Cosa sono i costi ambientali?

Contabilità ambientale a costi pieni

I programmi di ricerca e tecnologia sponsorizzati dal governo possono fornire una solida base per definire obiettivi ambientali realistici e per lo sviluppo di politiche e regolamenti ambientali per raggiungere tali obiettivi. Per assicurare che gli obiettivi e le politiche per l’aviazione siano appropriati, si dovrebbe considerare l’intera portata dei costi ambientali, i benefici economici della riduzione del rumore e delle emissioni e il potenziale degli incentivi finanziari per ridurre gli impatti ambientali.

I produttori di aerei e motori rispondono ai mercati degli operatori aerei e dei trasporti che servono. Negli ultimi 20 anni, questi mercati sono diventati meno regolamentati in termini di attività commerciali e più competitivi in tutto il mondo. Più che mai, i produttori sono chiamati a produrre aerei che costino meno e siano più affidabili dei loro predecessori. Allo stesso tempo, l’intervento del governo è importante per incoraggiare i produttori, gli operatori e i consumatori1 a ridurre le conseguenze ambientali delle operazioni degli aerei. Infatti, nei mercati competitivi, un’azione aggressiva per affrontare unilateralmente i costosi problemi ambientali può mettere un operatore in svantaggio rispetto ai suoi concorrenti. Questa situazione non è unica per l’aviazione.

Contabilità della gestione ambientale

I costi ambientali sono economicamente molto rilevanti, come ha dimostrato l’economista Sir Nicholas Stern nel suo Review on the Economics of Climate Change del 2006 (Stern 2006). Il rapporto Stern, come è diventato noto, stima che i costi causati dal cambiamento climatico ammonteranno al 20% del prodotto interno lordo annuale globale. L’uso e la trasformazione delle risorse energetiche per la generazione di elettricità e calore e il trasporto su strada inquinano l’ambiente attraverso l’emissione di gas serra e inquinanti atmosferici, ad esempio particolato e ossidi di azoto. Questi causano un aumento della morbilità, danni agli edifici e ai monumenti (inquinamento di facciata) e sono un peso per gli ecosistemi (cfr. “Esposizione della popolazione all’inquinamento da particolato” e “Eccesso di azoto agricolo”). Questo comporta anche dei costi economici, come le spese per la riparazione dei danni causati dalle tempeste. Questi costi devono essere sostenuti dalle persone colpite o dalla popolazione in generale, mentre gli inquinatori delle emissioni di solito non vengono addebitati – o non lo sono completamente -. La produzione di energia e il trasporto su strada causano danni ambientali attraverso i gas serra e gli inquinanti atmosferici, ma violano ulteriormente l’ambiente anche attraverso il consumo del suolo, l’inquinamento acustico e l’inquinamento delle acque. Questi non sono inclusi nell’indicatore.     Valutare lo sviluppo

  Come viene calcolata limposta alla fonte?

Costi dei danni ambientali

La contabilità ambientale a costi pieni (EFCA) è un metodo di contabilità dei costi che traccia i costi diretti e alloca i costi indiretti[1] raccogliendo e presentando informazioni sui possibili costi e benefici o vantaggi ambientali, sociali ed economici – in breve, sulla “tripla linea di fondo” – per ogni alternativa proposta. È anche conosciuta come contabilità a costi reali (TCA), ma, poiché le definizioni di “vero” e “completo” sono intrinsecamente soggettive, gli esperti considerano entrambi i termini problematici.[n 1]

Poiché i costi e i vantaggi sono di solito considerati in termini di impatto ambientale, economico e sociale, gli sforzi di costo pieno o vero sono chiamati collettivamente “triple bottom line”. Esistono molti standard in questo campo, tra cui l’Impronta ecologica, le etichette ecologiche e l’approccio del Consiglio internazionale delle Nazioni Unite per le iniziative ambientali locali alla triplice linea di fondo utilizzando la metrica ecoBudget. L’International Organization for Standardization (ISO) ha diversi standard accreditati utili in FCA o TCA, compresi quelli per i gas serra, la serie ISO 26000 per la responsabilità sociale d’impresa in arrivo nel 2010, e lo standard ISO 19011 per gli audit che include tutti questi.

  Quanto costa un titolo bancario?

Indicatore dei costi ambientali

Questa ricerca utilizza un caso di studio descrittivo utilizzando i dati di dettaglio dei costi ambientali del 2011, 2012, 2013 e 2014. L’oggetto della ricerca è PT Industri Kereta Api (Persero) situato a Madiun, East Java.

Il risultato della ricerca mostra che PT INKA (Persero) non ha specificamente fatto un rapporto sui costi ambientali. Si è trovato che la percentuale del costo ambientale totale al costo operativo tende ad aumentare; il costo che dà la più grande distribuzione del costo ambientale totale è il costo di prevenzione. Entro il 2014, l’effetto dei costi ambientali sui costi operativi tende a diminuire e durante il 2012-2014 PT INKA ha mantenuto con successo la stella blu PROPER e l’assenza di rapporti di inquinamento ambientale.

  Quando si può fare il 730 senza sostituto?

Basuki, B. e Irwanda, R.D. (2018), “Environmental cost analysis and reporting to measure environmental performance in realizing eco-efficiency at PT Industri Kereta Api (Persero)”, Asian Journal of Accounting Research, Vol. 3 No. 2, pp. 169-180. https://doi.org/10.1108/AJAR-06-2018-0013

Cosa sono i costi ambientali?
Torna su