Qualè laspetto che ritieni prioritario per un miglioramento delle condizioni lavorative?

Qualè laspetto che ritieni prioritario per un miglioramento delle condizioni lavorative?

Esempi di buone condizioni di lavoro

L’UE ha messo in atto una serie di norme sul lavoro per garantire una forte protezione sociale. Esse includono requisiti minimi sulle condizioni di lavoro – come l’orario di lavoro, il lavoro part-time, i diritti dei lavoratori – alle informazioni su aspetti importanti del loro impiego e al distacco dei lavoratori. Sono diventati una delle pietre miliari delle politiche sociali europee.

Le parti sociali – sindacati e organizzazioni dei datori di lavoro – sono coinvolte nella definizione delle politiche sociali e occupazionali europee attraverso il cosiddetto dialogo sociale, attraverso consultazioni e pareri, e possono anche negoziare accordi quadro su questioni specifiche.

L’UE ha introdotto degli standard minimi comuni sull’orario di lavoro applicabili a tutti gli stati membri. La legislazione dell’UE in materia di orario di lavoro stabilisce diritti individuali per tutti i lavoratori, con una settimana lavorativa massima di 48 ore, ferie annuali retribuite di almeno quattro settimane all’anno, periodi di riposo e regole sul lavoro notturno, sul lavoro a turni e sui modelli di lavoro.

Nel corso degli anni, l’Europa ha assistito a cambiamenti significativi nel mercato del lavoro, tra cui la digitalizzazione e lo sviluppo di nuove tecnologie, la crescente flessibilità e la frammentazione del lavoro. Questi sviluppi hanno generato nuove forme di occupazione, con un aumento delle posizioni temporanee e dei lavori non standard.

  Quanto guadagna allora un fattorino?

Indice delle condizioni di lavoro

Skip to main content 4 min readCostruire una squadra è una strada a doppio senso. Da un lato, i dipendenti accettano di usare il loro talento e la loro esperienza per far progredire l’organizzazione. Dall’altro, le aziende accettano di compensarli per il loro lavoro.

Ma c’è di più. Impostare il tuo team per il successo si riduce ai modi emotivi, intellettuali e fisici in cui li sostieni. E non è così complicato come può sembrare: le cose più semplici possono favorire un ambiente di lavoro positivo e far sentire i dipendenti membri stimati dell’organizzazione.

Infatti, un sondaggio di BambooHR ha identificato un onboarding inefficace come uno dei motivi principali per cui il 17% dei nuovi assunti lascia il lavoro nei primi tre mesi. Ecco perché il rivenditore di scarpe online Zappos fornisce ai nuovi dipendenti un corso di cinque settimane che insegna loro i valori e la cultura dell’azienda.

Non tutte le organizzazioni possono dedicare cinque settimane all’onboarding. Ma le prime due settimane dei dipendenti, almeno, dovrebbero essere pianificate per intero. Se possibile, assicuratevi di includere del tempo programmato per quanto segue per fargli superare l’imbarazzante fase di iniziazione:

Ilo condizioni di lavoro

La questione delle condizioni di lavoro è naturalmente di grande importanza anche per i lavoratori dell’economia informale, i lavoratori migranti e i produttori rurali. Questi sono discussi nella rispettiva sezione di questa guida. La presente sezione si concentra sulle condizioni di lavoro dei lavoratori salariati.

  Quanto costa il nuovo Folletto?

Il termine “condizioni di lavoro” non è menzionato come tale nella Dichiarazione 2030 e nei suoi SDGs, ma molti aspetti correlati sono coperti da vari obiettivi e traguardi: L’obiettivo 5.4 dell’SDG affronta specificamente la situazione dei lavoratori domestici e di assistenza; l’obiettivo 8.5 dell’SDG chiede una paga uguale per un lavoro di uguale valore e l’8.8 chiede ambienti di lavoro sicuri; l’obiettivo 10.4 dell’SDG cerca di raggiungere una maggiore uguaglianza attraverso politiche salariali appropriate; e l’obiettivo 16.6 dell’SDG riguarda la creazione di istituzioni responsabili, che sono indispensabili per migliorare le condizioni di lavoro. Molti altri obiettivi SDG potrebbero essere citati per avere un potenziale legame con le condizioni di lavoro. Per esempio, salari adeguati possono contribuire a ridurre la povertà.

Buon posto di lavoro

Nonostante la legge sulla salute e la sicurezza sul lavoro esista dal 1974, ci sono ancora idee sbagliate e miti molto diffusi su cosa siano le buone pratiche di salute e sicurezza. Seguendo i seguenti 10 consigli è possibile garantire che la salute e la sicurezza diventino una priorità nella vostra azienda.

Parlare con il personale è il modo migliore e più semplice per identificare pratiche di lavoro non sicure o pericoli nei locali. Usate le riunioni di squadra o la vostra intranet per fare domande e fornire una piattaforma per il personale per condividere qualsiasi preoccupazione che possono avere.

Questo può sembrare più scoraggiante di quanto sia in realtà. Ci sono una serie di modelli disponibili, come questo del Health and Safety Executive. La vostra politica di salute e sicurezza dovrebbe anche includere una valutazione dei rischi e dettagliare chi fa cosa, quando e come – non solo per il vostro staff, ma anche per gli stakeholder esterni e i partner commerciali.

  Come chiamare un tecnico TIM?

Una volta che una valutazione dei rischi è stata completata per identificare i pericoli sul posto di lavoro, è necessario garantire che i processi siano implementati e seguiti per ridurre al minimo tali rischi. Assicuratevi che questi processi siano comunicati a tutto il personale e seguiti regolarmente.

Qualè laspetto che ritieni prioritario per un miglioramento delle condizioni lavorative?
Torna su