Dove si trovano i contratti di lavoro?

Modello di contratto di lavoro in Germania

Il contratto di lavoro è cruciale perché delinea la relazione tra il dipendente e il datore di lavoro. Fornisce informazioni su aspetti vitali della vita lavorativa di una persona, dal suo stipendio al numero di vacanze a cui ha diritto e stabilisce se il lavoro è per un periodo definito o a tempo indeterminato. Inoltre, il contratto potrebbe delineare le clausole di riservatezza, protezione dei dati e non concorrenza. Dovrebbe anche fornire le linee guida per i periodi di preavviso richiesti. Qui esamineremo alcuni di questi aspetti del contratto di lavoro in maggiore dettaglio.

I contratti a tempo determinato possono essere adatti a un datore di lavoro quando sa di avere un obiettivo specifico a breve termine che vuole raggiungere e non ha esigenze per il dipendente dopo questo raggiungimento. È possibile che il datore di lavoro possa invece impiegare un lavoratore temporaneo per questo scopo. Può anche beneficiare il datore di lavoro quando c’è un certo grado di instabilità finanziaria nella società, e possono prevedere di aver bisogno del dipendente solo per un breve periodo.

Contratto temporaneo – deutsch

Il contratto è tra un “dipendente” e un “datore di lavoro”. È sorto dal vecchio diritto padrone-servo, usato prima del 20° secolo. Il contratto di lavoro si basa sul concetto di autorità, in cui il dipendente si impegna ad accettare l’autorità del datore di lavoro e in cambio il datore di lavoro si impegna a pagare al dipendente un salario dichiarato (Simon, 1951).

  Come misurare la soddisfazione lavorativa?

Un contratto di lavoro è solitamente definito come un “contratto di servizio”[1]. Un contratto di servizio è stato storicamente distinto da un contratto per la fornitura di servizi, l’espressione è stata modificata per implicare la linea di demarcazione tra una persona che è “dipendente” e qualcuno che è “lavoratore autonomo”. Lo scopo della linea di demarcazione è di attribuire diritti ad alcuni tipi di persone che lavorano per altri. Questo potrebbe essere il diritto a un salario minimo, al pagamento delle ferie, al congedo per malattia, a un licenziamento equo,[2] a una dichiarazione scritta del contratto, al diritto di organizzarsi in un sindacato, e così via. Il presupposto è che i veri lavoratori autonomi dovrebbero essere in grado di badare ai propri affari, e quindi il lavoro che fanno per altri non dovrebbe comportare l’obbligo di badare a questi diritti.

Dichiarazione di impiego

Se sei impiegato, c’è un contratto tra te e il tuo datore di lavoro.  Potresti non avere nulla di scritto, ma un contratto esiste comunque. Questo perché il tuo accordo di lavorare per il tuo datore di lavoro e l’accordo del tuo datore di lavoro di pagarti per il tuo lavoro formano un contratto. Il tuo datore di lavoro deve darti una dichiarazione scritta il giorno in cui inizi a lavorare. La dichiarazione deve contenere certi termini e condizioni.

  Quali sono le facoltà universitarie senza test dingresso?

Un contratto dà a te e al tuo datore di lavoro certi diritti e obblighi. L’esempio più comune è che hai il diritto di essere pagato per il lavoro che fai. Il tuo datore di lavoro ha il diritto di darti istruzioni ragionevoli e che tu svolga il tuo lavoro. Questi diritti e obblighi sono chiamati “condizioni contrattuali”.

I diritti che hai sotto il tuo contratto di lavoro sono in aggiunta ai diritti che hai secondo la legge – per esempio, il diritto di essere pagato il salario minimo nazionale e il diritto alle vacanze pagate.

Si può solo implicare un termine per ‘consuetudine e pratica’ quando non c’è un termine esplicito che tratta la questione. Per esempio, se hai lavorato 35 ore a settimana per 10 anni, anche se il tuo contratto dice che dovresti fare solo 30 ore, non hai il diritto di lavorare 35 ore per abitudine e pratica.

Periodo di preavviso in Germania

Alison Doyle è uno dei maggiori esperti di carriera della nazione e ha consigliato sia gli studenti che le aziende sulle pratiche di assunzione. Ha rilasciato centinaia di interviste sull’argomento per punti vendita come il New York Times, BBC News e LinkedIn. Alison ha fondato CareerToolBelt.com ed è un’esperta del settore da più di 20 anni.

Un contratto di lavoro è un accordo firmato tra un singolo dipendente e un datore di lavoro o un sindacato. Stabilisce sia i diritti che le responsabilità delle due parti: il lavoratore e l’azienda.

  Quanto guadagna un driver?

Un contratto di lavoro è un accordo che copre il rapporto di lavoro di un’azienda e un dipendente.  Permette a entrambe le parti di capire chiaramente i loro obblighi e le condizioni di lavoro.

Altri possibili termini dell’accordo potrebbero includere un accordo di proprietà (che afferma che il datore di lavoro possiede qualsiasi materiale relativo al lavoro prodotto dal dipendente), nonché informazioni sulla risoluzione delle controversie sul lavoro. Il contratto può anche qualificare dove il dipendente può lavorare dopo aver lasciato l’azienda, come un modo per limitare la concorrenza tra aziende collegate.

Dove si trovano i contratti di lavoro?
Torna su