Quando il compromesso è nullo?

Corsair Void elite Microphone test

Corte Suprema: In una questione di fronte alla Corte se la validità di un decreto passato su un compromesso può essere contestata in una causa separata, un banco che comprende T.S. Thakur e R. Banumathi JJ., ha confermato la decisione del giudice civile della città supplementare che una causa separata non era mantenibile e che l’unico rimedio disponibile alla parte lesa è di avvicinarsi alla Corte che aveva passato il decreto di compromesso.

Nel caso istantaneo, la controversia si è presentata quanto alla validità di un compromesso fra le parti riguardo all’alienazione della proprietà come regalo. Il tribunale di prova ha ritenuto che il vestito che tiene l’atto di donazione in questione è nullo e non vincolante per il querelante. Aggredito dal decreto del tribunale di prova, il convenuto si è mosso verso l’alta corte che ha annullato la sentenza ed il decreto del tribunale di prova sulla base del fatto che un compromesso aveva avvenuto fra le parti. L’appellante aggredito è comparso prima del giudice civile supplementare della città in cui la querela presentata dal ricorrente-ricorrente è stata rifiutata alla luce della riserva all’ordine 23 regola 3 di CPC. L’appellante allora ha presentato un’applicazione varia che prende il motivo che nessun compromesso aveva avvenuto né era qualunque petizione di compromesso mai firmata fra le parti. L’Alta Corte ha rifiutato di considerare la preghiera fatta dall’appellante ed ha ritenuto che l’appellante può chiedere la riparazione in una causa separata contro tutto il tale ordine di rifiuto.

  Come stampare i bigliettini per i confetti?

Funk D’Void – Contro Cat

Se è provato con soddisfazione della Corte che una causa è stata regolata in tutto o in parte da un accordo o compromesso legittimo, scritto e firmato dalle parti, o se il convenuto soddisfa l’attore per quanto riguarda la totalità o una parte dell’oggetto della causa, la Corte ordinerà che tale accordo, compromesso o soddisfazione sia registrato e emetterà un decreto in conformità ad esso per quanto riguarda le parti della causa, sia che l’oggetto dell’accordo, compromesso o soddisfazione sia o meno lo stesso dell’oggetto della causa:

Fermo restando che se una parte asserisce e l’altra nega che si sia giunti ad un adeguamento o ad una soddisfazione, la Corte deciderà la questione; ma non sarà concesso alcun rinvio per decidere la questione, a meno che la Corte, per motivi da registrare, non ritenga opportuno concedere tale rinvio.

  Qual è il paese dove si pagano meno tasse?

La suddetta regola si compone di due parti. La prima parte prevede che se è provato con soddisfazione della corte che una causa è stata regolata in tutto o in parte da un accordo legittimo o da un compromesso scritto e firmato dalle parti, la corte ordina che tale accordo o compromesso sia registrato e emette un decreto in conformità ad esso. La seconda parte prevede che se un convenuto soddisfa l’attore per tutto o parte dell’oggetto della causa, il tribunale ordinerà che tale soddisfazione sia registrata e emetterà un decreto in conformità. La Regola chiarisce anche che il compromesso o l’accordo può riguardare questioni o controversie che non sono l’oggetto della causa e che tale compromesso o accordo può essere stipulato non solo tra le parti della causa, ma anche altri, ma il decreto da emettere sarà limitato alle parti della causa, sia che l’oggetto dell’accordo, del compromesso o della soddisfazione sia lo stesso dell’oggetto della causa. Tuttavia, non siamo interessati a questo aspetto della regola in questo appello.

  Cosa non va in successione?

Il miglior fucile a fusione? – Prendilo VELOCEMENTE e FACILMENTE! | Stagione dello Splicer

L’Onorevole

Il miglior fucile a fusione? – Prendilo VELOCEMENTE e FACILMENTE! | Stagione dello Splicer

L’Onorevole

Quando il compromesso è nullo?
Torna su