Come si calcola lindice di indebitamento?

Rapporto debito/valore

L’indice di indebitamento per una data azienda rivela se ha o meno prestiti e, in tal caso, come il suo finanziamento del credito si confronta con le sue attività. Si calcola dividendo le passività totali per le attività totali, con rapporti di debito più alti che indicano gradi più alti di finanziamento del debito. I rapporti di debito possono essere usati per descrivere la salute finanziaria di individui, aziende o governi. Gli investitori e i finanziatori calcolano il rapporto di indebitamento per una società dai suoi principali rendiconti finanziari, come fanno con altri rapporti contabili.

Se un rapporto di indebitamento è buono o meno dipende dai fattori contestuali. Ma in realtà è difficile trovare un numero assoluto. Continuate a leggere per saperne di più sul significato di questi rapporti e su come sono usati dalle società.

Da una prospettiva di rischio puro, rapporti più bassi (0,4 o più bassi) sono considerati migliori rapporti di debito. Dato che l’interesse su un debito deve essere pagato indipendentemente dalla redditività del business, troppo debito può compromettere l’intera operazione se il flusso di cassa si prosciuga. Le aziende incapaci di servire il proprio debito possono essere costrette a vendere attività o dichiarare bancarotta.

Rapporto debito/patrimonio

Il rapporto debito/reddito è l’insieme dei vostri pagamenti mensili del debito diviso per il vostro reddito mensile lordo. Questo numero è un modo in cui i creditori misurano la vostra capacità di gestire i pagamenti mensili per ripagare il denaro che avete intenzione di prendere in prestito.

  Come si usa Plus500 demo?

L’evidenza degli studi sui prestiti ipotecari suggerisce che i mutuatari con un rapporto debito/reddito più alto hanno maggiori probabilità di incorrere in problemi nel fare i pagamenti mensili. Il rapporto debito/reddito del 43% è importante perché, nella maggior parte dei casi, è il rapporto più alto che un mutuatario può avere e ottenere comunque un mutuo qualificato.

Ci sono alcune eccezioni. Per esempio, un piccolo creditore deve considerare il vostro rapporto debito/reddito, ma è autorizzato a offrire un’ipoteca qualificata con un rapporto debito/reddito superiore al 43%. Nella maggior parte dei casi il vostro creditore è un piccolo creditore se ha avuto meno di 2 miliardi di dollari in attività nell’ultimo anno e non ha fatto più di 500 mutui nell’anno precedente.

I creditori più grandi possono ancora fare un prestito ipotecario se il vostro rapporto debito/reddito è superiore al 43%, anche se questo impedisce di essere un mutuo qualificato. Ma dovranno fare uno sforzo ragionevole e in buona fede, seguendo le regole del CFPB, per determinare che avete la capacità di ripagare il prestito.

Rapporto debito a lungo termine

Quando si considera l’acquisto di una casa, è importante conoscere il proprio rapporto debito/reddito (DTI). Se avete già un’alta quantità di debito rispetto al vostro reddito, allora andare avanti con l’acquisto di una casa potrebbe essere rischioso. Anche se sei pronto a fare il salto, potresti avere difficoltà a trovare un prestatore disposto a lavorare con il tuo alto DTI.

  Dove conviene fare trading?

Il rapporto debito/reddito è una percentuale che dice ai prestatori quanti soldi spendi rispetto a quanti soldi hai in arrivo nella tua famiglia. Potete calcolare il vostro DTI sommando i vostri pagamenti mensili del debito minimo e dividendolo per il vostro reddito mensile prima delle tasse.

Quando fate domanda per un mutuo, dovrete soddisfare i requisiti massimi del DTI in modo che il vostro prestatore sappia che non state assumendo più debiti di quelli che potete gestire. Gli istituti di credito preferiscono i mutuatari con un DTI più basso perché ciò indica un minor rischio di insolvenza sul prestito.

Il DTI posteriore include tutti i tuoi debiti mensili minimi richiesti. Oltre alle spese relative all’alloggio, il DTI back-end include tutti i pagamenti minimi mensili richiesti che il tuo prestatore trova sul tuo rapporto di credito. Questo include debiti come carte di credito, prestiti studenteschi, prestiti auto e prestiti personali.

Debito totale

Il rapporto debito/reddito, o DTI, si ottiene dividendo i pagamenti mensili del debito per il reddito lordo mensile. Il rapporto è espresso in percentuale e gli istituti di credito lo usano per determinare quanto bene gestisci i debiti mensili – e se puoi permetterti di ripagare un prestito.

Per calcolare il tuo rapporto debito/reddito, aggiungi tutti i tuoi debiti mensili – pagamenti di affitto o mutuo, prestiti studenteschi, prestiti personali, prestiti auto, pagamenti con carta di credito, supporto per i figli, alimenti, ecc. – e dividete la somma per il vostro reddito mensile. Per esempio, se il vostro debito mensile è pari a 2.500 dollari e il vostro reddito mensile lordo è di 7.000 dollari, il vostro rapporto DTI è circa il 36%. (2,500/7,000=0.357).

  Come si investe su Amazon?

Tenete a mente che altre bollette mensili e obblighi finanziari – utenze, generi alimentari, premi assicurativi, spese sanitarie, asilo nido, ecc. — non fanno parte di questo calcolo. Il vostro prestatore non prenderà in considerazione queste voci di bilancio nella sua decisione su quanto denaro prestarvi. Tenete a mente che solo perché vi qualificate per un mutuo di 300.000 dollari, questo non significa che potete effettivamente permettervi la rata mensile che ne consegue quando si considera il vostro intero budget.

Come si calcola lindice di indebitamento?
Torna su