Come devono essere i turni di lavoro?

Opzioni di programma a turni

Il lavoro a turni è una pratica di occupazione progettato per fare uso di, o fornire un servizio attraverso, tutte le 24 ore dell’orologio ogni giorno della settimana (spesso abbreviato come 24/7). La pratica vede tipicamente la giornata divisa in turni, periodi di tempo stabiliti durante i quali diversi gruppi di lavoratori svolgono le loro mansioni. Il termine “lavoro a turni” include sia i turni di notte a lungo termine che i programmi di lavoro in cui i dipendenti cambiano o ruotano i turni.[1][2][3]

In medicina ed epidemiologia, il lavoro a turni è considerato un fattore di rischio per alcuni problemi di salute in alcuni individui, in quanto l’alterazione dei ritmi circadiani può aumentare la probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari, deterioramento cognitivo, diabete, composizione corporea alterata[4] e obesità, tra le altre condizioni.[5][6]

Il lavoro a turni aumenta il rischio di sviluppo di molti disturbi. Il disturbo del sonno da lavoro a turni è un disturbo del sonno del ritmo circadiano caratterizzato da insonnia, eccessiva sonnolenza, o entrambi. Il lavoro a turni è considerato essenziale per la diagnosi.[7] Il rischio di diabete mellito di tipo 2 è aumentato nei lavoratori a turni, soprattutto gli uomini. Le persone che lavorano a turni sono più vulnerabili degli altri.[8]

Modello di spostamento

Il mercato del lavoro continua a riprendersi, ma persiste un tasso ostinatamente alto di sottoccupazione, dato che più di cinque milioni di americani lavorano a tempo parziale per motivi economici (U.S. BLS 2015a; 2015b). Non solo molti di questo tipo di lavoratori sottoccupati, per definizione, sono programmati per un numero di ore, giorni o settimane inferiore a quello che preferiscono lavorare, i tempi quotidiani dei loro orari di lavoro possono spesso essere irregolari o imprevedibili. Questo limita la spesa dei consumatori e complica la vita lavorativa quotidiana di questi lavoratori, in particolare quelli che si muovono tra responsabilità extra-lavorative come il caregiving. Questa variabilità delle ore di lavoro contribuisce all’instabilità del reddito e, quindi, influisce negativamente non solo sul consumo delle famiglie, ma sulla performance macroeconomica generale.

  Come si calcola la mezzora?

La difficile situazione dei dipendenti con orari di lavoro instabili è dimostrata qui con nuovi risultati, utilizzando i dati del General Social Survey (GSS). Questi risultati (così come i risultati chiave di altre ricerche) sono evidenziati di seguito.

Le associazioni documentate con il conflitto lavoro-famiglia e lo stress da lavoro non solo rafforzano il “business case” esistente per limitare la fluttuazione dell’orario di lavoro solo per volere dei datori di lavoro, ma sottolineano anche la necessità di adottare misure preventive di politica pubblica, come le recenti riforme in atto negli stati e nei comuni degli Stati Uniti. In particolare, i gruppi di azione comunitaria e i sindacati che sono stati testimoni degli effetti deleteri degli orari di lavoro irregolari sulle persone e sulle loro famiglie hanno guidato gli sforzi per proporre e adottare leggi a livello locale e federale.

Orario di lavoro – deutsch

Con 41,1 ore lavorative settimanali, la Germania è appena al di sotto della media europea – e nonostante una settimana lavorativa relativamente breve, la Germania mantiene un’alta produttività del lavoro. In poche parole: La Germania trova un equilibrio tra lavoro e vita, dove la produttività è mantenuta ad un livello elevato e i dipendenti trovano un meritato equilibrio di vita.

  Come si fanno gli annunci?

Ti guideremo attraverso una panoramica della settimana lavorativa media in Germania in modo che tu possa farti un’idea di quante ore lavorative lavorerai in Germania, in quali settori ci sono settimane lavorative medie più lunghe e infine cosa succede ai tuoi straordinari. Così potrai iniziare la tua carriera in Germania con le giuste aspettative!

Come quasi tutto il resto in Germania, l’orario di lavoro in Germania è alimentato dalla legislazione: la legge sull’orario di lavoro (“Arbeitszeitgesetz”) ha quindi già stabilito condizioni eque per i dipendenti e le ha sancite nella legge.

E qualcosa che è un assoluto no-no secondo la legge sull’orario di lavoro è lavorare la domenica o le feste nazionali. Questo significa che una settimana lavorativa media va da lunedì a sabato (nei lavori d’ufficio piuttosto venerdì); le probabilità che tu lavori di domenica in Germania sono nulle. Non ci metterai molto a capire che le domeniche sono giorni di riposo assoluto in Germania – e che non potrai nemmeno fare la spesa. È ora che tu ti metta comodo e trovi la tua comoda routine domenicale!

Sistema a tre turni

Immaginate questo. Il datore di lavoro chiama il comitato sindacale e dice: “Dobbiamo aumentare la produzione e allo stesso tempo ridurre i costi. Ecco come faremo. A partire dal mese prossimo questa operazione sarà su turni continui. Saremo aperti 7 giorni alla settimana, 24 ore al giorno. Questo significa che molti di voi dovranno fare il turno di notte e, per rendere la cosa più equa, i turni ruoteranno in modo che nessuno rimanga bloccato nelle notti in modo permanente”.

Quali sono i “pro” (se ci sono) e i “contro” delle operazioni continue? Cosa succede alle persone quando il loro orario di lavoro cambia?    Quali sono i problemi “sociali” del lavoro a turni? Cosa succede quando i ritmi biologici di una persona e la sua vita sociale vengono interrotti? I turni a rotazione fanno male alla salute? Cosa si può fare (se c’è) per ridurre gli effetti del lavoro a turni? Su quali disposizioni contrattuali dobbiamo insistere?

  Cosa fa uno sviluppatore di software?

Non sorprende che i sondaggi governativi mostrino che solo il 28% delle persone che lavorano a turni serali o notturni vogliono essere lì. Molti di quelli che hanno risposto che volevano lavorare di notte hanno detto che lo facevano per motivi di cura dei figli, cioè che si prendevano cura dei loro figli durante il giorno e il loro partner si prendeva cura di loro di notte. Difficile che sia una scelta “volontaria” quella di fare i turni di notte.

Come devono essere i turni di lavoro?
Torna su