Perché studiare Ingegneria Biomedica?

Perché studiare Ingegneria Biomedica?

Ingegneria biomedica alla medicina

I bioingegneri salvano la vita. La bioingegneria, chiamata anche ingegneria biomedica, applica strumenti e approcci di ingegneria per risolvere i problemi in biologia e medicina. Scegliere una laurea in bioingegneria è un impegno in un campo stimolante e gratificante dedicato alla creazione di soluzioni per migliorare la salute.

Gli studenti che guadagnano una laurea in bioingegneria sono molto ricercati per le posizioni nell’industria biomedica e per l’ammissione alla scuola di specializzazione o alla scuola medica. Coloro che ricevono un MS o un PhD in questo campo ottengono i migliori lavori nell’industria, nel governo e nel mondo accademico.

Educazione all’ingegneria biomedica

In un mondo tecnologico in continuo sviluppo, l’ingegneria biomedica sta diventando sempre più cruciale nel fornire dispositivi che cambiano la vita. Se vuoi essere all’avanguardia di nuovi e unici progressi tecnologici, una laurea in ingegneria biomedica ti metterà in grado di sviluppare una carriera di successo e gratificante nel settore medico.

L’ingegneria biomedica, conosciuta anche come bioingegneria, è un campo multidisciplinare che combina biologia e ingegneria. Si concentra sul miglioramento della salute umana applicando principi e tecniche di ingegneria alla biologia e alla medicina.

C’è una crescente domanda di ingegneri biomedici che è alimentata dall’invecchiamento della popolazione e da un basso tasso di natalità nei paesi sviluppati. Gli ingegneri biomedici sono chiamati a portare avanti lo sviluppo di nuove tecnologie nel settore medico, dalla stampa 3-D e protesi avanzate alle sostituzioni d’anca e agli organi artificiali del corpo.

  Quanto è difficile diventare programmatore?

Studiare ingegneria biomedica all’università vi aiuterà a dotarvi di una serie di competenze trasferibili che sono altamente desiderabili per i datori di lavoro in una varietà di industrie e professioni. Alcune delle competenze chiave che gli ingegneri biomedici sviluppano includono:

Com’è l’ingegneria biomedica

Combinando una vasta gamma di discipline ingegneristiche con la medicina e la biologia umana, gli ingegneri biomedici lavorano con medici e professionisti sanitari per sviluppare tecnologie che migliorano e salvano la vita delle persone.

Impianti cocleari, pacemaker cardiaci, scanner MRI, sostituzione di anca e ginocchio, chirurgia laser e organi bionici – queste innovazioni quasi quotidiane, una volta ritenute impossibili, sono state rese realtà dall’ingegneria biomedica.

Gli ingegneri biomedici progettano e producono dispositivi medici impiantabili, compresi i sistemi ortopedici, cardiovascolari e di somministrazione di farmaci. Organi bionici, arti robotici, pompe di assistenza cardiaca e valvole cardiache consegnate in procedure di day-surgery non invasive sono solo alcune delle ultime innovazioni che hanno portato al mondo negli ultimi anni.

Alcuni ingegneri biomedici lavorano su tecnologie future come tessuti e organi ingegnerizzati, o migliorano il design di dispositivi terapeutici come gli arti bionici per i feriti e le persone con disabilità. I dispositivi medici esterni come le apparecchiature di imaging medico e la tecnologia di realtà aumentata, così come le soluzioni orientate ai dati come la medicina elettronica, aiutano i medici a diagnosticare e trattare i pazienti.

  Come funzionano i contratti di lavoro?

Perché studiare ingegneria biomedica

Secondo il National Institutes of Health, l’ingegneria biomedica integra le scienze fisiche, chimiche, matematiche e computazionali con i principi dell’ingegneria per studiare la biologia, la medicina, il comportamento e la salute. Fa progredire i concetti fondamentali e crea conoscenze dal livello molecolare a quello dei sistemi di organi. Sviluppa biologie innovative, materiali, processi, impianti, dispositivi e approcci informatici per la prevenzione, la diagnosi e il trattamento delle malattie, per la riabilitazione dei pazienti e il miglioramento della salute.

Le prospettive per gli ingegneri biomedici sono incredibilmente promettenti. Il Bureau of Labor Statistics ha identificato l’ingegneria biomedica come il campo occupazionale in più rapida crescita, con posti di lavoro che nel prossimo decennio dovrebbero crescere del 72%. Le principali categorie di impiego includono la produzione di attrezzature e forniture mediche, la ricerca scientifica e lo sviluppo, e la produzione di farmaci e prodotti farmaceutici.

Negli ultimi anni, l’ingegneria biomedica è stata classificata come uno dei migliori lavori da avere. Sia nel 2012 che nel 2013, CNNMoney ha nominato questo lavoro il numero uno in America perché, oltre ad essere un lavoro ben pagato, è una carriera che aiuta a rendere il mondo un posto migliore. È anche un lavoro flessibile perché apre le porte a posizioni in università, ospedali, laboratori, industrie e agenzie di regolamentazione. CareerCast.com ha anche classificato l’ingegneria biomedica nella top 10% dei lavori, riconoscendola come una carriera con un futuro brillante.

Perché studiare Ingegneria Biomedica?
  Quando capire che bisogna cambiare lavoro?
Torna su