Quali sono le imposte indirette sulla produzione?

Cosa sono le imposte indirette

Le imposte indirette sono quelle imposte da un governo su beni e servizi, in contrasto con le imposte dirette, come l’imposta sul reddito e sulle società, che sono riscosse sui redditi delle famiglie e delle imprese. Le imposte indirette sono anche chiamate imposte sulla spesa.

Una tassa unitaria è un importo fisso di tassa per unità venduta, come una tassa di 10p sui pacchetti di sigarette.  Al contrario, una tassa ad valorem è una tassa percentuale basata sul valore aggiunto dal produttore.    L’imposta sul valore aggiunto (IVA), attualmente al 20% nel Regno Unito, è la più importante imposta ad valorem. L’IVA è stata ridotta al 15% nel 2008 come parte del pacchetto di salvataggio dell’economia da parte del governo, ma riportata al 17,5% nel 2010. L’aliquota di base è stata aumentata al 20% nel 2011.

Un vantaggio delle tasse ad valorem è che le entrate fiscali per il governo possono aumentare automaticamente con la crescita dell’economia. Questo significa che l’aliquota fiscale non ha bisogno di essere aggiustata frequentemente, come nel caso di tasse unitarie specifiche, come le imposte sulle sigarette e sull’alcol.

L’incidenza economica, o onere, di una tassa indica la misura in cui qualcuno è reso peggiore dalla tassa. Al contrario, l’incidenza legale indica semplicemente chi, secondo la legge, pagherà la tassa. L’incidenza economica e quella legale sono spesso molto diverse.

Imposta ad valorem

Gli Stati Uniti (USA) non hanno un sistema nazionale di imposte sulle vendite. Piuttosto, le imposte indirette sono imposte a livello sub-nazionale. Ogni stato ha l’autorità di imporre la propria imposta sulle vendite e sull’uso, soggetta alle restrizioni costituzionali degli Stati Uniti. In molti stati, le giurisdizioni locali (per esempio le città e le contee) impongono anche tasse sulle vendite e sull’uso.

  Come pagare tassazione atti giudiziari?

A seconda della giurisdizione, i contribuenti possono essere soggetti a imposte sulla proprietà, accise, tasse e supplementi per le telecomunicazioni, responsabilità per le licenze commerciali e requisiti per la dichiarazione di proprietà non reclamate.

In generale, le transazioni che coinvolgono le vendite di “beni personali tangibili” e servizi selezionati sono soggetti a imposta. Gli stati hanno diverse definizioni di proprietà personale tangibile. Un certo numero di stati tassano anche i beni digitali (ad esempio opere audio digitali, e-book, video in streaming). La maggior parte degli stati limita la tassa ai servizi specificamente enumerati dalla legge. Tuttavia, alcuni stati tassano quasi tutti i servizi.

Di solito, ogni persona o entità che è impegnata nell’attività – come definita dallo stato di tassazione – di vendere beni personali tangibili al dettaglio, o di fornire qualsiasi servizio tassabile, deve registrarsi con lo stato per ottenere una licenza, permesso o certificato di imposta sulle vendite prima di effettuare vendite o fornire servizi. Ciò che conta come l’impegno negli affari varia da stato a stato.

Spiegare perché i governi impongono tasse indirette

Un’imposta indiretta è un’imposta che non viene pagata direttamente da una persona al governo, ma raccolta da un intermediario e passata al governo. Le imposte indirette sono imposte su beni e servizi sulla base della produzione, fornitura, vendita o acquisto di prodotti o fornitura di servizi, sotto forma di imposta sui beni e servizi (GST).

La GST, introdotta nel 2017, ha sostituito varie leggi sulle imposte indirette che esistevano precedentemente in India, come il dazio all’importazione e all’esportazione, le accise, l’imposta sulle vendite, l’imposta sul valore aggiunto (IVA), l’imposta sui servizi, l’imposta sull’intrattenimento, l’imposta sull’elettricità, la tassa sulle tariffe dei passeggeri, i noli, ecc.

  Come calcolare lIrpef da pagare?

Un’imposta indiretta è raccolta dal consumatore da un intermediario, come un produttore, un commerciante o un fornitore di servizi. L’intermediario presenta una dichiarazione dei redditi e inoltra i proventi dell’imposta al governo con la dichiarazione dei redditi. Il consumatore sopporta l’onere economico finale della tassa pagando di più per il prodotto.

Nella tassazione indiretta, l’obbligo del pagamento dell’imposta varia da un consumatore all’altro, poiché queste tasse sono imposte dal governo su beni e servizi – non sul reddito, profitto o reddito di un individuo. Queste tasse possono essere spostate da un contribuente all’altro. Ciò è diverso dalle imposte dirette, che sono sostenute dalla persona sulla quale l’imposta è riscossa.

Imposta sul valore aggiunto

Invece delle imposte dirette, i governi possono ridurre le imposte indirette per creare effetti espansivi nell’economia. L’effetto sull’economia passa attraverso una riduzione dei prezzi finali. La tabella 7 presenta l’effetto di una riduzione permanente delle imposte indirette. L’aliquota IVA è ridotta di circa 0,2 punti percentuali, che corrisponde a una perdita immediata di entrate di 1000 milioni di corone nei prezzi del 2005. (Vedi esperimento)

Il taglio dell’IVA riduce immediatamente i prezzi dei beni e servizi finali. Questo a sua volta aumenta il reddito reale disponibile e quindi il consumo privato. Nel precedente esperimento dell’imposta sul reddito, l’espansione proviene da un aumento diretto del reddito disponibile. Nel presente esperimento, l’effetto espansivo deriva dal fatto che la caduta dei prezzi aumenta il reddito reale. L’effetto a breve termine sul consumo privato è più piccolo dell’effetto nel precedente esperimento dell’imposta sul reddito. La caduta dell’imposta sul reddito influisce direttamente sul consumo attraverso il reddito nominale disponibile, mentre l’IVA passa attraverso i prezzi e riguarda un gruppo di beni più ampio del solo consumo privato. L’aumento del consumo privato espande la produzione e l’occupazione. Aumenta anche la domanda di abitazioni, e i prezzi delle case e gli investimenti immobiliari aumentano. Il calo della disoccupazione aumenta la crescita dei salari, che a sua volta aumenta i costi di produzione e i prezzi alla produzione. Di conseguenza, la competitività peggiora e le esportazioni diminuiscono e le importazioni aumentano nel lungo periodo. Così che l’effetto positivo sul consumo privato e sugli investimenti in abitazioni è controbilanciato da un effetto negativo permanente sulle esportazioni nette.

Quali sono le imposte indirette sulla produzione?
  Come funziona il credito dimposta 40 in agricoltura?
Torna su