Chi sono i clienti private?

Chi sono i clienti private?

Il futuro del private banking in Europa

Il private banking è un servizio bancario, di investimento e altri servizi finanziari forniti da banche e istituzioni finanziarie principalmente al servizio di persone con un alto patrimonio (HNWI), definite come coloro che hanno livelli molto alti di reddito o patrimoni considerevoli. Il private banking è un sottoinsieme più esclusivo della gestione patrimoniale, orientato a clienti eccezionalmente ricchi. Il termine “privato” si riferisce al servizio al cliente reso su una base più personale rispetto al retail banking del mercato di massa, solitamente fornito tramite consulenti bancari dedicati. Almeno fino a poco tempo fa, consisteva in gran parte in servizi bancari (presa di depositi e pagamenti), gestione discrezionale del patrimonio, brokeraggio, limitati servizi di consulenza fiscale e alcuni servizi di base di tipo concierge, offerti da un singolo manager di relazione designato.

Il private banking è il modo in cui l’attività bancaria ha avuto origine. Le prime banche a Venezia erano focalizzate sulla gestione delle finanze personali per le famiglie benestanti. Le banche private vennero chiamate “private” per distinguersi dal retail banking e dalle banche di risparmio rivolte alla nuova classe media. Tradizionalmente, le banche private erano legate alle famiglie per diverse generazioni. Spesso consigliavano ed eseguivano tutti i servizi finanziari e bancari per queste famiglie. Storicamente, il private banking si è sviluppato in Europa (vedi la lista delle banche private). Alcune banche in Europa sono note per aver gestito i beni di alcune famiglie reali. I beni della famiglia principesca del Liechtenstein sono gestiti da LGT Group (fondato nel 1920 e originariamente conosciuto come The Liechtenstein Global Trust). I beni della famiglia reale olandese sono gestiti da MeesPierson (fondata nel 1720).[1] I beni della famiglia reale britannica sono gestiti da Coutts (fondata nel 1692).

  Come faccio a comprare azioni Apple?

Private banking vs gestione patrimoniale

POELLATH assiste in primo luogo le famiglie imprenditoriali, gli individui e le fondazioni facoltose, nonché i trust stranieri, nell’ambito di mandati a lungo termine. Il rapporto di fiducia costruito nel corso degli anni ci permette di fornire una consulenza completa e olistica che tiene conto di tutti gli obiettivi e gli interessi del cliente.

POELLATH vi assiste con più di 25 esperti comprovati. Il nostro gruppo di pratica dei clienti privati combina sempre la sua vasta esperienza con le conoscenze pratiche di altri esperti POELLATH, in particolare nei settori del private equity, dei fondi privati, dell’immobiliare e del diritto societario. Pertanto, nelle transazioni e negli investimenti beneficiate del nostro servizio eccellente e senza soluzione di continuità in tutti i settori di lavoro. Se necessario, collaboriamo con specialisti esterni leader a livello nazionale e internazionale. In questi casi, la nostra indipendenza significa che siete liberi di scegliere il consulente esterno di cui avete bisogno o di fidarvi delle nostre raccomandazioni.

Classifica del private banking

Il private banking consiste in servizi e prodotti finanziari personalizzati offerti ai clienti high-net-worth individual (HNWI) di una banca al dettaglio o altra istituzione finanziaria. Include una vasta gamma di servizi di gestione patrimoniale, e tutti forniti sotto lo stesso tetto. I servizi includono l’investimento e la gestione del portafoglio, i servizi fiscali, l’assicurazione e la pianificazione fiduciaria e patrimoniale.

  Dove lavorano i trader?

Mentre il private banking si rivolge a una clientela esclusiva, le banche di consumo e i broker di ogni dimensione lo offrono. Questa offerta è di solito attraverso reparti speciali, soprannominati “private banking” o divisioni di “gestione patrimoniale”.

Il private banking include servizi finanziari comuni come conti correnti e di risparmio, ma con un approccio più personalizzato: Un “relationship manager” o “private banker” viene assegnato ad ogni cliente per gestire tutte le questioni. Il banchiere privato gestisce tutto, dai compiti più complessi, come organizzare un mutuo jumbo, a quelli più banali come pagare le bollette. Tuttavia, il private banking va oltre i CD e le cassette di sicurezza per affrontare l’intera situazione finanziaria di un cliente. I servizi specializzati includono la strategia d’investimento e la consulenza per la pianificazione finanziaria, la gestione del portafoglio, le opzioni di finanziamento personalizzate, la pianificazione della pensione e la trasmissione della ricchezza alle generazioni future.

Conto assegni Fnb

In tempi di alta disoccupazione e crisi sembra essere paradossale che proprio il business dei clienti privati si dimostri spesso come supporto al settore finanziario e che possa portare a rendimenti relativamente stabili per le banche e i clienti. Specialmente il business con i ricchi clienti privati, che è generalmente riassunto nel termine “Private Banking”, ha fatto, secondo uno studio di McKinsey, proprio nel periodo dal 1997 al 2001 rendimenti annuali del 40,8%[1]. Rendimenti che, naturalmente, hanno portato ad un aumento massiccio della concorrenza tra le istituzioni finanziarie di “servizio” ai clienti privati, soprattutto perché il settore del private banking è considerato come uno dei mercati in crescita nei prossimi anni[2]. I concetti di consulenza e servizio dei fornitori di servizi finanziari sono tanto vari quanto i termini che li caratterizzano. Una differenziazione dei segmenti è difficile e principalmente sulla base dell’idea tradizionale di private banking in contrasto con l’apprezzamento dei termini retail banking, private wealth management o family office. Nonostante le difficoltà di definizione di questi vari e tuttavia simili termini, ciò avverrà ora per una migliore comprensione anche per quanto riguarda lo sviluppo di questi vari concetti di servizio.

Chi sono i clienti private?
  Quanto investire minimo in criptovalute?
Torna su