Cosa si intende per imposte differite?

Imposta differita cfi

La passività fiscale differita (DTL) o l’attività fiscale differita (DTA) costituisce una parte importante del bilancio. Questo aggiustamento fatto alla fine dell’anno alla chiusura dei libri contabili influisce sulle uscite fiscali del business per quell’anno e per gli anni a venire.

L’effetto fiscale dovuto alle differenze temporali è definito come imposta differita, che letteralmente si riferisce alle imposte rinviate. Le imposte differite sono rilevate su tutte le differenze temporali – temporanee e permanenti.

Per quanto riguarda le differenze temporali relative agli ammortamenti non assorbiti o alle perdite riportate, la DTA viene rilevata solo se esiste una certezza virtuale del futuro. Ciò significa che la DTA può essere realizzata solo quando la società stima in modo affidabile un sufficiente reddito imponibile futuro. Questa prova per la certezza virtuale deve essere fatta ogni anno alla data del bilancio e se la condizione non è soddisfatta, tale DTA/DTL dovrebbe essere cancellata.

Una proiezione dei profitti futuri preparata da un’entità basata sulla ristrutturazione futura, sulla stima delle vendite, sull’esperienza passata della spesa di capitale futura ecc. che sono presentate alle banche per il prestito è prova concreta per la certezza virtuale. Ma la certezza virtuale non può essere convincente se si basa solo su qualche ordine di esportazione vincolante che ha il rischio di essere cancellato in qualsiasi momento. La certezza virtuale deve essere basata su proiezioni che sono più probabili in futuro.

  Quando non si paga la tassa di successione?

Imposte differite

Gli assicuratori devono tenere conto delle imposte differite quando preparano il loro bilancio Solvency II. Di norma, le imposte differite hanno un impatto rilevante sull’ammontare dei fondi propri e sul requisito di capitale di solvibilità, e quindi anche sul coefficiente di solvibilità. Le imposte differite sorgono a causa delle differenze temporanee tra il bilancio Solvency II e la base imponibile. Questo perché la misurazione secondo Solvency II differisce dalla misurazione secondo il diritto fiscale.

sono imposte previste da pagare o da recuperare in periodi futuri, ovvero imposte che non si sono ancora materializzate. Esse sorgono se esistono differenze temporanee tra i valori contabili di un’attività o di una passività nello stato patrimoniale di Solvency II e la corrispondente base imponibile. Si prevede che le differenze temporanee si annullino negli esercizi futuri e quindi aumentino o diminuiscano il reddito imponibile. Per contro, non vengono rilevate imposte differite in relazione alle differenze permanenti. Esistono attività e passività fiscali differite:

Le imposte differite influenzano la determinazione della differenza tra attività e passività – e quindi dei fondi propri secondo Solvency II. Se le attività fiscali differite superano le passività fiscali differite, c’è un aumento dei fondi propri e quindi della solvibilità della società. Le imposte differite giocano anche un ruolo nel calcolo del requisito di capitale di solvibilità (SCR).

Esempio di passività fiscali differite

Questa voce dell’attivo può essere trovata quando un’azienda paga in eccesso le sue tasse. Questo denaro sarà alla fine restituito all’azienda sotto forma di sgravi fiscali. Pertanto, il pagamento in eccesso diventa un’attività per l’azienda.

  Dove va messo il frontespizio?

Un’attività fiscale differita potrebbe essere paragonata all’affitto pagato in anticipo o a un premio assicurativo rimborsabile. Anche se l’azienda non ha più il contante in mano, ha il suo valore comparabile, e questo deve essere riflesso nei suoi rendiconti finanziari.

Un esempio diretto di un’attività fiscale differita è il riporto delle perdite. Se un’azienda subisce una perdita in un anno finanziario, di solito ha il diritto di usare quella perdita per abbassare il suo reddito imponibile negli anni successivi. In questo senso, la perdita è un’attività.

Un altro scenario si presenta quando c’è una differenza tra le regole contabili e quelle fiscali. Per esempio, le imposte differite esistono quando le spese sono riconosciute nel conto economico di una società prima che siano richieste dalle autorità fiscali o quando le entrate sono soggette a imposte prima che siano imponibili nel conto economico.

Responsabilità fiscale differita deutsch

Questa voce dell’attivo si trova quando un’azienda paga in eccesso le tasse. Questo denaro sarà alla fine restituito all’azienda sotto forma di sgravi fiscali. Pertanto, il pagamento in eccesso diventa un’attività per l’azienda.

Un’attività fiscale differita potrebbe essere paragonata all’affitto pagato in anticipo o a un premio assicurativo rimborsabile. Anche se l’azienda non ha più il contante in mano, ha il suo valore comparabile, e questo deve essere riflesso nei suoi rendiconti finanziari.

Un esempio diretto di un’attività fiscale differita è il riporto delle perdite. Se un’azienda subisce una perdita in un anno finanziario, di solito ha il diritto di usare quella perdita per abbassare il suo reddito imponibile negli anni successivi. In questo senso, la perdita è un’attività.

  Quanto costa smaltire 50 mq di eternit?

Un altro scenario si presenta quando c’è una differenza tra le regole contabili e quelle fiscali. Per esempio, le imposte differite esistono quando le spese sono riconosciute nel conto economico di una società prima che siano richieste dalle autorità fiscali o quando le entrate sono soggette a imposte prima che siano imponibili nel conto economico.

Cosa si intende per imposte differite?
Torna su