Quando non si applica la Tobin Tax?

Organizzazione attac

Una tassa Tobin è stata originariamente definita come una tassa su tutte le conversioni a pronti di una valuta in un’altra. È stata suggerita da James Tobin, un economista che ha vinto il premio Nobel per le scienze economiche. La tassa di Tobin era originariamente intesa a penalizzare le escursioni finanziarie a breve termine di andata e ritorno in un’altra valuta. Alla fine degli anni ’90, il termine Tobin tax è stato applicato a tutte le forme di tassazione delle transazioni a breve termine, sia attraverso le valute che non. Un altro termine per questi schemi fiscali più ampi è Robin Hood tax, dovuto alle entrate fiscali dello speculatore (presumibilmente più ricco) che finanzia le entrate generali (di cui i beneficiari principali sono i meno ricchi). Termini più precisi, tuttavia, si applicano a diversi ambiti di tassazione.

Tobin suggerì la sua tassa sulle transazioni valutarie nel 1972 nelle sue Janeway Lectures a Princeton, poco dopo la fine del sistema di gestione monetaria di Bretton Woods nel 1971[1]. Prima del 1971, una delle caratteristiche principali del sistema di Bretton Woods era l’obbligo per ogni paese di adottare una politica monetaria che mantenesse il tasso di cambio della sua valuta entro un valore fisso – più o meno l’uno per cento – in termini di oro. Poi, il 15 agosto 1971, il presidente degli Stati Uniti Richard Nixon annunciò che il dollaro degli Stati Uniti non sarebbe più stato convertibile in oro, ponendo effettivamente fine al sistema. Questa azione creò la situazione per cui il dollaro americano divenne l’unico supporto delle valute e una valuta di riserva per gli stati membri del sistema di Bretton Woods, portando il sistema a collassare di fronte alla crescente tensione finanziaria in quello stesso anno. In quel contesto, Tobin suggerì un nuovo sistema per la stabilità valutaria internazionale e propose che tale sistema includesse una tassa internazionale sulle transazioni in valuta estera.

  Come calcolare lIrpef da pagare?

Speculazione

In un giorno tipico nel mercato dei cambi cambi cambiano di mano circa 1,5 trilioni di dollari. Questo significa che in meno di una settimana le transazioni in valuta estera hanno superato il valore annuale del commercio mondiale. Non sorprende quindi che i sondaggi trovino che gli effettivi “utenti” di valuta estera siano coinvolti solo in un’operazione su cinque. Il resto sono scambi tra i commercianti stessi. Inoltre, le indagini suggeriscono che più del 40% di tutte le transazioni coinvolgono viaggi di andata e ritorno di meno di tre giorni!

L’esplosione del commercio di valuta estera ha coinciso con una serie di crisi valutarie spettacolari: prima in Europa, durante le estati del 1992 e del 1993, poi in Messico alla fine del 1994, poi nel sud-est asiatico durante l’estate del 1997, poi in Russia durante l’estate del 1998, e più recentemente in Brasile, nel gennaio 1999. Un coro crescente di critici ha tracciato una connessione tra queste crisi valutarie e l’attività frenetica che ha avuto luogo nel mercato dei cambi e ha richiesto misure per “gettare sabbia negli ingranaggi del mercato dei cambi”, al fine di ridurre la speculazione destabilizzante e migliorare la performance macroeconomica.

Tobin’s q

Con l’entrata in vigore della tassa Tobin in Spagna, lo 0,2% sarà addebitato sulla vendita o l’acquisto di azioni di cambio, con l’obiettivo di combattere e penalizzare la speculazione monetaria a breve termine, che può mettere in pericolo la stabilità della moneta di un paese.

  Chi è esente dall imposta di registro?

la tassa Tobin si applicherà a tutte le operazioni di acquisto di azioni spagnole effettuate da operatori del settore finanziario, indipendentemente dalla residenza delle persone o entità che partecipano alla transazione, così come il paese in cui la negoziazione ha luogo.

L’aliquota Tobin è dovuta a James Tobin, noto economista americano, premio Nobel per l’economia nel 1981, che nel 1972 cercò di frenare la speculazione globale sui cambi con l’implementazione di un modello di tassa su base keynesiana, destinato a rallentare la speculazione valutaria dopo l’uscita degli Stati Uniti dagli accordi di Bretton Woods, imponendo un prelievo dello 0,5% sui flussi di capitale.

La liquidazione della Tobin tax sarà mensile, e i contribuenti dovranno presentare una dichiarazione annuale. Il soggetto passivo sarà l’intermediario finanziario che trasmette o esegue l’ordine di acquisto, che dovrà presentare una dichiarazione annuale.

Effetto Tobin

In contrasto con una tassa sul consumo pagata dai consumatori, la Tobin tax è destinata ad essere applicata ai partecipanti del settore finanziario come mezzo per controllare la stabilità della valuta di un dato paese. Oggi è più formalmente conosciuta come tassa sulle transazioni finanziarie (TTF), o meno formalmente come tassa Robin Hood.

Quando i tassi di cambio fissi sotto il sistema di Breton Woods furono sostituiti da tassi di cambio flessibili nel 1971, ci fu un massiccio movimento di fondi tra diverse valute che minacciò di destabilizzare l’economia. Inoltre, l’aumento della speculazione valutaria a breve termine incoraggiata dalla natura del libero mercato valutario aumentò i costi economici sostenuti dai paesi che scambiano valute.

  Come pagare limposta di bollo in modo virtuale?

La tassa Tobin, proposta da James Tobin nel 1972, cerca di mitigare o eliminare questi problemi. La tassa è stata adottata da un certo numero di paesi europei e dalla Commissione europea per scoraggiare la speculazione valutaria a breve termine e stabilizzare i mercati valutari.

La tassa sulle transazioni valutarie non ha un impatto sugli investimenti a lungo termine. È solo imposta sul flusso eccessivo di denaro che si muove regolarmente tra i mercati finanziari attraverso le azioni degli speculatori alla ricerca di alti tassi di interesse a breve termine. La tassa è pagata dalle banche e dalle istituzioni finanziarie che traggono profitto dalla volatilità del mercato prendendo posizioni speculative eccessive a breve termine nei mercati valutari.

Quando non si applica la Tobin Tax?
Torna su