Dove vanno le sopravvenienze passive nel conto economico?

Dichiarazione finanziaria

Una passività potenziale è una passività che può verificarsi a seconda del risultato di un evento futuro incerto. Una passività contingente è registrata se l’evento è probabile e l’importo della passività può essere ragionevolmente stimato. La responsabilità può essere rilevata in una nota a piè di pagina sui rendiconti finanziari a meno che entrambe le condizioni non siano soddisfatte.

Le cause legali pendenti e le garanzie sui prodotti sono esempi comuni di passività potenziali perché i loro esiti sono incerti. Le regole contabili per la segnalazione di una passività potenziale differiscono a seconda dell’importo in dollari stimato della passività e della probabilità che l’evento si verifichi. Le regole contabili assicurano che i lettori del bilancio ricevano informazioni sufficienti.

Il conto di competenza permette all’azienda di registrare immediatamente una spesa senza la necessità di un immediato pagamento in contanti. Se la causa risulta in una perdita, si applica un debito al conto di competenza (deduzione) e si accredita (riduce) la cassa di 2 milioni di dollari.

Ora supponiamo che la responsabilità di una causa sia possibile ma non probabile e che l’importo in dollari sia stimato in 2 milioni di dollari. In queste circostanze, l’azienda rende nota la passività potenziale nelle note a piè di pagina del bilancio. Se l’azienda determina che la probabilità che la passività si verifichi è remota, la società non ha bisogno di rivelare la passività potenziale.

Attività contingente

Domanda: Il 31 dicembre 2008, lo stato patrimoniale di E. I. du Pont de Nemours and Company (meglio conosciuta come DuPont) mostra passività totali di circa 28,7 miliardi di dollari. Immediatamente dopo la sezione delle passività, è inclusa una categoria separata intitolata “Impegni e passività potenziali”, ma non viene presentata alcuna cifra monetaria. La nota 19 al bilancio fornisce ulteriori dettagli. In diverse pagine di materiale esplicativo, viene descritta una serie di questioni future che l’azienda deve affrontare, come garanzie sui prodotti, azioni ambientali, contenziosi e impegni di acquisto. Nel reporting finanziario, cosa si intende con i termini “impegni” e “imprevisti” (inclusi gli imprevisti di perdita e guadagno)?

  Quanto costa il geometra per la successione?

Impegni. Gli impegni rappresentano contratti non eseguiti. Per esempio, supponiamo che un’azienda effettui un ordine con una società di autocarri per l’acquisto di un grande camion. L’azienda si è impegnata a pagare questo nuovo veicolo, ma solo dopo che è stato consegnato. Sebbene il contante possa essere necessario in futuro, nessun evento (la consegna del camion) ha ancora creato un’obbligazione presente. Non c’è ancora una passività da riportare; non c’è nessuna scrittura contabile appropriata.

Contabilità degli accantonamenti

Lo IAS 37 Accantonamenti, passività e attività potenziali delinea la contabilizzazione degli accantonamenti (passività di durata o importo incerti), insieme alle attività potenziali (attività possibili) e alle passività potenziali (obbligazioni possibili e obbligazioni attuali non probabili o non misurabili in modo affidabile). Gli accantonamenti sono valutati alla migliore stima (compresi i rischi e le incertezze) delle spese necessarie per estinguere l’obbligazione attuale, e riflettono il valore attuale delle spese necessarie per estinguere l’obbligazione quando il valore temporale del denaro è rilevante.

L’obiettivo dello IAS 37 è quello di assicurare che vengano applicati criteri di rilevazione e basi di valutazione appropriati agli accantonamenti, alle passività e alle attività potenziali e che vengano fornite informazioni sufficienti nelle note al bilancio per consentire agli utenti di comprenderne la natura, i tempi e l’ammontare. Il principio chiave stabilito dal Principio è che un accantonamento dovrebbe essere rilevato solo quando esiste una passività, cioè un’obbligazione attuale derivante da eventi passati. Il principio mira quindi ad assicurare che solo le obbligazioni reali siano trattate in bilancio – le spese future pianificate, anche se autorizzate dal consiglio di amministrazione o da un equivalente organo di governo, sono escluse dalla rilevazione.

  Cosa ha per oggetto limposta sulle assicurazioni?

Bilancio delle passività contingenti

Cos’è una passività potenziale? Una passività potenziale è una perdita potenziale che può verificarsi ad un certo punto nel futuro, una volta che varie incertezze sono state risolte. Questa passività non è ancora un obbligo effettivo e confermato. Lo stato esatto di una passività potenziale è importante quando si determina quali passività presentare nello stato patrimoniale o nelle informazioni allegate. È di interesse per un analista finanziario, che vuole capire la probabilità che tale questione diventi una passività completa di un’azienda, che potrebbe avere un impatto sul suo stato di continuità aziendale. Esempi di passività potenziali sono l’esito di una causa, un’indagine governativa o la minaccia di espropriazione. Anche una garanzia può essere considerata una passività potenziale, dato che c’è incertezza sul numero esatto di unità che saranno restituite dai clienti per la riparazione o la sostituzione.

Le regole contabili per il trattamento di una passività potenziale sono abbastanza liberali – non c’è bisogno di registrare una passività a meno che il rischio di perdita sia molto alto. Quindi, dovreste rivedere le informazioni che accompagnano il bilancio di una società per vedere se ci sono rischi aggiuntivi che non sono ancora stati riconosciuti. Quando si registra una passività nelle registrazioni contabili, ciò non significa che si stanno anche mettendo da parte i fondi per pagare la passività quando dovrà essere pagata – la registrazione di una passività contingente non ha alcun impatto sul flusso di cassa.Corsi correlatiGuida per contabiliGAAPGuidaCome controllare le passività

Dove vanno le sopravvenienze passive nel conto economico?
  Come si calcola base imponibile IRES?
Torna su