Dove si trovano le bacche di ginepro?

Dove crescono le bacche di ginepro

Cercate: aghi che hanno una singola banda chiara sulla superficie superiore e sono grigio-verde sotto. Si trovano in tre intorno ai ramoscelli rigati. Le pigne femminili assomigliano ai mirtilli. si riconoscono in inverno per i suoi aghi che sono presenti tutto l’anno. I ramoscelli sono rigati.

Una volta impollinate dal vento, le strutture femminili verdi si sviluppano in coni carnosi, viola, aromatici, simili a bacche. Questi vengono mangiati e distribuiti dagli uccelli. Quando sono giovani, le bacche sono verdi, ma dopo circa 18 mesi maturano fino a diventare viola-nere.

Il ginepro comune è originario del Regno Unito, dell’Europa e di gran parte dell’emisfero settentrionale. Prospera nelle pianure gessose, nelle brughiere, nelle aree rocciose e nei vecchi boschi di pini. Si trova più spesso come un arbusto a crescita bassa e diffuso o un piccolo albero.

Il ginepro comune fornisce una copertura densa per gli uccelli che nidificano, come il fiorrancino e il fiorrancino e, nelle aree montane settentrionali, il fagiano di monte. È la pianta alimentare per i bruchi di molte specie di falene, tra cui la falena del tappeto del ginepro, il carlino del ginepro e il tappeto color castagna. Un certo numero di uccelli mangia il frutto, tra cui la campagnola, il tordo canterino, il tordo mistle e l’ouzel ad anelli.

Quando fioriscono le bacche di ginepro

La bacca di ginepro è il cono del seme femminile prodotto dalle varie specie di ginepri. Non è una vera bacca ma un cono con squame insolitamente carnose e fuse, che gli danno un aspetto simile alla bacca. I coni di una manciata di specie, specialmente Juniperus communis, sono usati come spezia, in particolare nella cucina europea, e danno anche al gin il suo sapore caratteristico.

  Come calcolare lasse ereditario nella dichiarazione di successione?

Il profilo aromatico delle bacche giovani e verdi è dominato dal pinene; man mano che maturano, questo sfondo resinoso si unisce a ciò che McGee descrive come “verde-fresco” e alle note di agrumi. Le scaglie esterne delle bacche sono relativamente insapori, quindi le bacche sono quasi sempre almeno leggermente schiacciate prima di essere usate come spezia. Vengono usate sia fresche che essiccate, ma il loro sapore e odore sono al massimo subito dopo la raccolta e diminuiscono durante l’essiccazione e la conservazione.

Bacche di ginepro commestibili

Il ginepro o ginepro comune è un arbusto o un piccolo albero che è una specie di conifera. Le conifere sono piante che hanno coni che portano semi e foglie simili ad aghi e sono solitamente sempreverdi. Mentre ci sono molti tipi di ginepro come il ginepro cinese (juniperus chinensis), il ginepro delle Montagne Rocciose e il ginepro di Cade (juniperus oxycedrus) [1], il tipo di ginepro usato nel gin, il ginepro comune, ha il nome scientifico juniperus communis.

Molte piante producono e lasciano cadere i loro semi ogni anno. Non il ginepro! I semi/bacche di ginepro maturano in 2 o 3 anni [2]. Prima produrranno un fiore e poi alla fine una bacca, questo processo richiede un anno intero. Nel secondo anno, la bacca rimane dura e di colore verde. La bacca di solito matura alla fine del secondo anno o nel terzo anno, quando diventa di un colore viola scuro, blu, nero. La pianta non matura tutta in una volta, avrà bacche in tutte le fasi, alcuni fiori, alcune bacche verdi dure e altre mature.

  Come scrivere una email a unazienda?

Sono i semi o le bacche della pianta di ginepro che danno al gin il suo sapore caratteristico. Il sapore delle bacche differisce leggermente a seconda della fonte. Terreni diversi, altitudini, quantità di pioggia, temperatura ecc. cambiano il sapore. Hanno diversi livelli di pino, agrumi, dolcezza/amarezza e legnosità. Le bacche usate per il gin sono principalmente essiccate, ma alcune distillerie usano quelle fresche. Il gin prende il suo nome dal ginepro, sia dalla parola jenever che significa ginepro in olandese o genévrier che significa ginepro in francese. le bacche di ginepro sono state parte di molti rituali storici nel corso dei secoli, alcuni usando le bacche come ingredienti medicinali e alcuni bruciando il legno per produrre un fumo fragrante. La ricerca sui benefici per la salute delle bacche di ginepro viene condotta ancora oggi.

Quanto durano le bacche di ginepro

Il profilo aromatico delle bacche giovani e verdi è dominato dal pinene; man mano che maturano, questo sfondo resinoso si unisce a ciò che McGee descrive come “verde-fresco” e alle note di agrumi. Le scaglie esterne delle bacche sono relativamente insapori, quindi le bacche sono quasi sempre almeno leggermente schiacciate prima di essere usate come spezia. Vengono usate sia fresche che essiccate, ma il loro sapore e odore sono al massimo subito dopo la raccolta e diminuiscono durante l’essiccazione e la conservazione.

Le bacche di ginepro sono state trovate in antiche tombe egiziane, tra cui Juniperus phoenicia e Juniperus oxycedrus in diversi siti. Quest’ultimo non è noto per crescere in Egitto, e nemmeno il Juniperus excelsa, che è stato trovato insieme al J. oxycedrus nella tomba di Tutankhamon. Le bacche importate in Egitto potrebbero provenire dalla Grecia; i Greci registrano l’uso di bacche di ginepro come medicina molto prima di menzionare il loro uso nel cibo. I romani usavano le bacche di ginepro come sostituto economico di produzione nazionale per il costoso pepe nero e il pepe lungo importati dall’India. Era anche usato come adulterante, come riportato nella Storia Naturale di Plinio il Vecchio: “Il pepe è adulterato con bacche di ginepro, che hanno la proprietà, in misura meravigliosa, di assumere la piccantezza del pepe”. Plinio ha anche erroneamente affermato che il pepe nero cresceva su alberi che erano “molto simili nell’aspetto ai nostri ginepri”. Nella finzione

Dove si trovano le bacche di ginepro?
  Quanto si paga per la donazione di un immobile?
Torna su