione viene automaticamente prolungata di un altro mese. Il padrone di casa deve dare all’inquilino un secondo avviso corretto e scritto per lasciare la proprietà in affitto almeno un giorno prima dell’inizio dell’ultimo periodo di affitto.(133)

  Come mai non suona la sveglia delliPhone?

Cosa succede se un inquilino si rifiuta di andarsene dopo la scadenza del contratto d’affitto

Ti guideremo attraverso le leggi sugli affitti in Germania, ti spiegheremo i tuoi diritti di inquilino in Germania e ti guideremo attraverso l’affitto, i contratti d’affitto e la risoluzione del contratto d’affitto in Germania. Quindi, preparati a trasformarti nel miglior esperto in diritti d’affitto in Germania!

Come suggerisce il nome, Kaltmiete (affitto freddo) è l’affitto dell’appartamento nudo, cioè senza riscaldamento, elettricità o internet. Quindi, se si affitta un appartamento con Kaltmiete, questo deve essere dichiarato nel contratto d’affitto.

Splendido, hai già superato il primo ostacolo: hai trovato la tua casa in Germania! Ma prima di firmare il contratto d’affitto, esaminiamolo passo per passo in modo che tutto sia chiaro come il cristallo per te.

Il contratto d’affitto tra te e il padrone di casa stabilisce tutti i dettagli in forma scritta – e con esso tutti i diritti e gli obblighi di entrambe le parti. Quindi, prima di firmare, assicurati che i tuoi diritti e doveri ti siano chiari e che non manchi nulla.

In effetti, se vuoi disdire un contratto di affitto in Germania, ci sono solo una o due cose che devi tenere a mente. Spiacente, ma non puoi traslocare da un giorno all’altro, quindi devi dare un preavviso di tre mesi.

L’inquilino non se ne va dopo 60 giorni di preavviso

Nella maggior parte dei casi, si dà al padrone di casa/agente un avviso di disdetta scritto e si libera (“dare il possesso libero”) – traslocare e restituire le chiavi – secondo l’avviso. Potete lasciare l’appartamento prima della data indicata nella disdetta, ma continuate a pagare l’affitto fino alla fine del periodo di preavviso.

  Chi riscuoteva i tributi?

In alcuni casi, puoi fare domanda al NSW Civil and Administrative Tribunal (NCAT) per un ordine di risoluzione. Se il tribunale emette l’ordine, esso porrà fine al tuo contratto d’affitto e specificherà il giorno entro il quale dovrai lasciare l’appartamento.

Devi inviare o consegnare correttamente l’avviso al padrone di casa/agente: di persona, per posta, via e-mail (a un indirizzo e-mail specificato dall’agente per documenti di quel tipo), o a mano in una busta indirizzata a una cassetta postale presso il loro indirizzo di casa o di lavoro.

Dare un preavviso minimo di 14 giorni per la rescissione. La data di disdetta nell’avviso può essere l’ultimo giorno del termine fisso o fino a 14 giorni dopo. Devi dare questa disdetta prima che il tuo contratto a tempo determinato finisca. Lascia l’appartamento entro la data della disdetta.

Chiedi al Tribunale un ordine che il padrone di casa/agente corregga la violazione (ad esempio che faccia le riparazioni che hai richiesto) o che smetta di violare il contratto (ad esempio che smetta di interferire con la tua privacy).

Ho comprato una casa e l’inquilino non vuole andarsene

Se si tratta di una locazione congiunta, ogni inquilino sarà responsabile delle azioni degli altri. Quindi fate attenzione a chi firmate con questi contratti – se una persona non paga la sua parte dell’affitto, gli altri saranno responsabili di coprire l’ammanco.

Le clausole di responsabilità congiunta nelle locazioni condivise significano che sei responsabile per le azioni dei tuoi co-inquilini in certe aree, come indicato nel contratto. Quindi leggilo attentamente per controllare esattamente per quali aree sei corresponsabile.

Le locazioni a tempo determinato durano per un certo periodo di tempo, e i padroni di casa devono dare il preavviso in un certo modo per gli inquilini a tempo determinato. Se l’inquilino si rifiuta di andarsene alla fine del periodo di preavviso, le regole dipendono dal fatto che il termine fisso sia terminato o meno.

  Quali sono le imposte regressive?

Durante il termine fisso, i padroni di casa possono sfrattare gli inquilini solo per certi motivi, come il mancato pagamento dell’affitto o un comportamento antisociale, oppure c’è una “clausola di rottura” nel contratto, che permette al padrone di casa di riprendere la proprietà prima della fine del termine fisso.

Gli inquilini con un contratto a tempo determinato (ad esempio per 12 mesi) non devono necessariamente andarsene quando quel periodo finisce. Se non viene firmato un nuovo accordo, la locazione diventa automaticamente una locazione periodica, il che significa che continua su base rotativa per quanto tempo i pagamenti dell’affitto coprono (ad esempio mensilmente), mentre i padroni di casa possono sfrattare solo con un preavviso e poi ottenere un ordine di possesso.

Cosa bisogna fare quando linquilino non lascia la casa alla scadenza del contratto?
Torna su