Qualè loggetto del tributo comunale sulla pubblicità?

Tassa d’accisa

Un’organizzazione esente non è tassata sul suo reddito da un’attività sostanzialmente collegata allo scopo caritatevole, educativo o altro che è la base per l’esenzione dell’organizzazione. Tale reddito è esente anche se l’attività è un commercio o un business.

Tuttavia, se un’organizzazione esente svolge regolarmente uno o più mestieri o attività che non sono sostanzialmente collegati allo scopo esente dell’organizzazione, eccetto che la conduzione del mestiere o dell’attività fornisce fondi per realizzare lo scopo esente, l’organizzazione è soggetta all’imposta sul suo reddito dal commercio o dalle attività non collegate.

L’imposta sul reddito d’impresa non correlato si applica alla maggior parte delle organizzazioni esenti da tasse sotto la sezione 501(a). Queste organizzazioni includono organizzazioni caritatevoli, religiose, scientifiche, e altre organizzazioni descritte nella sezione 501(c), così come i trust dei dipendenti che fanno parte di piani pensionistici, di condivisione degli utili e di bonus azionari descritti nella sezione 401(a).

Una società che è uno strumento statunitense descritto nella sezione 501(c)(1) non è soggetta alla tassa sul reddito commerciale non correlato se la società è organizzata sotto una legge del Congresso e, sotto la legge, è esente da imposte sul reddito federale.

Imposta sulla quantità

Un’imposta ad valorem è una tassa basata sul valore stimato di un elemento, come una proprietà immobiliare o personale. Le imposte ad valorem più comuni sono le imposte sulla proprietà riscosse sui beni immobili. Tuttavia, le imposte ad valorem possono anche estendersi a una serie di applicazioni fiscali, come le tasse sui dazi d’importazione sulle merci provenienti dall’estero.

  Come calcolare f24 forfettario?

La frase latina ad valorem significa “secondo il valore”.  Tutte le imposte ad valorem sono riscosse in base al valore determinato dell’articolo tassato. Nell’applicazione più comune delle imposte ad valorem, che sono le imposte comunali sulla proprietà, i beni immobili dei proprietari vengono periodicamente valutati da un perito fiscale pubblico per determinarne il valore corrente. Il valore valutato della proprietà viene utilizzato per calcolare un’imposta riscossa annualmente sul proprietario dell’immobile da un comune o da un’altra entità governativa.

Le tasse ad valorem, che si basano sulla proprietà di un bene reale, possono essere considerate in contrasto con le tasse transazionali, come le tasse sulle vendite. Mentre le tasse ad valorem sono determinate e riscosse annualmente, le tasse transazionali sono riscosse solo al momento di una transazione.

Imposta ad valorem

CODICE DEL GOVERNO LOCALE CODETITOLO 8. ACQUISTO, VENDITA O LOCAZIONE DI BENI IMMOBILIARISOTTOTITOLO C. DISPOSIZIONI DI ACQUISTO, VENDITA O LOCAZIONE APPLICABILI A PIÙ DI UN TIPO DI GOVERNO LOCALECAPITOLO 271. AUTORITÀ DI ACQUISTO E DI CONTRATTAZIONE DI COMUNI, CONTEE E ALCUNI ALTRI ENTI LOCALISSOTTOCAPITOLO A. ATTI DI FINANZIAMENTO DEGLI IMMOBILI PUBBLICIec. 271.001. TITOLO BREVE. Il presente sottocapitolo può essere citato come Public Property Finance Act.

Sezione 271.002. SCOPO. (a) Il legislatore ritiene che l’acquisto o altra acquisizione o l’uso di beni immobili da parte delle agenzie governative e il finanziamento di tali attività siano necessari per il funzionamento efficiente ed economico del governo.(b) Il presente sottocapitolo promuove uno scopo pubblico fornendo alle agenzie governative un mezzo fattibile per acquistare o altrimenti acquisire, utilizzare e finanziare beni pubblici.

  Come si Calcola Bollo conto deposito?

Sezione 271.006. CONFORMITÀ CON ALTRI REQUISITI. (a) Nello stipulare il contratto, un comune deve rispettare i requisiti del Capitolo 252 e una contea deve rispettare i requisiti del Sottocapitolo C, Capitolo 262. Tuttavia, il comune o la contea non sono tenuti a sottoporre a referendum la questione della stipula del contratto.(b) I requisiti di acquisto della Sezione 361.426, Health and Safety Code, si applicano a un acquisto da parte di un’agenzia governativa ai sensi del presente capitolo.

Imposta progressiva

Dal 1° gennaio 2017, l’aliquota CIT è un 9% fisso della base CIT positiva. La base imponibile viene calcolata adeguando l’utile contabile prima delle imposte indicato nel bilancio del contribuente con le voci in aumento e in diminuzione della base imponibile (ad esempio ammortamento fiscale, capitalizzazione sottile, accantonamenti, riporto delle perdite fiscali) prescritte nella legge sull’imposta sulle società e sui dividendi (CDTA).

Tranne che nel periodo pre-societario e nel primo anno fiscale di esistenza di una società (o nel primo anno fiscale se il bilancio separato non è richiesto per il periodo pre-societario), così come in alcuni altri casi definiti, alcune regole si applicano se l’utile prima delle imposte o la base CIT generale (la più alta delle due) è inferiore alla base fiscale minima.

  Come si calcola il reddito imponibile annuo?

La base minima per l’imposta sulle società è calcolata come il 2% delle entrate totali con alcune voci in aumento e in diminuzione (per esempio, le transazioni che rientrano nella direttiva UE sulle fusioni). Nel caso di cui sopra, una società può decidere di pagare la CIT sulla base della base imponibile minima o può dichiarare una dichiarazione nella dichiarazione CIT. La dichiarazione fornisce ulteriori dettagli sulla situazione finanziaria della società, in base ai quali l’autorità fiscale decide se avviare o meno una verifica fiscale.

Qualè loggetto del tributo comunale sulla pubblicità?
Torna su