Chi sono e cosa fanno i medici senza frontiere?

Presentazione di Medici senza frontiere

Pensi di avere la stoffa per lavorare all’estero per MSF? Siamo sempre alla ricerca di personale medico e non medico qualificato, disposto a mettere le proprie competenze al servizio dei più bisognosi. In questa pagina troverai circa 30 profili per i quali accettiamo candidature spontanee. Se vieni assunto – dopo un processo di selezione basato sulle competenze – vieni inserito in quello che chiamiamo un ‘pool’ o un database di operatori umanitari disponibili. Non appena un progetto ha una posizione adatta a te, ti mandiamo in missione. Questo significa che devi essere disposto a partire secondo le esigenze umanitarie, in qualsiasi paese. In cambio, garantiamo un ambiente di lavoro dinamico e stimolante insieme a colleghi multiculturali e uno sviluppo personale della carriera durante diverse missioni.

Potete trovare l’elenco dei profili più in basso in questa pagina. Si prega di familiarizzare con la nostra procedura di reclutamento, i nostri requisiti, le FAQ e la vita sul campo prima di candidarsi. Alcuni profili specifici sono sempre urgentemente richiesti, potete trovarli qui:

Requisiti di Medici senza frontiere

I principi e le linee guida operative di MSF sono evidenziati nella sua Carta,[5] nei Principi di Chantilly e nel successivo Accordo di La Mancha.[6] La governance è trattata nella Sezione 2 della parte relativa alle Regole di questo documento finale. MSF ha una struttura associativa, dove le decisioni operative sono prese, in gran parte in modo indipendente, dai cinque centri operativi (Amsterdam, Barcellona-Atene, Bruxelles, Ginevra e Parigi). Le politiche comuni su questioni fondamentali sono coordinate dal Consiglio Internazionale, in cui ciascuna delle 24 sezioni (uffici nazionali) è rappresentata. Il Consiglio Internazionale si riunisce a Ginevra, Svizzera, dove ha sede anche l’Ufficio Internazionale, che coordina le attività internazionali comuni ai centri operativi.

  Quanti giorni di riposo ha un OSS?

MSF ha lo status consultivo generale presso il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite. Ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace 1999 in riconoscimento dei continui sforzi dei suoi membri per fornire assistenza medica nelle crisi acute, così come per aumentare la consapevolezza internazionale dei potenziali disastri umanitari.[7] James Orbinski, che all’epoca era il presidente dell’organizzazione, ha accettato il premio a nome di MSF. Prima di questo, MSF ha ricevuto anche il Premio per la pace di Seul del 1996.[8] Christos Christou è succeduto a Joanne Liu come presidente internazionale nel giugno 2019.[9]

Medici senza frontiere fatti

MSF a 50 anniMSF a 50 anni – mezzo secolo di azione medica umanitariaJharkhand: combattere la malnutrizione a fianco delle comunità localiMSF Community Health Educator Subashini Deb Mahto condivide la sua esperienza diretta sulla malnutrizione.

  Come fare per lavorare con i cani?

Forniamo assistenza medica alle persone colpite da conflitti, epidemie, disastri o esclusione dall’assistenza sanitaria. Le nostre squadre sono composte da decine di migliaia di professionisti della salute, personale logistico e amministrativo, la maggior parte dei quali assunti localmente. Le nostre azioni sono guidate dall’etica medica e dai principi di imparzialità, indipendenza e neutralità.

MSF ha lanciato la Campagna d’accesso con lo scopo di spingere per l’accesso e lo sviluppo di medicine, test diagnostici e vaccini salvavita e che prolungano la vita dei pazienti nei programmi di MSF e oltre.

Progetti di Medici senza frontiere

In qualità di azienda partner 2020, sosteniamo il lavoro di DOCTORS WITHOUT BORDERS con la nostra donazione. Per poter donare, la nostra azienda è stata controllata da DOCTORS WITHOUT BORDERS per verificare la nostra conformità alle loro linee guida per le donazioni. Il nostro contributo permette a DOCTORS WITHOUT BORDERS di salvare vite in tutto il mondo.

  Come faccio a fare luniversità se lavoro?

DOCTORS WITHOUT BORDERS fornisce soccorso medico d’emergenza in aree afflitte da crisi, guerre o catastrofi naturali. L’organizzazione internazionale aiuta le persone in modo rapido, efficace e non burocratico, indipendentemente dalla loro razza, religione o orientamento politico.

I medici, le ostetriche, il personale infermieristico e logistico di Medici senza frontiere lavorano in circa 70 paesi. Curano persone malate e ferite, si occupano di bambini denutriti e organizzano acqua potabile e strutture sanitarie.

Chi sono e cosa fanno i medici senza frontiere?
Torna su