Come funzionano i turni dei medici in ospedale?

T

Uno studio prospettico, in doppio cieco, controllato con placebo attivo è stato condotto su 6 medici curanti in un ospedale universitario. Sono stati raccolti tre set di dati nelle seguenti condizioni: al basale, dopo l’intervento con placebo attivo e dopo l’intervento sperimentale. In ogni condizione, i dati sono stati raccolti quando i medici lavoravano sia di notte che di giorno. Le misurazioni includevano registrazioni polisonnografiche ambulatoriali dei principali periodi di sonno, test di performance oggettivi somministrati più volte durante i turni dei soggetti, e valutazioni soggettive giornaliere del sonno dei soggetti, dell’umore e dell’uso dell’intervento.

I soggetti hanno dormito in media 5 ore e 42 minuti in tutte le condizioni. Dopo i turni di notte, i soggetti hanno dormito significativamente meno di quanto hanno fatto dopo i turni di giorno (5 ore 13 min vs 6 ore 20 min; p < 0.05). I tempi di reazione di vigilanza dei medici e i tempi di intubazione di un manichino erano significativamente più lenti durante i turni di notte che durante i turni di giorno (p = 0,007 e p < 0,04, rispettivamente), ma le prestazioni sull’analisi ECG non differivano significativamente tra i turni di notte e di giorno. Le valutazioni dell’umore erano significativamente più negative durante i turni di notte che durante i turni di giorno (più pigro p < 0,04, meno motivato p < 0,03, e meno pensiero chiaro p < 0,04). Le strategie dell’intervento sperimentale sono state usate l’85% del tempo secondo le registrazioni del diario di bordo. Gli interventi sperimentali e il placebo attivo non hanno migliorato significativamente le prestazioni del medico o l’umore durante il turno di notte, anche se i soggetti hanno dormito di più dopo entrambi gli interventi.

  Come trovare lavoro dopo la laurea in criminologia?

Orari dei turni dei medici

Gli esempi e la prospettiva in questo articolo potrebbero non rappresentare una visione mondiale dell’argomento. Puoi migliorare questo articolo, discutere l’argomento nella pagina di discussione, o creare un nuovo articolo, a seconda dei casi. (Agosto 2015) (Impara come e quando rimuovere questo messaggio template)

Secondo le regole del Consiglio di accreditamento per la formazione medica laureata negli Stati Uniti d’America, i residenti sono autorizzati a lavorare un massimo di 80 ore alla settimana in media su un periodo di 4 settimane. I residenti lavorano 40-80 ore a settimana a seconda della specialità e la rotazione all’interno della specialità,[citazione necessaria] con i residenti occasionalmente registrando 136 (su 168) ore in una settimana.[1] Alcuni studi dimostrano che circa il 40% di questo lavoro non è la cura diretta del paziente, ma l’assistenza accessoria, come il lavoro di ufficio.[2] Medici in formazione spesso non sono pagati su base oraria, ma su un salario fisso; in alcune località, sono pagati per gli straordinari prenotati. I limiti sulle ore di lavoro hanno portato a dichiarazioni errate, dove lo specializzando lavora più ore di quelle che registra.[3]

Turno di 24 ore

Senza dubbio ti starai chiedendo come sarebbe l’orario di lavoro di un medico nel NHS UK. Ci sono lunghe ore? Hai tempo libero per le vacanze? Quanto spesso si deve lavorare su chiamate? Vediamo insieme come funziona.

Le ore di lavoro possono variare da specialità a specialità. Alcune possono avere un orario diretto dalle 9 alle 17, dalle 8 alle 16, o dalle 8 alle 18 per la normale giornata lavorativa (NWD). Le specialità meno acute hanno tipicamente solo due serie di ore da prendere in considerazione:

  Quanto costa aprire unagenzia di lavoro interinale?

Questa legge protegge tutti i medici nel Regno Unito dal lavorare troppo a lungo, dal lavorare senza pause e dall’assicurarsi di riposare abbastanza dopo lunghi turni (tra le altre cose). Se scopri che il tuo modello di lavoro non è conforme all’EWTD, puoi sollevare la questione con l’aiuto del BMA.

Quando inizi in un dipartimento, ti verrà dato un programma di lavoro. Questo è diverso da un piano di lavoro in quanto è solo il quadro di come sarebbe il tuo piano di lavoro, e fornisce informazioni relative alla lunghezza del tuo modello di piano di lavoro così come il numero di ore che dovresti lavorare.

Quanto sono lunghi i turni in ospedale

La medicina ospedaliera sembra evolversi in una specialità interna 24 ore su 24, 7 giorni su 7, con orari a turni. Proprio come i medici del pronto soccorso, stiamo figurativamente “timbrando il cartellino”, e non mi sorprenderebbe se presto gli hospitalisti lo facessero letteralmente entrando e uscendo dall’ospedale.

Poiché la nostra cura dei pazienti – a differenza dei nostri colleghi del pronto soccorso – richiede continuità, tendiamo a lavorare in blocchi. La mia ipotesi è che il modello più comune sia seven-on/seven-off, quello che mi è più familiare. Ma ho sentito parlare di varie combinazioni, alcune sane (five-on/five-off), altre meno (10-on/four-off).

“On” è di solito 12 ore, ma esistono anche molte varianti, con turni di solito non meno di 8 ore e, si spera, mai più di 12. I programmi in cui ho lavorato hanno sempre usato turni di 12 ore. Tuttavia, poiché di solito c’erano tre hospitalisti con turni diurni, abbiamo sempre permesso a una persona di andare a casa presto e a una di arrivare tardi, per creare un orario più flessibile e vivibile.

  Chi si occupa di cyber security?

Quindi, come definiamo un hospitalero turnista a tempo pieno? Il numero 2.080 può essere un buon punto di partenza perché è il numero di ore che si accumulano lavorando con un orario di sette giorni su sette per 26 settimane all’anno. Quel numero corrisponde anche bene ai dati nazionali SHM sulle ore lavorate in un sistema di lavoro a turni. Per come la vedo io, chiunque lavori più di 2.200 ore dovrà affrontare un inevitabile burn-out, mentre lavorare meno di 1.900 ore all’anno renderà difficile pagare le bollette del programma.

Come funzionano i turni dei medici in ospedale?
Torna su