Quali sono gli investimenti ESG?

Punteggio Esg

L’investimento ESG, che in genere valuta i fattori elencati di seguito, offre un modo per investire in fondi che considerano le questioni ambientali, sociali e di governance. Potreste sentire il termine usato in modo intercambiabile con “investimento socialmente responsabile (SRI)” e “investimento sostenibile”.

I nostri fondi ESG investono in azioni e obbligazioni con diversi stili e obiettivi d’investimento. Sono un ottimo modo per completare il vostro portafoglio con fondi che riflettono i vostri valori. La maggior parte dei nostri fondi sono indicizzati e seguono una strategia di esclusione che esclude le società che non soddisfano determinati criteri ESG. Attualmente abbiamo un fondo attivo con una strategia integrata che include aziende che fanno passi avanti verso le pratiche ESG.

Includere regolarmente i fattori ESG accanto alla tradizionale analisi degli investimenti effettuata dai gestori di fondi attivi. Questa strategia non richiede che il fondo escluda un’azienda, un settore o un paese solo perché è coinvolto in un’attività commerciale che può essere discutibile per alcuni. Esempio: Il gestore del portafoglio sceglie di includere le azioni di una società energetica ben performante che sta navigando in modo ponderato nella transizione dai combustibili fossili alle risorse sostenibili.

Strategia Esg

La neutralità di questo articolo è contestata. La discussione pertinente può essere trovata sulla pagina di discussione. Si prega di non rimuovere questo messaggio fino a quando non saranno soddisfatte le condizioni per farlo. (Ottobre 2021) (Impara come e quando rimuovere questo messaggio template)

Environmental, Social, and Corporate Governance (ESG) è una valutazione della coscienza collettiva di un’azienda per i fattori sociali e ambientali. È tipicamente un punteggio che è compilato da dati raccolti intorno a metriche specifiche relative a beni intangibili all’interno dell’impresa. Potrebbe essere considerato una forma di punteggio di credito sociale aziendale. Queste tre ampie categorie sono definite per definire gli “investitori socialmente responsabili”, cioè gli investitori che considerano importante incorporare i loro valori e preoccupazioni (come le preoccupazioni ambientali, di governance o della comunità) e che formano la decisione di investimento piuttosto che solo la redditività potenziale verso.[1]

  Qual è il rischio quando si investe in un obbligazione?

La ricerca mostra che tali beni intangibili comprendono una percentuale crescente del futuro valore d’impresa.[2][3] Mentre ci sono molti modi di pensare alle metriche dei beni intangibili, questi tre fattori centrali insieme, ESG, comprendono un’etichetta che è stata adottata in tutto il settore finanziario degli Stati Uniti. Sono utilizzati per una miriade di scopi specifici con l’obiettivo finale di misurare gli elementi relativi alla sostenibilità e all’impatto sociale di un’azienda o di un’attività.[4] MSCI, un’agenzia globale di rating ESG utilizza il termine dal punto di vista degli investimenti e definisce l’ESG Investing come la considerazione dei fattori ambientali, sociali e di governance accanto ai fattori finanziari nel processo decisionale di investimento.[5] Allo stesso modo, S&P sottolinea che attraverso l’ESG investing, i partecipanti al mercato considerano nel loro processo decisionale i modi in cui i rischi e le opportunità ambientali, sociali e di governance (ESG) possono avere un impatto materiale sulla performance delle aziende. Gli investitori che usano ESG nel loro processo decisionale sono in grado di investire in modo sostenibile mantenendo lo stesso livello di rendimento finanziario che avrebbero con un approccio di investimento standard”.[6]

  Quanto vale Wall Street?

Esg på svenska

I criteri ambientali, sociali e di governance (ESG) sono una serie di standard per le operazioni di un’azienda che gli investitori socialmente consapevoli usano per selezionare i potenziali investimenti. I criteri ambientali considerano come un’azienda si comporta come amministratore della natura. I criteri sociali esaminano come gestisce le relazioni con i dipendenti, i fornitori, i clienti e le comunità in cui opera. La governance riguarda la leadership di un’azienda, la retribuzione dei dirigenti, le revisioni, i controlli interni e i diritti degli azionisti.

Gli investitori (in particolare le generazioni più giovani) hanno, negli ultimi anni, mostrato interesse nel mettere i loro soldi dove sono i loro valori. Di conseguenza, le società di intermediazione e le società di fondi comuni hanno iniziato a offrire exchange traded funds (ETF) e altri prodotti finanziari che seguono criteri ESG.

I robo-consulenti, come Betterment e Wealthfront, li hanno utilizzati per fare appello a questi investitori. Secondo il rapporto più recente della fondazione statunitense SIF, all’inizio del 2020 gli investitori detenevano 17,1 trilioni di dollari in attività scelte secondo i criteri ESG, in aumento rispetto ai 12 trilioni di dollari di appena due anni prima.

Quando è nato l’ESG

I criteri ambientali, sociali e di governance (ESG) sono una serie di standard per le operazioni di un’azienda che gli investitori socialmente consapevoli usano per selezionare i potenziali investimenti. I criteri ambientali considerano come un’azienda si comporta come amministratore della natura. I criteri sociali esaminano come gestisce le relazioni con i dipendenti, i fornitori, i clienti e le comunità in cui opera. La governance riguarda la leadership di un’azienda, la retribuzione dei dirigenti, le revisioni, i controlli interni e i diritti degli azionisti.

  Cosa fa variare il prezzo delle criptovalute?

Gli investitori (in particolare le generazioni più giovani) hanno, negli ultimi anni, mostrato interesse nel mettere i loro soldi dove sono i loro valori. Di conseguenza, le società di intermediazione e le società di fondi comuni hanno iniziato a offrire exchange traded funds (ETF) e altri prodotti finanziari che seguono criteri ESG.

I robo-consulenti, come Betterment e Wealthfront, li hanno utilizzati per fare appello a questi investitori. Secondo il rapporto più recente della fondazione statunitense SIF, all’inizio del 2020 gli investitori detenevano 17,1 trilioni di dollari in attività scelte secondo i criteri ESG, in aumento rispetto ai 12 trilioni di dollari di appena due anni prima.

Quali sono gli investimenti ESG?
Torna su