Quanta potenza serve per minare un Bitcoin?

Quanta elettricità usa il crypto mining

Il mining di Bitcoin è il processo con cui vengono messi in circolazione nuovi bitcoin. È anche il modo in cui la rete conferma le nuove transazioni ed è una componente critica del mantenimento e dello sviluppo del libro mastro della blockchain. Il “mining” viene eseguito utilizzando un hardware sofisticato che risolve un problema matematico computazionale estremamente complesso. Il primo computer che trova la soluzione al problema riceve il prossimo blocco di bitcoin e il processo ricomincia.

Il mining di criptovalute è minuzioso, costoso e solo sporadicamente gratificante. Tuttavia, il mining ha un fascino magnetico per molti investitori che sono interessati alle criptovalute a causa del fatto che i minatori ricevono una ricompensa per il loro lavoro con i token delle criptovalute. Questo può essere dovuto al fatto che i tipi imprenditoriali vedono il mining come un penny dal cielo, come i cercatori d’oro della California nel 1849. E se sei tecnologicamente incline, perché non farlo?

La ricompensa in bitcoin che i minatori ricevono è un incentivo che motiva le persone ad assistere allo scopo primario del mining: legittimare e monitorare le transazioni Bitcoin, assicurandone la validità. Poiché molti utenti in tutto il mondo condividono queste responsabilità, Bitcoin è una criptovaluta “decentralizzata”, o una criptovaluta che non si affida a nessuna autorità centrale come una banca centrale o un governo per supervisionare la sua regolamentazione.

  Come monitorare investimenti?

Bitcoin co2

Bitcoin e altre criptovalute stanno, a seconda di chi vi parla, conquistando il mondo. Hanno fatto irruzione sulla scena negli ultimi anni, con il 2021 che le ha viste a nuovi livelli di esposizione; sono ormai ovunque, ed è difficile passare una giornata senza vedere o sentire qualche riferimento al Bitcoin o ad altre criptovalute. Quanto tempo ci vuole per estrarre un Bitcoin? Ci vogliono circa 10 minuti per estrarre un solo Bitcoin, anche se questo avviene con hardware e software ideali, che non sono sempre accessibili e di cui solo pochi utenti possono vantare il lusso. Più comunemente e ragionevolmente, la maggior parte degli utenti può estrarre un Bitcoin in 30 giorni.Si può estrarre un Bitcoin gratis? Tecnicamente, l’estrazione del Bitcoin può essere fatta gratuitamente, poiché il software non ha costi associati. Tuttavia, ci sono enormi costi legati alle spese per l’hardware e l’elettricità. L’attrezzatura per il mining richiede molta potenza, e potrebbe costare fino a 73.000 dollari per elaborare un Bitcoin, a seconda dei costi dell’elettricità nella propria zona.È possibile unirsi a un pool di minatori per sfruttare la potenza di calcolo dell’hardware di proprietà di diversi minatori, ma poi ogni minatore riceve solo una parte del Bitcoin estratto.

Quanta energia per estrarre 1 btc

Eric Rosenberg è uno scrittore finanziario con più di un decennio di esperienza nel settore bancario e della contabilità aziendale. È specializzato nello scrivere di criptovalute, investimenti e banche tra gli altri argomenti di finanza personale. Eric ha un MBA in finanza presso l’Università di Denver.

  Quanto si guadagna investendo in ETF?

Erika Rasure, è la fondatrice di Crypto Goddess, la prima comunità di apprendimento curata per le donne per imparare a investire i loro soldi – e loro stesse – in criptovalute, blockchain, e il futuro della finanza e dei beni digitali. È una terapeuta finanziaria ed è riconosciuta a livello mondiale come esperta di finanza personale e criptovaluta ed educatrice.

Bitcoin è una valuta digitale alimentata da molti computer in tutto il mondo che lavorano per mantenere la blockchain Bitcoin, un database pubblico di tutte le transazioni sulla rete mai effettuate. I minatori di Bitcoin competono per registrare e verificare ufficialmente la transazione e guadagnare bitcoin come ricompensa.

Queste transazioni sono verificate risolvendo complessi problemi crittografici e matematici per i quali i minatori di Bitcoin usano molta energia. Insieme, usano più elettricità di molti paesi. Ecco uno sguardo a quanta energia ci vuole per creare nuovi bitcoin e quanta energia usa la rete Bitcoin ogni giorno.

Consumo energetico della blockchain

Quanta energia ci vuole per estrarre un bitcoin? In questa valutazione troviamo che una media di 143.000 kWh di energia è necessaria per produrre un bitcoin. Il nostro metodo per scoprire la quantità di energia necessaria per estrarre un bitcoin utilizza i dati dei modelli ASIC rilevanti, la dimensione della rete e la redditività attuale del miner.

Calcoliamo anche il tasso di produzione di bitcoin e lo usiamo per trovare quanta energia consuma l’intera rete. Scopriamo che la rete di Bitcoin usa una media di 128.248 MWh, o 128 GWh di elettricità al giorno per produrre 900 bitcoin. Ma questa stima cambia sempre insieme alla dimensione dell’hash rate e ad altri fattori.

  Come posso investire i miei soldi?

Chiudiamo con una nota sulla futura crescita della rete di Bitcoin e la domanda di energia… Scopri perché crediamo che Bitcoin sia un capro espiatorio per il suo consumo energetico. Inoltre, scopri perché crediamo che la crescita dell’hash rate possa rallentare e non sia lineare.

Il miglior miner ASIC sul mercato è attualmente Antminer S19 Pro 110 terahash al secondo (TH/s) di Bitmain. Questo modello ospita un paio di centinaia di chip microprocessori TSMC 7nm. Consuma 3250 watt (W) di potenza all’ora con un’efficienza di 29,5 W/TH. Ma una sola macchina impiega circa 3 anni per produrre un bitcoin.

Quanta potenza serve per minare un Bitcoin?
Torna su