Quali sono le trattenute sulla pensione Inps?

Quali sono le trattenute sulla pensione Inps?

Inps (pensione italiana)

La contribuzione previdenziale (somme dovute dal datore di lavoro) viene calcolata applicando determinate aliquote alla retribuzione lorda (imponibile previdenziale), sempre nel rispetto di alcuni minimi di retribuzione imponibile stabiliti dalla legge.

I contributi effettivamente versati sono calcolati come somme dovute dal datore di lavoro meno le somme accreditate al datore di lavoro. Le agevolazioni contributive per le assunzioni agevolate sono generalmente concesse riducendo direttamente l’aliquota contributiva.

Per calcolare le aliquote contributive si può utilizzare la funzione di calcolo delle aliquote contributive sul sito web dei servizi e dei consulenti aziendali. È possibile accedere a questa utility selezionando l’opzione UniEmens dal menu di servizio dopo l’autenticazione.

L’applicazione è rivolta ai datori di lavoro del settore privato o ai loro intermediari e permette di simulare il calcolo dell’aliquota sulla base delle caratteristiche contributive dell’azienda e del profilo contributivo del lavoratore.

Italia aliquote previdenziali 2020

Come regola generale, le pensioni pagate a persone non residenti nello Stato italiano, da enti residenti o da stabili organizzazioni in Italia sono tassabili in Italia. I non residenti che devono presentare la loro dichiarazione dei redditi in Italia devono utilizzare il modello di reddito personale.

Con alcuni paesi sono in vigore convenzioni contro le doppie imposizioni e ogni Stato contraente individua i propri residenti fiscali sulla loro base. Le convenzioni per la doppia imposizione prevedono generalmente che le pensioni corrisposte a cittadini non residenti siano tassate in modo diverso a seconda che si tratti di una pensione pubblica o privata. Per verificare il regime fiscale applicabile al regime previdenziale in questione, il testo di ogni convenzione di doppia imposizione in vigore è disponibile sul sito del Dipartimento delle Finanze(IT) .

  Che differenza cè tra ICI e IMU?

Il pensionato residente all’estero può chiedere al sostituto d’imposta l’applicazione delle convenzioni contro le doppie imposizioni in vigore, per far sì che la pensione sia esclusa dalla tassazione (tassata solo nel paese di residenza), oppure per applicare il più favorevole dei regimi fiscali indicati, come la tassazione in Italia solo al di sopra di determinate soglie di reddito.

Sistema pensionistico italiano

Come viene gestita e finanziata la protezione sociale dello Stato? Il sistema previdenziale italiano è finanziato dai contributi versati dai lavoratori dipendenti, dai datori di lavoro, dai lavoratori indipendenti e dai lavoratori autonomi, oltre che dalla fiscalità generale.

Il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) è finanziato da tutti i residenti in Italia attraverso le tasse, oltre che attraverso la compartecipazione al costo dei farmaci e delle prestazioni sanitarie attraverso il pagamento del cosiddetto “ticket”, e gestito dalle singole regioni attraverso le Aziende Sanitarie Locali (ASL).

  Quanti anni per vendere prima casa?

Altri Enti di diritto privato (Casse) gestiscono la tua previdenza e assistenza obbligatoria se appartieni a una certa categoria di professionisti, come avvocati, medici, ingegneri, architetti, notai, ecc. iscritti alla Cassa o al Fondo pensionistico specifico. La previdenza e l’assistenza per i giornalisti è gestita dall’Istituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti Italiani (INPGI).

Come vengono finanziate le prestazioni previdenziali? Il datore di lavoro deve adempiere a tutte le formalità necessarie per i lavoratori dipendenti: l’obbligo di versare i contributi deriva direttamente dalla stipula del contratto di lavoro.

Pensione media in italia 2020

L’aliquota previdenziale complessiva è pari a circa il 40% della retribuzione lorda del lavoratore (l’aliquota dipende dall’attività lavorativa svolta dall’azienda, dal numero di dipendenti dell’azienda, dalla posizione del lavoratore), ed è ripartita come segue:

Il contributo previdenziale, per i lavoratori dipendenti che si sono iscritti all’INPS dopo il 1° gennaio 1996 senza una precedente posizione previdenziale in Italia, è calcolato e versato fino ad un importo massimo di 103.055 euro per l’anno 2020.

I lavoratori autonomi che non sono titolari di partita IVA e non sono coperti da un fondo pensione privato obbligatorio devono essere iscritti all’INPS in un “regime previdenziale separato” (Gestione Separata Inps), istituito con la legge n. 335/95.

  Come viene chiamata leconomia caratterizzata dalluso di Internet?

Per i lavoratori autonomi titolari di partita IVA, non coperti da previdenza privata obbligatoria, la percentuale è interamente a carico delle persone fisiche, e il versamento dei contributi segue le stesse scadenze applicate per le imposte. Le persone fisiche, in questo caso, possono imputare all’azienda un importo pari al 4% del compenso.

Quali sono le trattenute sulla pensione Inps?
Torna su