Chi sono gli azionisti della Juventus?

Azioni della Juventus

Andrea Agnelli (pronuncia italiana:  [anˈdrɛːaɲˈɲɛlli];[1][2] nato il 6 dicembre 1975, a Torino) è un imprenditore italiano e presidente della società calcistica italiana Juventus F.C.[3] Agnelli è stato membro esecutivo e presidente della European Club Association, ed è stato nominato nel 2015 nel Comitato esecutivo dell’UEFA. È un membro della famiglia di industriali Agnelli. È anche membro del consiglio di amministrazione di Stellantis e Exor.

Agnelli è figlio del defunto presidente della Juventus F.C. e senatore della Repubblica Italiana Umberto Agnelli, amministratore delegato della FIAT dal 1970 al 1976, e di Donna Allegra Caracciolo di Castagneto (nata nel 1945), cugina di primo grado di Marella Agnelli, nata Donna Marella Caracciolo di Castagneto e figlia di Filippo Caracciolo, VIII Principe di Castagneto, III Duca di Melito, e patrizio ereditario di Napoli (1903-1965). Marella, vedova dello zio di Agnelli, Gianni, e Allegra e, quindi, Andrea, sono entrambi membri di un’antica famiglia nobile napoletana che detiene i titoli di Principe di Castagneto e Duca di Melito, tra gli altri.

Relazioni con gli investitori della Juventus

Fondata con il nome di Sport-Club Juventus, inizialmente come società di atletica leggera,[9] è la seconda più antica del suo genere ancora attiva nel paese dopo la sezione calcio del Genoa (1893) e compete ininterrottamente nella massima divisione per club (riformulata in diversi formati fino alla nascita della Serie A nel 1929) fin dal suo esordio nel 1900 dopo aver cambiato nome in Foot-Ball Club Juventus, ad eccezione della stagione 2006-07, essendo gestita dalla famiglia industriale Agnelli quasi ininterrottamente dal 1923. [c] Il rapporto tra il club e tale dinastia è il più antico e lungo dello sport nazionale, facendo della Juventus una delle prime società sportive professionistiche ante litteram del paese,[11] essendosi affermata come una forza importante nel panorama nazionale dagli anni trenta e a livello confederale dalla metà degli anni settanta[12] e diventando una delle prime dieci più ricche del calcio mondiale per valore, ricavi e utili dalla metà degli anni novanta,[13] essendo quotata alla Borsa italiana dal 2001.[14]

  Come funzione il trading?

Dividendo Juventus

L’assemblea degli azionisti della Juventus del 2021 ha avuto luogo oggi con la leadership del club rivolgendosi agli azionisti che hanno sollevato una serie di questioni che circondano il club, le prestazioni sul campo e il futuro pure.

“Il Consiglio di Amministrazione ha appena assegnato cariche e poteri: oltre alla conferma di presidente e vicepresidente, che onora me e Pavel Nedved, il Consiglio ha nominato Maurizio Arrivabene amministratore delegato”.

“Approveremo il bilancio con una perdita di 210 milioni di euro ed è giusto venire qui a spiegare cosa sta succedendo. Rinnoveremo il board e chiederemo un nuovo aumento di capitale da 400 milioni di euro”. Per capire cosa farà la Juventus, è utile contestualizzare il quadro macroeconomico in cui si è mossa la Juve.

  Quanto si guadagna con rendimento etico?

“Un quadro economico sanissimo, in contrasto con quelle che sono tutte le voci che avvertono il malcontento all’interno del nostro settore. Abbiamo giocato 60 partite a porte chiuse dal maggio 2020 fino alla scorsa stagione. Tutte le linee di ricavo sono state messe in discussione, portando a una crisi politica e istituzionale”.

Chi sono gli azionisti della juventus? on line

Il consiglio di amministrazione della Juventus ha approvato le condizioni definitive dell’aumento di capitale da 400 milioni, deciso per far fronte alle perdite derivanti dalla pandemia (e alle spese sostenute negli ultimi anni) e per sostenere il club in vista di nuovi investimenti sostenibili. A partire dal 29 novembre, e fino al 16 dicembre, i vecchi azionisti potranno esercitare il diritto di opzione per acquistare le nuove azioni. I diritti di opzione saranno negoziabili sul mercato Euronext Milano dal 29 novembre al 10 dicembre. I diritti di opzione non esercitati entro il termine del periodo di opzione saranno poi offerti su Euronext Milano nelle date delle sedute di borsa comunicate successivamente.

  Che cosè la sostenibilità Skuola net?

L’azionista di maggioranza Exor ha già fatto sapere che sottoscriverà l’aumento di capitale per la sua quota (63,8%), pari a 255 milioni: 75 sono stati versati in anticipo a fine agosto. Contestualmente è stato firmato l’accordo di garanzia con un pool di banche (Goldman Sachs, Jp Morga n, Mediobanca, UniCredit) che si sono impegnate a sottoscrivere le nuove azioni eventualmente rimaste inoptate al termine dell’asta dei diritti inoptati, per un importo di 145 milioni, cioè la differenza tra il valore complessivo dell’aumento di capitale e la quota di pertinenza di Exor.

Chi sono gli azionisti della Juventus?
Torna su