Che significa part time e full time?

Dipendenti a tempo pieno

I datori di lavoro hanno spesso domande sulle differenze tra lo status di dipendente, come i dipendenti a tempo pieno, part-time e equivalenti a tempo pieno, e come le leggi sull’occupazione si applicano a questi lavoratori. Di seguito rispondiamo alle domande più frequenti su dipendenti a tempo pieno, part-time e equivalenti a tempo pieno.

R: Le definizioni di tempo pieno e part-time variano a seconda della legge e della politica. La maggior parte dei datori di lavoro determina lo status di tempo pieno in base alle esigenze aziendali e in genere considerano un dipendente a tempo pieno se lavora da 32 a 40 o più ore a settimana. Indipendentemente dalla definizione di tempo pieno della tua azienda, la copertura sotto varie leggi sull’occupazione si basa sulla definizione fornita dalla legge. Per esempio, secondo l’Affordable Care Act (ACA), tempo pieno significa lavorare, in media, almeno 30 ore a settimana. Al contrario, secondo il Families First Coronavirus Response Act (FFCRA), i dipendenti a tempo pieno sono definiti come quelli normalmente programmati per lavorare almeno 40 ore ogni settimana lavorativa.

R: Varie leggi federali, statali e locali richiedono che i dipendenti completino alcuni documenti al momento dell’assunzione. Questi requisiti si applicano generalmente a tutti i nuovi assunti, indipendentemente dallo stato di tempo pieno o part-time.

Esempi di lavoro a tempo pieno

Suzanne è un’impiegata a tempo pieno che lavora 38 ore, 5 giorni a settimana. Rebecca è un’impiegata part-time che lavora in media 19 ore a settimana, per 5 giorni alla settimana. Suzanne ottiene 76 ore (o 10 giorni) di congedo pagato per malattia e assistenza all’anno. Rebecca ottiene la metà del congedo pagato di Suzanne per malattia e badante all’anno perché lavora la metà delle ore di Suzanne.

  Cosa fa il front end developer?

Il Fair Work Ombudsman and Registered Organisations Commission Entity riconosce i Custodi Tradizionali del Paese in tutta l’Australia e il loro continuo legame con la terra, le acque e la comunità. Portiamo il nostro rispetto a loro e alle loro culture, e agli Anziani, passati, presenti e futuri.

Definizione di lavoro part-time

Pensi che la decisione di assumere un membro del personale a tempo parziale o a tempo pieno sia semplice come le ore di lavoro? Ripensaci. Decidere se il tuo nuovo membro del team debba lavorare a tempo parziale o a tempo pieno è molto più che i numeri sul suo foglio di lavoro.

Se non riuscite a etichettare correttamente i vostri dipendenti, potreste lasciare la vostra azienda esposta a sanzioni o multe. In questo articolo, vi aiuteremo a scoprire perché conoscere la differenza tra part-time e tempo pieno, tra cui:

Il numero di dipendenti a tempo parziale e a tempo pieno di un’azienda influisce sul fatto che il datore di lavoro sia classificato come piccolo datore di lavoro (SE) o grande datore di lavoro applicabile (ALE). Gli SE e gli ALE hanno obblighi diversi.

  Come si fanno gli annunci?

Per esempio, i dipendenti part-time di solito non ricevono tempo libero pagato (come ferie o vacanze), benefici per i dipendenti (assicurazione sanitaria), e i dipendenti part-time sono spesso esclusi dalla partecipazione ai piani pensionistici del datore di lavoro.

A seconda di quale pubblicazione si guarda, si possono vedere numeri diversi per le ore a tempo pieno. Per esempio, la definizione di tempo pieno del Bureau of Labor Statistics considera questo tipo di occupazione come 35+ ore alla settimana. Nel frattempo, l’Affordable Care Act definisce un lavoratore a tempo pieno come qualcuno che è impiegato più di 30 ore a settimana.

Pro e contro del lavoro part-time

Alison Doyle è uno dei maggiori esperti di carriera della nazione e ha consigliato sia gli studenti che le aziende sulle pratiche di assunzione. Ha rilasciato centinaia di interviste sull’argomento per fonti come il New York Times, BBC News e LinkedIn. Alison ha fondato CareerToolBelt.com ed è un’esperta del settore da più di 20 anni.

Determinare se un lavoro è considerato part-time dipende dalla politica e dalla pratica della società nel definire i dipendenti e le ore richieste per essere considerati a tempo pieno. Per esempio, un datore di lavoro potrebbe classificare un lavoratore come part-time se lavora meno di 35 ore a settimana.

Tradizionalmente, il numero standard di ore settimanali per il lavoro a tempo pieno negli Stati Uniti è stato di 40. Tuttavia, molti datori di lavoro considerano i dipendenti come lavoratori part-time sulla base di un programma diverso, ad esempio sotto le 30 ore o 35 ore a settimana.

  Come fare una app iOS?

I dipendenti part-time includono tipicamente studenti, mamme e papà, pensionati e altri lavoratori che non vogliono o non hanno bisogno dell’impegno di tempo di una posizione a tempo pieno. Alcuni lavoratori possono anche avere due o più lavori part-time invece di lavorare a tempo pieno in una sola organizzazione.

Che significa part time e full time?
Torna su