Quante sono le strategie ESG?

Sviluppo Esg

Investire in modo sostenibile significa investire nel progresso e riconoscere che le aziende che risolvono le maggiori sfide del mondo possono essere meglio posizionate per crescere. Si tratta di essere pionieri di modi migliori di fare affari e di creare lo slancio per incoraggiare sempre più persone a scegliere il futuro che stiamo lavorando per creare.

La nostra convinzione di investimento è che il rischio climatico è un rischio di investimento e che l’integrazione di considerazioni sul clima e sulla sostenibilità nei processi di investimento può aiutare gli investitori a costruire portafogli più resilienti e ad ottenere migliori rendimenti a lungo termine, corretti per il rischio.

Una transizione verso lo zero netto richiede una trasformazione dell’intera economia. Tutte le aziende saranno profondamente colpite da questo cambiamento. Mentre la transizione sarà inevitabilmente complessa e difficile, è essenziale per costruire un’economia più resiliente che benefici più persone.

Come investitore fiduciario, lavoriamo per conto dei nostri clienti, i proprietari dei beni. Come un grande investitore, siamo in grado – e sentiamo la responsabilità – di monitorare le società in cui investiamo e di impegnarci con loro in modo costruttivo e privato quando crediamo che ciò possa aiutare a preservare gli interessi dei clienti.

Investire in ESG: pratiche, progressi e sfide

I criteri ambientali, sociali e di governance (ESG) sono una serie di standard per le operazioni di un’azienda che gli investitori socialmente consapevoli usano per selezionare i potenziali investimenti. I criteri ambientali considerano come un’azienda si comporta come amministratore della natura. I criteri sociali esaminano come gestisce le relazioni con i dipendenti, i fornitori, i clienti e le comunità in cui opera. La governance riguarda la leadership di un’azienda, la retribuzione dei dirigenti, le revisioni, i controlli interni e i diritti degli azionisti.

  Come si chiama colui che gioca in Borsa?

Gli investitori (in particolare le generazioni più giovani) hanno, negli ultimi anni, mostrato interesse nel mettere i loro soldi dove sono i loro valori. Di conseguenza, le società di intermediazione e le società di fondi comuni hanno iniziato a offrire exchange traded funds (ETF) e altri prodotti finanziari che seguono criteri ESG.

I robo-consulenti, come Betterment e Wealthfront, li hanno utilizzati per fare appello a questi investitori. Secondo il rapporto più recente della fondazione statunitense SIF, all’inizio del 2020 gli investitori detenevano 17,1 trilioni di dollari in attività scelte secondo i criteri ESG, in aumento rispetto ai 12 trilioni di dollari di appena due anni prima.

Volume di investimento Esg

Un approccio in cui gli investimenti leader o con le migliori performance all’interno di un universo, categoria o classe sono selezionati o ponderati in base a criteri ESG. Questo approccio comporta la selezione o la ponderazione delle aziende o dei beni con le migliori performance o più performanti, come identificati dall’analisi ESG, all’interno di un universo d’investimento definito. Questo approccio include la Best-in-Class, best-in-universe e best-effort.

Attività di coinvolgimento e proprietà attiva attraverso il voto delle azioni e l’impegno con le aziende su questioni ESG. Questo è un processo a lungo termine, che cerca di influenzare il comportamento o di aumentare la divulgazione. L’impegno e il voto sulla sola corporate governance sono necessari, ma non sufficienti per essere conteggiati in questa strategia.

  Quanti soldi in banca a 40 anni?

L’inclusione esplicita da parte dei gestori patrimoniali dei rischi e delle opportunità ESG nell’analisi finanziaria tradizionale e nelle decisioni di investimento basate su un processo sistematico e su fonti di ricerca appropriate. Questo tipo comprende la considerazione esplicita dei fattori ESG accanto ai fattori finanziari nell’analisi tradizionale degli investimenti. Il processo di integrazione si concentra sull’impatto potenziale (positivo e negativo) delle questioni ESG sulle finanze aziendali, che a loro volta possono influenzare la decisione di investimento.

Statistiche ESG

Dopo aver sentito gli evangelisti e gli early adopters decantare le sue virtù per più di un decennio, gli investimenti ESG (Environmental, Social and Governance) hanno registrato un anno di svolta nel 2020. L’ultimo trimestre dell’anno si è rivelato un momento spartiacque in quanto le strategie ESG hanno portato flussi record di 152 miliardi di dollari, raggiunto livelli record di patrimonio di 1,6 trilioni di dollari e guidato un numero record di 196 lanci di prodotti.1

Dall’esterno, sembra che l’ESG stia conquistando gli investitori. Ma mentre il successo è degno di nota, dà anche agli investitori e al settore degli investimenti motivo di fermarsi e porre una domanda critica: “Cosa stiamo cercando di fare esattamente?”

  Quanto costano le azioni del Milan?

I risultati di una serie di sondaggi con professionisti della finanza, investitori istituzionali e selezionatori di fondi rilasciati tra il 2020 e il 2021 mostrano che la risposta non è sempre chiara. Le motivazioni sono molte, i dubbi sul successo degli investimenti devono essere affrontati, e sono necessarie misure più concrete dei risultati non finanziari.

Ora che le strategie ESG stanno guadagnando trazione, è necessaria una maggiore chiarezza non solo per mantenere lo slancio, ma soprattutto per stabilire aspettative realistiche per i risultati finanziari e l’impatto sociale. In molti modi, la questione di ciò che gli investitori stanno cercando di realizzare si divide in due campi: Fare un mondo migliore o essere un investitore migliore.

Quante sono le strategie ESG?
Torna su