Cosa sono i criteri di sostenibilità?

Cosa sono i criteri di sostenibilità?

Tre pilastri della sostenibilità

Accogliamo con favore le proposte di progetto che mirano a generare risultati positivi dal punto di vista ambientale o climatico. Ogni richiesta e domanda di progetto che ci viene inviata viene valutata dal punto di vista ambientale dal nostro team di esperti ambientali. Siamo particolarmente interessati a progetti di piccola e media scala con un alto valore dimostrativo, vale a dire progetti che hanno il potenziale per crescere e generare impatti ambientali che sono ordini di grandezza superiori all’investimento iniziale. Il nostro obiettivo finale è quello di trovare soluzioni che beneficino l’ambiente e il clima in modo efficiente in termini di costi.

L’impatto positivo sul clima può essere ottenuto, per esempio, migliorando l’efficienza energetica o sostituendo i combustibili fossili con fonti di energia rinnovabili. Nel settore delle acque reflue, siamo particolarmente interessati al monitoraggio della domanda biologica di ossigeno e degli scarichi di fosforo e azoto.

Quando forniamo finanziamenti per progetti industriali, diamo particolare attenzione alle misure che possono migliorare l’efficienza dei materiali riducendo l’uso di materie prime, metalli, prodotti chimici o acqua. Diamo anche grande importanza alle misure che possono sostituire le sostanze chimiche pericolose, mitigare il rilascio di inquinanti tossici o ridurre le emissioni di gas serra.

Definizione facile della sostenibilità

I criteri e le metriche di qualità comuni si riferiscono a criteri e metriche di qualità ben noti dai modelli di qualità standard per il software, ad esempio ISO 25000 (SQuaRE). La riusabilità, che è la capacità dei componenti del software di essere riutilizzati in altri sistemi software, riduce gli sforzi per sviluppare altri sistemi software e quindi riduce gli impatti ambientali della fase di sviluppo [1]; la modificabilità, la capacità di implementare rapidamente i cambiamenti del software, riduce gli impatti ambientali che risultano dallo sviluppo e dal mantenimento di un sistema software [1]. L’usabilità e l’accessibilità del software contribuiscono agli aspetti sociali, in quanto rendono il software più facile da imparare, più accessibile agli utenti con disabilità, o più accessibile alle persone che non hanno accesso a computer con sufficienti prestazioni o dimensioni dello schermo [1].La prevedibilità, che si riferisce al processo di sviluppo stesso, è la capacità degli sviluppatori di stimare accuratamente i giorni-persona per le caratteristiche richieste. Questo contribuisce agli aspetti sociali, poiché migliora le condizioni di lavoro degli sviluppatori riducendo la probabilità di lavoro straordinario [1].

  Cosa spetta ad ogni azione?

Principi di sostenibilità

Oltre al loro senso estetico, tutti i marchi selezionati hanno una o due cose in comune: il loro desiderio fondamentale di ridurre il loro impatto sul nostro ambiente e di creare un cambiamento nel loro settore. Sappiamo che la sostenibilità e il consumo non vanno facilmente di pari passo, ma nella cura dei nostri prodotti diamo grande valore alla selezione di marchi che hanno ancorato la trasparenza, l’economia circolare e la consapevolezza ambientale nel loro nucleo del marchio.I prodotti che presentiamo sono attentamente curati e ritenuti responsabili di almeno due dei nostri criteri di sostenibilità:

I prodotti Fairtrade garantiscono condizioni eque e sicure per i lavoratori ed escludono il lavoro minorile. Con prezzi superiori al livello del mercato mondiale, Fairtrade porta, tra l’altro, al sostentamento di molti piccoli agricoltori e, attraverso il premio Fairtrade, rende possibile la costruzione di scuole, per esempio.Fair & Social può anche essere produzione nel quadro di un progetto sociale, per esempio un laboratorio per disabili.

  Come faccio a capire quanto pago un obbligazione?

I prodotti durevoli sono caratterizzati da materiali robusti e dalla loro durata. Grazie al loro design senza tempo e all’alto valore, hanno un’aspettativa di vita che supera i normali cicli di prodotti e tendenze.

Esempi di criteri di sostenibilità

C’è l’opinione che i governi nazionali dovrebbero sostenere le iniziative di sostenibilità e l’istituzione di criteri di sostenibilità. I costi ambientali di un prodotto dovrebbero essere internalizzati nei prezzi di mercato. Le ONG dovrebbero essere coinvolte nelle attività di monitoraggio. I prezzi minimi dovrebbero essere usati per garantire un reddito equo e la cura dell’ambiente [62].Le richieste di combinare gli sforzi delle istituzioni internazionali e nazionali sono state rese sempre più esplicite. Sono state espresse speranze che questo approccio abbia il potenziale di neutralizzare gli effetti negativi del libero scambio globale e di tenere a freno il potere delle imprese [63]. Per esempio, il Clean Development Mechanism (CDM), che è un’iniziativa internazionale, richiede una conferma esplicita dello stato che ospita un progetto, che il suo sviluppo contribuirà alla sostenibilità del territorio dello stato. Un’approvazione dello stato ospitante non può, tuttavia, sostituire i criteri di sostenibilità concordati. È necessario valutare i rischi di un aumento della burocrazia e delle opportunità decisionali per i paesi in via di sviluppo con una governance indebolita [64].

Cosa sono i criteri di sostenibilità?
  Cosa sono le imprese sostenibili?
Torna su