Quanto rendono 1000 euro in banca?

Come investire in azioni in Germania

La Germania ha una forte cultura dell’investimento, con prodotti che vanno dall’eccellente all’assolutamente discutibile; tanto che un investimento qui dovrebbe essere visto come un esercizio imprenditoriale con “attenzione all’investitore” come una parola d’ordine costante e molto seria.

Spesso è utile utilizzare una “piattaforma” per amministrare gli investimenti tedeschi. Gli investitori mantengono sempre la proprietà dei loro beni, ma la raccolta di dividendi e pagamenti da azioni, obbligazioni e fondi è automatizzata ed efficiente. Soprattutto, i costi annuali dell’uso di una piattaforma sono bassi.

I cittadini americani possono investire in azioni, obbligazioni e fondi, a patto che lo facciano tramite una piattaforma che sia disposta a fare i necessari rapporti sul reddito all’IRS. La maggior parte delle organizzazioni tedesche si rifiuta di farlo, diffidando delle sanzioni in caso di errore o omissione. Ci sono comunque abbastanza piattaforme professionali disponibili per gli investitori americani residenti in Germania per poter fare una selezione ponderata.

La tradizione in Germania è stata a lungo quella di acquistare prodotti finanziari da una delle numerosissime banche del paese. Un investitore deve essere consapevole dei rischi che comporta l’utilizzo di questa fonte di consulenza e prodotto. Il sistema delle banche commerciali e di risparmio tedesche è un’efficiente macchina di vendita, priva di forti controlli o di una seria supervisione da parte delle autorità centrali e felicemente svincolata da qualsiasi legge di protezione del consumatore, se non la più minima.

  Come Scegliere le azioni su cui investire?

Come fare 1.000 euro velocemente

Chi vorrebbe investire 1000 euro, si trova fondamentalmente davanti a una decisione simile a quella degli investitori con più capitale. Da un lato, alti rendimenti attirano, che però sono afflitti da rischi, dall’altro la sicurezza può essere acquistata per così dire, facendo a meno di tassi di interesse interessanti.

La domanda sul perché uno dovrebbe investire 1000 euro e non spendere è effettivamente giustificata. Chi rimanda gli acquisti dovrebbe ora considerare se una lavatrice o un nuovo notebook potrebbero essere acquistati se c’è abbastanza denaro disponibile.

Lo stesso vale per i debiti eventualmente esistenti, che dovrebbero essere riscattati assolutamente nel grembiule. In altre parole, investire 1000 euro ha senso solo se i debiti non esistono allo stesso tempo, dato che l’interesse per il dispo o altri prestiti è solitamente molto più alto delle possibili aspettative di rendimento.

Una volta che questi ostacoli sono stati superati ed è chiaro che né i debiti devono essere ripagati né devono essere fatti grandi acquisti, vale la pena investire in ogni 1000 euro e non semplicemente “lasciarli in giro”. Ma quale procedura promette più successo?

Come investire in Germania

Il valore nominale di un titolo, spesso indicato come valore nominale, è il suo prezzo di rimborso ed è normalmente indicato sul fronte del titolo. Per quanto riguarda le obbligazioni e le azioni, è il valore dichiarato di un titolo emesso, al contrario del suo valore di mercato. In economia, i valori nominali si riferiscono al tasso non rettificato o al prezzo corrente, senza prendere in considerazione l’inflazione o altri fattori, in contrapposizione ai valori reali, dove gli aggiustamenti sono fatti per i cambiamenti generali del livello dei prezzi nel tempo.

  Per cosa si usa il grafene?

Il valore nominale è una componente critica di molti calcoli di obbligazioni e azioni privilegiate, compresi i pagamenti degli interessi, i valori di mercato, gli sconti, i premi e i rendimenti. Il valore nominale delle azioni ordinarie sarà solitamente molto più basso del loro valore di mercato a causa di considerazioni di domanda e offerta, mentre il valore nominale delle azioni privilegiate dovrebbe essere più in linea con il loro valore di mercato. Il valore nominale di un’obbligazione varierà dal suo valore di mercato in base ai tassi di interesse di mercato.

I valori nominali e reali giocano anche un ruolo vitale in economia, se si prende in considerazione il PIL nominale contro il PIL reale o i tassi di interesse nominali contro i tassi di interesse reali. I valori reali tengono conto dei cambiamenti del potere d’acquisto. Mentre il tasso di rendimento nominale riflette i guadagni di un investitore come percentuale del suo investimento iniziale, il tasso di rendimento reale prende in considerazione l’inflazione e il potere d’acquisto effettivo dei guadagni dell’investitore.

Come fa la Germania ad attirare gli investimenti stranieri

Ora ecco la differenza con i miei amici statunitensi. Non ho prestiti per studenti, non voglio comprare un’auto, non ho debiti per spese mediche (né li avrò mai, perché la sanità è gratuita), non ho intenzione di comprare una casa a breve e non ho debiti con le carte di credito.

  Come scegliere i fondi comuni?

1: Basse commissioni significa: un Total Expense Ratio inferiore allo 0,5%. Un dettaglio a cui potresti anche prestare attenzione è se il fondo reinveste i rendimenti (Thesaurierender Fonds) che è fondamentalmente buono per investire, ma se è anche un fondo estero allora le tasse si complicano, vedi http://www.finanztip.de/indexfonds-etf/thesaurierende-fonds/

Non investirei tutti i miei soldi avanzati in questi, considerando che ti impegni per il medio-lungo termine, ma potrebbero essere opzioni interessanti per almeno una parte dei tuoi soldi, diciamo il 20-25% di quello che punti a risparmiare ogni mese.

Infine, come altri hanno scritto: le banche e le assicurazioni esistono per fare soldi, e vivono dei loro accantonamenti. Prendi un consulente finanziario indipendente che paghi all’ora, che non riceva provvigioni, e fatti aiutare da lui.

Quanto rendono 1000 euro in banca?
Torna su