Cosa significa low carbon?

Economia a basse emissioni di carbonio – deutsch

Le due grandi sfide del XXI secolo sono la lotta contro la povertà e la gestione del cambiamento climatico.    Su entrambe dobbiamo agire con forza ora e ci aspettiamo di continuare a farlo nei prossimi decenni.    La nostra risposta al cambiamento climatico e alla riduzione della povertà definirà la nostra generazione.    Se falliamo su uno di essi, falliremo anche sull’altro. L’attuale crisi dei mercati finanziari e la recessione economica è nuova e immediata, anche se è in corso da alcuni anni. Tutte e tre le sfide richiedono un’azione urgente e decisiva, e tutte e tre possono essere superate insieme attraverso sforzi determinati e concertati in tutto il mondo. Ma pur riconoscendo che dobbiamo rispondere, e rispondere con forza, a tutte e tre le sfide, dovremmo anche riconoscere le opportunità: una risposta ben costruita a una può fornire grandi vantaggi diretti e opportunità per l’altra.

Alcuni potrebbero obiettare che la crisi finanziaria globale e la recessione economica significano che dovremmo ritardare i nostri sforzi per affrontare la povertà e il cambiamento climatico. Ma ritardare sulla povertà condannerebbe milioni di persone a molti altri anni di difficoltà. E ritardare sul cambiamento climatico significherebbe che lo stock di gas serra nell’atmosfera cresce, rendendo il compito di affrontare il problema più costoso e difficile in futuro. Non possiamo permetterci di ritardare. Possiamo e dobbiamo affrontare tutte e tre le sfide insieme.

  Quanto si può guadagnare con il trading?

Riduzione del carbonio

AbstractTutte le visioni di una società a basse emissioni di carbonio si basano sul fatto che in un modo o nell’altro non emettono grandi quantità di anidride carbonica e altri gas serra antropogenici nell’atmosfera, come fanno oggi tante società sviluppate e in via di sviluppo. Tuttavia, al di là di questo, tali visioni differiscono notevolmente nelle loro varie caratteristiche tecniche, comportamentali ed economiche. Una società a basse emissioni di carbonio non è necessariamente una società a basso consumo energetico, e nemmeno una società a basso consumo di combustibili fossili. Per esempio, molti scenari a basse emissioni di carbonio vedono l’impiego diffuso di centrali elettriche a carbone che utilizzano tecnologie di cattura e stoccaggio del carbonio come assi vitali nella transizione verso un futuro a basse emissioni di carbonio, così come l’uso di energie rinnovabili su larga scala e di energia nucleare.Parole chiaveEmissione di carbonio Politica climatica Produttività del carbonio Ridurre l’emissione di carbonio Mezzi di temperatura globale

Neutralità del carbonio

Nella nostra attività ci sono una moltitudine di modi in cui possiamo contribuire a ridurre le emissioni di carbonio, e stiamo intraprendendo un’azione concertata in molte aree per effettuare un cambiamento reale. Ecco cosa stiamo facendo.

Stiamo riducendo le emissioni delle nostre operazioni e dei nostri prodotti, concentrandoci sullo stoccaggio e l’utilizzo di CO2, la decarbonizzazione del gas naturale attraverso le catene di valore dell’idrogeno, le soluzioni di trasporto a basso contenuto di carbonio e l’elettrificazione delle piattaforme.

Il mondo ha bisogno di produttori di energia in grado di fornire energia a prezzi accessibili con minori emissioni. Sfruttare le nostre capacità di ricerca e sviluppo e di innovazione sarà la chiave per sviluppare nuove soluzioni energetiche a un costo competitivo.

  Dove fare trading in Italia?

Ci stiamo concentrando sulle opzioni per mantenere la competitività del petrolio e del gas in un futuro a basse emissioni di carbonio, con sforzi nell’area dello stoccaggio e dell’utilizzo di CO2, della decarbonizzazione del gas naturale attraverso le catene di valore dell’idrogeno e delle soluzioni di trasporto di carburante a basse emissioni di carbonio.

Come operatore abbiamo catturato e immagazzinato più di 23 milioni di tonnellate di CO2 fino ad oggi. Ora stiamo cercando di sviluppare nuovi modelli di business per rendere la CCS commercialmente fattibile e decarbonizzare la nostra produzione di petrolio e gas.

Paesi a zero emissioni di carbonio

Un’economia a bassa emissione di carbonio (LCE) o un’economia decarbonizzata[1] è un’economia basata su fonti di energia che producono bassi livelli di emissioni di gas serra (GHG). Le emissioni di gas serra dovute all’attività antropica (umana) sono la causa dominante del cambiamento climatico osservato dalla metà del 20° secolo.[2] La continua emissione di gas serra può causare cambiamenti duraturi in tutto il mondo, aumentando la probabilità di effetti gravi, pervasivi e irreversibili per le persone e gli ecosistemi.[2]

Passare a un’economia a basse emissioni di carbonio su scala globale potrebbe portare benefici sostanziali sia per i paesi sviluppati che per quelli in via di sviluppo.[3] Molti paesi del mondo stanno progettando e attuando strategie di sviluppo a basse emissioni (LEDS). Queste strategie cercano di raggiungere obiettivi di sviluppo sociale, economico e ambientale, riducendo al contempo le emissioni di gas serra a lungo termine e aumentando la resilienza agli effetti del cambiamento climatico.[4]

  Does J.P. Morgan pay well?

Le economie a basse emissioni di carbonio implementate a livello globale sono quindi proposte come un precursore dell’economia più avanzata a zero emissioni di carbonio. L’indice GeGaLo dei guadagni e delle perdite geopolitiche valuta come la posizione geopolitica di 156 paesi potrebbe cambiare se il mondo passasse completamente alle risorse energetiche rinnovabili. Gli ex esportatori di combustibili fossili dovrebbero perdere potere, mentre le posizioni degli ex importatori di combustibili fossili e dei paesi ricchi di risorse energetiche rinnovabili dovrebbero rafforzarsi.[5]

Cosa significa low carbon?
Torna su