Quali sono le imposte di competenza?

Quali sono le imposte di competenza?

Imposte differite maturate

Per rateo si intendono le entrate guadagnate e le spese sostenute da un’azienda che decidono il reddito netto sul conto economico dell’azienda. I ratei influiscono sul bilancio, poiché sono coinvolte anche attività e passività non monetarie. Perciò, i conti di competenza includono i conti attivi, i conti passivi, le passività fiscali e gli interessi maturati e pagabili.

La contabilità per competenza è una tecnica contabile che richiede agli individui di registrare ogni transazione nei libri contabili nel momento in cui si verifica. Qui, la registrazione è fatta al momento della transazione e non al momento di ricevere il pagamento. Questo include le transazioni anche se il pagamento non è stato fatto per quell’acquisto di un particolare prodotto o servizio. La tecnica determina la salute finanziaria di un’organizzazione considerando gli attuali afflussi e deflussi di cassa insieme ai futuri afflussi e deflussi di cassa.

L’altro metodo contabile usato è il metodo di contabilità di cassa. In questo metodo, le entrate di pagamento sono registrate quando il pagamento è ricevuto, e le spese sono registrate quando sono effettivamente pagate. Il metodo è anche conosciuto come contabilità di cassa.

Formula delle imposte maturate

In termini semplici, le tasse maturate si riferiscono alle tasse valutate contro una società che non sono ancora state pagate, sia che queste tasse siano sul reddito guadagnato dalla società o sul valore di qualsiasi proprietà che la società possiede. Se un’azienda non riesce a pagare le imposte maturate entro una specifica data di scadenza, ulteriori sanzioni e interessi possono essere applicati all’importo totale dovuto. Le imposte maturate sono anche elencate come passività nei libri della società.

  Quali sono le imposte deducibili?

I ratei passivi sono spese che sono legate alla contabilità e sono elencate nei libri della società prima di essere pagate. I ratei passivi sono anche elencati come una passività e sono tipicamente correnti. Queste spese sono di solito di natura periodica, e dovrebbero essere documentate sui libri contabili dell’azienda perché c’è una buona probabilità che vengano riscosse. Una spesa maturata è l’opposto di una spesa prepagata. Le aziende di solito accumulano spese periodiche, come ad esempio:

Anche se queste spese saranno pagate ad un certo punto nel futuro, sono elencate nei libri della società, a partire dalla data in cui la società può ragionevolmente aspettarsi che siano pagate fino a quando non sono effettivamente pagate per intero. Per esempio, l’interesse accumulato su un prestito acquisito dalla banca sarebbe considerato un rateo passivo.

Voce del diario delle tasse maturate

Molti contabili lottano con le deduzioni fiscali relative alle spese maturate. A prima vista, sembrano semplici, ma quando si rivedono i dettagli, ci sono diverse considerazioni che necessitano di ulteriore attenzione. Questo è tipicamente un problema per i contribuenti che si basano sulla competenza, perché i contribuenti che si basano sulla cassa sono, per la maggior parte, solo autorizzati a dedurre una spesa quando viene pagata.

Una spesa maturata è deducibile quando è fissata sul posto. Questo significa che non ci sono condizioni o contingenze che esistono che mettono in dubbio l’esistenza di una vera passività. L’IRS fornisce un po’ di guida su questo argomento attraverso la Ruling 2007-3. La sentenza afferma che la semplice esecuzione di un accordo per fornire un servizio per un anno particolare non è sufficiente a soddisfare il punto uno.  La prestazione richiesta dall’accordo dovrebbe essere eseguita prima di qualsiasi rateizzazione.

  Come installare una vecchia stampante HP su Windows 10?

Una misura esatta della passività non è necessaria, se un importo ragionevolmente accurato può essere determinato. Se l’importo esatto viene determinato in modo diverso, la differenza dovrebbe essere presa e contabilizzata in un anno successivo in cui viene effettuata la determinazione esatta.

Ratei passivi in bilancio

I ratei sono ricavi guadagnati o spese sostenute che hanno un impatto sul reddito netto di una società sul conto economico, anche se il denaro relativo alla transazione non è ancora passato di mano. I ratei influiscono anche sul bilancio, dato che coinvolgono attività e passività non monetarie. I conti dei ratei e risconti includono, tra gli altri, i conti passivi, i conti attivi, le passività fiscali maturate e gli interessi maturati o da pagare.

I ratei e i risconti sono la base del metodo di contabilità per competenza, il metodo preferito dai principi contabili generalmente accettati (GAAP).  Usando il metodo della competenza, un contabile fa aggiustamenti per le entrate che sono state guadagnate ma non sono ancora registrate nella contabilità generale e le spese che sono state sostenute ma non sono ancora registrate. I ratei sono fatti tramite le voci del giornale di aggiustamento alla fine di ogni periodo contabile, così il bilancio riportato può essere comprensivo di questi importi.

  Come risolvere un numero con esponente negativo?

L’uso della contabilità per competenza migliora notevolmente la qualità delle informazioni sui bilanci. Prima dell’uso della contabilità per competenza, i contabili registravano solo le transazioni in contanti. Sfortunatamente, le transazioni in contanti non danno informazioni su altre importanti attività commerciali, come le entrate basate sul credito esteso ai clienti o le passività future di un’azienda. Registrando i ratei e risconti, un’azienda può misurare ciò che deve a breve termine e anche quali entrate in contanti si aspetta di ricevere. Permette anche a un’azienda di registrare attività che non hanno un valore monetario, come l’avviamento.

Quali sono le imposte di competenza?
Torna su