Quanto si guadagna a fare il trader?

Il day trading vale la pena

Quanti soldi fa il day trader medio? È impossibile rispondere a questa domanda. Pochi day trader rivelano i loro risultati a chiunque tranne che all’Internal Revenue Service (IRS). Inoltre, i risultati variano ampiamente data la miriade di strategie di trading, le pratiche di gestione del rischio, e le quantità di capitale disponibile per il day trading.

Per essere sicuri, perdere soldi nel day trading è facile. Un documento di ricerca dei ricercatori dell’Università della California Brad Barber e Terrance Odean ha scoperto che molti investitori individuali detengono portafogli non diversificati e commerciano attivamente, in modo speculativo e a loro danno.  I day trader possono anche incorrere in alte commissioni di intermediazione, quindi scegliere il miglior broker e creare una strategia di trading gestibile con una corretta gestione del rischio è essenziale.

I trader di un giorno in genere puntano su azioni, opzioni, futures, materie prime o valute (comprese le criptovalute), mantenendo le posizioni per ore, minuti o addirittura secondi prima di vendere di nuovo. I day trader entrano ed escono dalle posizioni nel corso della giornata, da cui il termine day trader. Raramente tengono posizioni durante la notte. L’obiettivo è quello di trarre profitto dai movimenti di prezzo a breve termine. I trader di un giorno possono anche usare la leva finanziaria per amplificare i rendimenti, il che può anche amplificare le perdite.

Quanto si può guadagnare con il day trading

Gli stipendi dei trader sell-side sono in calo da anni, e ci sono meno ruoli di trading all’interno delle banche bulge-bracket statunitensi. Oltre alla pressione per tagliare i costi, molte banche hanno semplicemente bisogno di meno trader mentre il trading elettronico continua la sua ascesa.    Un recente articolo di Fortune riassume la situazione nel suo titolo – molte persone stanno parlando di “The Death Of Trading”.

  Come investire in posta senza rischi?

Quanto può aspettarsi di guadagnare un trader in una banca o in un broker-dealer negli Stati Uniti? Gli stipendi e i bonus stanno precipitando verso il basso man mano che le banche riducono gli effettivi, o si sta ancora andando a fare una vita molto, molto buona?

Il primo problema è la domanda e l’offerta. Tra la prima metà del 2014 e la prima metà del 2019, la società di ricerca Coalition dice che l’organico del front office è sceso dell’11% nei posti di lavoro del front office nelle banche a livello globale. Tuttavia, i tagli sono stati più alti nelle vendite e nel trading del reddito fisso, dove il 16% del personale è scomparso durante il periodo. A partire dalla seconda metà del 2019 le banche stanno affrontando l’eccesso di personale anche nella divisione azionaria (testimone il ritiro di Deutsche Bank). Il risultato è che ci sono molti trader disoccupati a caccia di non molti posti di lavoro, e questo non è mai un bene per le retribuzioni.

Il day trading è un gioco d’azzardo

A differenza delle azioni o delle materie prime, il forex trading non avviene in borsa ma direttamente tra due parti, in un mercato over-the-counter (OTC). Il mercato del forex è gestito da una rete globale di banche, distribuite in quattro grandi centri di trading forex in diversi fusi orari: Londra, New York, Sydney e Tokyo. Poiché non c’è una sede centrale, è possibile fare trading sul forex 24 ore al giorno.

  Quali mercati non rientrano tra i mercati finanziari?

Una valuta di base è la prima valuta elencata in una coppia forex, mentre la seconda valuta è chiamata valuta di quotazione. Il trading sul forex comporta sempre la vendita di una valuta per comprarne un’altra, ed è per questo che viene quotato in coppia – il prezzo di una coppia forex è quanto un’unità della valuta di base vale nella valuta di quotazione.

Ogni valuta nella coppia è elencata come un codice di tre lettere, che tende ad essere formato da due lettere che stanno per la regione, e una che sta per la valuta stessa. Per esempio, GBP/USD è una coppia di valute che comporta l’acquisto della sterlina britannica e la vendita del dollaro americano.

Se la sterlina sale rispetto al dollaro, allora una singola sterlina varrà più dollari e il prezzo della coppia aumenterà. Se scende, il prezzo della coppia diminuirà. Quindi, se pensi che la valuta di base di una coppia sia destinata a rafforzarsi contro la valuta di quotazione, puoi comprare la coppia (andando lungo). Se pensi che si indebolirà, puoi vendere la coppia (andando short).

Rendimento medio del day trading

Il day trading è una forma di speculazione in titoli in cui un trader compra e vende uno strumento finanziario all’interno dello stesso giorno di negoziazione, in modo che tutte le posizioni siano chiuse prima della chiusura del mercato per il giorno di negoziazione, per evitare rischi ingestibili e gap negativi di prezzo tra la chiusura di un giorno e il prezzo del giorno successivo all’apertura. I trader che operano in questa veste sono generalmente classificati come speculatori. Il day trading si contrappone alle operazioni a lungo termine che sono alla base delle strategie di buy-and-hold e value investing.[1][2] È reso più facile dall’utilizzo di software di day trading.[3]

  Come investire direttamente sul petrolio?

Alcuni degli strumenti finanziari più comunemente negoziati in giornata sono azioni, opzioni, valuta (comprese le criptovalute), contratti per differenza, e contratti futures come i futures sugli indici del mercato azionario, futures sui tassi di interesse, futures sulle valute e futures sulle materie prime.

Una volta il day trading era un’attività esclusiva delle società finanziarie e degli speculatori professionisti. Molti day trader sono impiegati di banche o società d’investimento che lavorano come specialisti in investimenti azionari e gestione degli investimenti. Il day trading ha guadagnato popolarità dopo la deregolamentazione delle commissioni negli Stati Uniti nel 1975, l’avvento delle piattaforme di trading elettronico negli anni ’90, e con la volatilità dei prezzi delle azioni durante la bolla dot-com.[6]

Quanto si guadagna a fare il trader?
Torna su