Su quale valuta investire oggi?

Investire in valuta

Investire è sempre un ottimo modo per generare un ulteriore profitto. Il mondo in continuo cambiamento in cui viviamo oggi ci dà un sacco di opportunità di investimento – azioni, immobili, materie prime, oro e persino arte. Ma che dire delle valute?

Vale la pena investire in valute? Molti esperti sarebbero d’accordo nel dire di sì. Tuttavia, come per ogni investimento, c’è sempre un certo livello di rischio. Il valore e la stabilità di qualsiasi valuta dipendono da una serie di fattori e la situazione può cambiare rapidamente.

C’è un modo per minimizzare questi rischi? Uno dei modi per essere un po’ più sicuri, in questo caso, è quello di investire in diverse valute. Inoltre, gli esperti suggeriscono di concentrarsi su quelle più stabili.

Un’economia di mercato stabile, un PIL elevato, un basso tasso di disoccupazione, l’attenzione del paese a sostenere la sua valuta nazionale, un sistema bancario estremamente avanzato – tutti questi fattori rendono il franco svizzero un’interessante opportunità di investimento.

Un’altra buona valuta da tenere a lungo termine è la corona svedese. La politica del paese mira a mantenere e sostenere l’attuale tasso di cambio. In questo modo il paese minimizza i rischi di svalutazione della valuta e controlla il tasso di inflazione.

Nuove criptovalute in cui investire

Le criptovalute sono entrate nel mainstream come asset class di investimento. Se stai cercando di aggiungere qualcosa al tuo portafoglio, potrebbe essere difficile capire come iniziare. Le criptovalute non sono attualmente regolamentate e investire in esse può sembrare più il selvaggio west che Wall Street.

  Cosa fanno le aziende per lambiente?

La tecnologia blockchain supporta le criptovalute. Una blockchain consiste in singoli blocchi di dati che possono contenere informazioni su qualsiasi cosa, come le transazioni effettuate in una specifica criptovaluta. Ogni blocco di dati fa riferimento al blocco precedente, creando una catena di blocchi. Il riferimento utilizza la crittografia per garantire che la catena rimanga immutabile in modo che gli hacker non siano in grado di cambiare i dati.

Ci sono migliaia di criptovalute in circolazione in questo momento. Questo è in gran parte dovuto alla facilità di creare una nuova valuta utilizzando i contratti intelligenti. Le nuove monete possono semplicemente appoggiarsi su una blockchain esistente che ha già una rete consolidata di computer che verificano i blocchi.

Prima di tutto, è importante capire che scegliere una buona criptovaluta non è come scegliere una buona azione. Un’azione rappresenta la proprietà di una società che crea profitti per i suoi azionisti, o almeno ha il potenziale per farlo. Possedere una criptovaluta rappresenta la proprietà di un bene digitale con zero valore intrinseco.

Come sapere quale criptovaluta comprare

Da Bitcoin ed Ethereum a Dogecoin e Tether, ci sono migliaia di criptovalute diverse, il che può rendere il tutto opprimente quando si è agli inizi nel mondo delle crypto. Per aiutarti ad orientarti, queste sono le prime 10 criptovalute basate sulla loro capitalizzazione di mercato, o il valore totale di tutte le monete attualmente in circolazione.

  Dove iniziare a fare trading online?

Creato nel 2009 da qualcuno con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto, Bitcoin (BTC) è la criptovaluta originale. Come la maggior parte delle criptovalute, BTC funziona su una blockchain, o un libro mastro che registra le transazioni distribuite su una rete di migliaia di computer. Poiché le aggiunte ai libri mastri distribuiti devono essere verificate risolvendo un puzzle crittografico, un processo chiamato prova di lavoro, Bitcoin è mantenuto sicuro e protetto dai truffatori.

Il prezzo di Bitcoin è salito alle stelle man mano che è diventato un nome familiare. Nel maggio 2016, si poteva comprare un Bitcoin per circa 500 dollari. Al 1 febbraio 2022, il prezzo di un singolo Bitcoin era di oltre 38.000 dollari. Questa è una crescita di circa il 7.600%.

Investire in criptovalute

Bitcoin non è stato solo un trendsetter, inaugurando un’ondata di criptovalute costruite su una rete decentralizzata peer-to-peer, ma è anche diventato lo standard de facto per le criptovalute, ispirando una legione sempre crescente di seguaci e spinoff.

Prima di dare uno sguardo più da vicino ad alcune di queste alternative al Bitcoin (BTC), facciamo un passo indietro ed esaminiamo brevemente cosa intendiamo con termini come criptovaluta e altcoin. Una criptovaluta, in senso lato, è denaro virtuale o digitale che prende la forma di token o “monete”. Anche se alcune criptovalute si sono avventurate nel mondo fisico con carte di credito o altri progetti, la grande maggioranza rimane interamente intangibile.

  Come si fa a non pagare i debiti?

Il “crypto” nelle criptovalute si riferisce alla complicata crittografia che permette la creazione e l’elaborazione di valute digitali e le loro transazioni attraverso sistemi decentralizzati. Accanto a questa importante caratteristica “crypto” c’è un impegno comune alla decentralizzazione; le criptovalute sono tipicamente sviluppate come codice da team che costruiscono meccanismi di emissione (spesso, anche se non sempre, attraverso un processo chiamato mining) e altri controlli.

Su quale valuta investire oggi?
Torna su