Come funziona un indice?

Indice Sql

Un indice di database è una struttura di dati che migliora la velocità delle operazioni di recupero dei dati su una tabella di database al costo di ulteriori scritture e spazio di archiviazione per mantenere la struttura di dati dell’indice. Gli indici sono usati per localizzare rapidamente i dati senza dover cercare ogni riga di una tabella di database ogni volta che si accede a una tabella di database. Gli indici possono essere creati usando una o più colonne di una tabella di database, fornendo la base sia per una rapida ricerca casuale che per un accesso efficiente ai record ordinati.

Un indice è una copia di colonne selezionate di dati, da una tabella, che è progettata per permettere una ricerca molto efficiente. Un indice normalmente include una “chiave” o un collegamento diretto alla riga originale di dati da cui è stato copiato, per permettere il recupero efficiente della riga completa. Alcuni database estendono la potenza dell’indicizzazione permettendo agli sviluppatori di creare indici sui valori delle colonne che sono stati trasformati da funzioni o espressioni. Per esempio, un indice potrebbe essere creato su upper(last_name), che memorizzerebbe solo le versioni maiuscole del campo last_name nell’indice. Un’altra opzione a volte supportata è l’uso di indici parziali, dove le voci dell’indice sono create solo per quei record che soddisfano qualche espressione condizionale. Un ulteriore aspetto di flessibilità è quello di permettere l’indicizzazione su funzioni definite dall’utente, così come espressioni formate da un assortimento di funzioni integrate.

  Come funziona la leva nei CFD?

Come creare un indice

Ricordiamo che l’indice spaziale è una delle tre caratteristiche chiave di un database spaziale. Gli indici rendono possibile l’uso di un database spaziale per grandi set di dati. Senza indicizzazione, qualsiasi ricerca di una caratteristica richiederebbe una “scansione sequenziale” di ogni record nel database. L’indicizzazione accelera la ricerca organizzando i dati in un albero di ricerca che può essere attraversato rapidamente per trovare un particolare record.

Ora, guardate il contatore “Timing” nell’angolo in basso a destra della finestra della query di pgAdmin ed eseguite quanto segue. La nostra query cerca attraverso ogni singolo blocco di censimento per identificare i blocchi che contengono fermate della metropolitana che iniziano con “B”.

La clausola USING GIST dice a PostgreSQL di usare la struttura dell’indice generico (GIST) quando costruisce l’indice. Se ricevi un errore simile a ERROR: la riga dell’indice richiede 11340 byte, la dimensione massima è 8191 quando crei il tuo indice, probabilmente hai trascurato di aggiungere la clausola USING GIST.

Gli indici di database standard creano un albero gerarchico basato sui valori della colonna da indicizzare. Gli indici spaziali sono un po’ diversi – non sono in grado di indicizzare le caratteristiche geometriche stesse e invece indicizzano le scatole di delimitazione delle caratteristiche.

Mysql uso indice

Ci sono molti tipi di indici in Postgres, così come diversi modi di usarli. In questo articolo diamo una panoramica dei tipi di indici disponibili, e spieghiamo diversi modi di usare e mantenere il tipo di indice più comune: B-Tree.

  Dove investire su Bitcoin?

Un indice è un modo per recuperare in modo efficiente un numero relativamente piccolo di righe da una tabella. È utile solo se il numero di righe da recuperare da una tabella è relativamente piccolo (cioè la condizione per recuperare le righe – la clausola WHERE – è selettiva). Gli indici B-Tree sono utili anche per evitare l’ordinamento.

Ci sono molte ragioni per cui il pianificatore di Postgres può scegliere di non usare un indice. La maggior parte delle volte, il pianificatore sceglie correttamente, anche se non è ovvio il perché. Va bene se la stessa query usa una scansione dell’indice in alcune occasioni ma non in altre. Il numero di righe recuperate dalla tabella può variare in base ai particolari valori costanti che la query recupera. Così, per esempio, potrebbe essere corretto per il query planner usare un indice per la query select * from foo where bar = 1, e tuttavia non usarne uno per la query select * from foo where bar = 2, se ci fossero molte più righe con valori “bar” di 2. Quando questo accade, una scansione sequenziale è in realtà molto più veloce di una scansione con indice, così il query planner ha infatti correttamente giudicato che il costo di eseguire la query in quel modo è inferiore.

Indicizzazione dei database for dummies

Gli indici sono speciali tabelle di ricerca che il motore di ricerca del database può utilizzare per accelerare il recupero dei dati. In parole povere, un indice è un puntatore ai dati in una tabella. Un indice in un database è molto simile a un indice nel retro di un libro.

  Come lavorare online da minorenni?

Per esempio, se si vuole fare riferimento a tutte le pagine di un libro che tratta un certo argomento, si fa prima riferimento all’indice, che elenca tutti gli argomenti in ordine alfabetico e poi si fa riferimento a uno o più numeri di pagina specifici.

La creazione di un indice comporta l’istruzione CREATE INDEX, che permette di dare un nome all’indice, di specificare la tabella e quale colonna o quali colonne indicizzare, e di indicare se l’indice è in ordine crescente o decrescente.

Se viene utilizzata una sola colonna, la scelta dovrebbe ricadere su un indice a colonna singola. Se ci sono due o più colonne che sono usate frequentemente nella clausola WHERE come filtri, l’indice composito sarebbe la scelta migliore.

Come funziona un indice?
Torna su