Quali materie prime acquistare?

Caffè di materie prime

Cos’è l’inventario delle materie prime? L’inventario delle materie prime è il costo totale di tutti i componenti attualmente in magazzino che non sono ancora stati utilizzati nella produzione di prodotti finiti o in corso di lavorazione. Ci sono due sottocategorie di materie prime, che sono:Presentazione delle scorte di materie primeIl costo delle materie prime a disposizione alla data del bilancio appare nello stato patrimoniale come un’attività corrente. Le materie prime possono essere aggregate in una singola voce di inventario nello stato patrimoniale che include anche il costo delle scorte di prodotti finiti e in corso di lavorazione.

Contabilità dell’inventario delle materie primeLe materie prime di tutti i tipi sono inizialmente registrate in un conto delle attività di magazzino con un debito al conto dell’inventario delle materie prime e un credito al conto dei debiti. Quando le materie prime sono consumate, il trattamento contabile varia, a seconda del loro status di materiali diretti o indiretti. La contabilità è: Le materie prime possono a volte essere dichiarate obsolete, forse perché non sono più usate nei prodotti dell’azienda, o perché si sono degradate mentre erano in magazzino, e quindi non possono più essere usate. Se è così, sono tipicamente addebitate direttamente al costo delle merci vendute, con un credito di compensazione al conto dell’inventario delle materie prime.Related CoursesAccounting for InventoryHow to Audit InventoryInventory Management

Mercato delle materie prime

Il 100% del profitto che generiamo va ai produttori che rappresentiamo a livello globale. Lavoriamo con una rete crescente di piccoli coltivatori, insieme a compratori di caffè globali dedicati, per facilitare il commercio a prezzi stabili e sostenibili, migliorando al contempo la qualità del caffè, i rendimenti e i risultati della comunità.

  Dove acquistare il grafene?

Produttori di Tierra Blanca, Union San Pedro con Thomas di Red Beetle e Al e Miguel di Raw Material. Oaxaca, Messico.*Immaginato nel banner qui sopra è Twagirinshuti Germain, che ora possiede una casa di nuova costruzione con la sua famiglia, grazie ai sostenitori del Nyabihu Rwandan Landslide Appeal 2020.

Ameta, responsabile di Raw Material Timor-Leste che mostra l’importanza dei mulini umidi comunitari ai produttori di Atsabe, Timor-Leste.* Nella foto del banner qui sopra è Rubiel Orego, proprietario di Finca La Aurora, il punto di acquisto comunitario per i produttori di Villamaría, Colombia.

Lo sapevi che quasi la metà dei piccoli produttori di caffè a livello globale vive al di sotto della soglia di povertà? E di questo gruppo, il 22% vive in estrema povertà. Nel frattempo, il valore del mercato del caffè speciale raddoppierà per raggiungere 80 miliardi di dollari entro il 2025. Per noi, questa è una realtà assurda: noi facciamo le cose in modo diverso. Lavorando insieme, i profitti di un produttore possono essere massimizzati attraverso il caffè che compri.

Formula di acquisto di materie prime

Ci sono 3 tipi di inventario che la maggior parte dei produttori e commercianti possono incontrare. Questi sono Materie prime, Lavori in corso e Prodotti finiti. Le materie prime sono i materiali di base che un produttore acquista dai fornitori per costruire prodotti finiti.

I materiali diretti sono componenti che possono essere facilmente collegati a un prodotto finito. Per esempio, se il vostro prodotto finito è un orologio di legno, allora un materiale diretto sarebbe il legno che va a fare l’orologio; questa materia prima è facile da ricondurre al suo stato originale e la quantità usata in ogni prodotto è probabile che sia quasi identica. Tuttavia la colla usata per fare l’orologio è meno facilmente quantificabile e misurabile, quindi è un materiale indiretto.

  Come si guadagna con le valute?

Le materie prime non devono necessariamente essere nel loro stato inalterato. Per esempio, se il prodotto finito che viene fabbricato è un frullatore, allora le materie prime per il frullatore potrebbero includere l’acciaio inossidabile per fare le lame e il motore, acquistato come parte completa da un fornitore.

Materie prime – deutsch

I leader della supply chain sono preoccupati, e molti stanno scegliendo di trasferire alcune o la maggior parte delle loro operazioni come risultato. Ma devo chiedermi se questa decisione debba essere così binaria. Ci sono molte più opzioni disponibili – soprattutto perché gran parte della discussione sul reshoring sembra sia reazionaria ed eccessivamente semplicistica, spesso infusa di retorica politica e raramente riflette l’eccezionale complessità che comporta il cambiamento dei modelli di sourcing o la costruzione di capacità.

Francamente, non possiamo sempre camminare sul filo del rasoio di Occam, cercando la soluzione più semplice a un problema complesso. Non si può, per esempio, aggiungere semplicemente una capacità produttiva incrementale con uno schiocco di dita. Ci vogliono anni per costruire le capacità di produzione, con molti ostacoli tra la data del concetto iniziale e il primo prodotto che esce dalla linea di produzione. Anche allora, rimarrebbe un’enorme dipendenza dalle materie prime di provenienza globale.

  Come funzionano le obbligazioni bancarie?

Come esempio reale e quotidiano, consideriamo una fragranza usata in un lavaggio del corpo. Potrebbe richiedere 15-20 ingredienti o prodotti chimici, ognuno potenzialmente proveniente da una diversa regione del mondo, e ognuno soggetto al suo profilo di rischio isolato. Aggiungete a questo le sostanze chimiche conservanti, i tamponi, i tensioattivi, i coloranti o la chimica di omogeneizzazione necessari per completare il lavaggio del corpo – e questo riguarda solo la sua fragranza. Mentre il reshoring può sembrare una grande idea sulla carta, l’esecuzione è piena di problemi. E quando distilliamo tutte le opzioni potenziali per mitigare il rischio totale della catena di approvvigionamento e di sourcing, la soluzione migliore nel breve-medio termine è molto probabilmente un composto di pratiche multiple di sourcing e inventario, incluso – ma non esclusivamente – il reshoring.

Quali materie prime acquistare?
Torna su