Chi è invalido va in pensione prima?

I pensionamenti a seguito di un’invalidità sono effettivi alla data approvata da quale individuo

Circa due settimane prima del suo primo mandato di pensionamento, le invieremo una First Payment Acknowledgment Letter che fornisce importanti informazioni sul suo pensionamento di servizio, compresa la data e l’importo del suo primo assegno di pensionamento.

Se ha un infortunio o una malattia invalidante che le impedisce di svolgere le sue mansioni lavorative abituali con il suo attuale datore di lavoro, potrebbe avere diritto a un pensionamento d’invalidità o d’inabilità industriale. Se la sua pensione d’invalidità o d’inabilità industriale è approvata, riceverà un pagamento mensile di pensione per il resto della sua vita o fino a quando non si riprenderà dalla sua lesione o malattia.

Riceverai un avviso del tuo prossimo periodo di elezione ARP nel 45° mese successivo alla data di iscrizione all’ARP. Avrai tre opzioni su cosa fare con i tuoi fondi ARP una volta arrivato il 47° mese:

La legge attuale permette un Golden Handshake per fornire due anni aggiuntivi di credito di servizio. Per essere idoneo, devi andare in pensione entro il periodo di tempo stabilito (di solito tra 60 e 120 giorni). Se vai in pensione con un Golden Handshake e poi ricevi un’indennità di disoccupazione o ti reintegri dalla pensione, perderai questo beneficio.

Pensionamento forzato per invalidità

Per quanto si pianifichi la propria vita dopo il lavoro, non tutti possono scegliere il momento migliore per andare in pensione. Cambiamenti di vita inaspettati potrebbero potenzialmente costringere al pensionamento prima che ci si aspetti di smettere di lavorare, quindi è saggio pianificare in anticipo nel caso in cui si debba affrontare un pensionamento anticipato a causa di invalidità.

  Chi ha diritto allaumento dellassegno di invalidità?

Secondo la Social Security Administration, un lavoratore di 20 anni ha il 25% di possibilità di diventare disabile prima di raggiungere la piena età pensionabile. E una ricerca del Center for Retirement Research del Boston College cita che i cambiamenti nella salute possono giocare un ruolo significativo nelle decisioni delle persone di andare in pensione anticipata.

Il Center on Budget and Policy Priorities nota anche che le persone hanno il doppio delle probabilità di riscuotere l’assicurazione di invalidità della Social Security all’età di 50 anni rispetto ai 40, e il doppio delle probabilità all’età di 60 anni rispetto ai 50. In conclusione: La vita può essere imprevedibile, ma pianificare per potenziali palle curve può aiutare.

Se doveste affrontare un grave evento di salute che vi rende disabili, le vostre finanze potrebbero essere gravemente colpite. Può essere utile sapere quali situazioni si possono affrontare mentre si pianifica il pensionamento per invalidità.

Pensionamento d’invalidità vs. pensionamento regolare

Tuttavia, è necessario guardare il quadro generale e determinare se il pensionamento anticipato o la richiesta di invalidità della Social Security sarebbe l’opzione migliore nella vostra situazione. La Social Security Administration (SSA) ha linee guida molto specifiche per quanto riguarda le prestazioni di pensionamento e le prestazioni di invalidità.

È possibile fare domanda di pensionamento anticipato e iniziare a ricevere prestazioni mensili già all’età di 62 anni. Puoi aspettare a richiedere i benefici fino all’età di 70 anni. L’importo del tuo beneficio mensile sarà ridotto se inizi a riceverlo prima di raggiungere la cosiddetta “piena età pensionabile”.

  Quando vanno in pensione i dipendenti pubblici?

La sua età pensionabile completa si basa su quando è nato. Per esempio, se siete nati prima del 1937 potete iniziare a ricevere i benefici all’età di 62 anni, ma riceverete solo l’80% del beneficio mensile perché riceverete i benefici per altri 36 mesi perché la vostra età pensionabile completa è 65 anni.

Se sceglie di fare domanda per le prestazioni d’invalidità e si qualifica per l’invalidità della previdenza sociale, riceverà il 100% del suo beneficio mensile. Questo tasso del 100% continuerà quando passerà alla Social Security quando raggiungerà l’età pensionabile completa. Quindi, se riesce a dimostrare con successo il suo caso d’invalidità, riceverà più soldi ogni mese continuamente.

Cosa si qualifica per il pensionamento d’invalidità

Determinare il momento in cui andare in pensione può spesso essere una decisione difficile e diventa ancora più difficile quando l’individuo ha a che fare con una condizione medica che interferisce con la sua capacità di lavorare.    La maggior parte delle persone sono consapevoli dei benefici di pensionamento che sono disponibili per i lavoratori che hanno versato nella sicurezza sociale, compresi i benefici di pensionamento tra i 65 e i 67 anni, così come i benefici di pensionamento anticipato ad un tasso ridotto all’età di 62 anni, ma spesso le persone che vanno in pensione durante questa fascia di età trascurano la possibilità di presentare domanda per i benefici di invalidità della sicurezza sociale (SSDI), pure.

Se avete una condizione fisica o mentale che è durata o si prevede che duri almeno 12 mesi e vi impedisce di essere in grado di mantenere il lavoro su una base costante, si può avere diritto a prestazioni di invalidità dalla Social Security Administration.    Quando ci si prepara ad andare in pensione tra i 62 e i 66 anni, si può considerare se è il caso di presentare anche una domanda per prestazioni di invalidità.    La previdenza sociale permette di presentare contemporaneamente una domanda d’invalidità e di prepensionamento, già tre mesi prima del suo 62° compleanno.    In questo modo, è possibile iniziare a raccogliere le prestazioni di pensionamento anticipato mentre la domanda di invalidità è in corso di valutazione.    Se la vostra domanda di invalidità viene approvata dopo aver iniziato a ricevere le prestazioni di pensionamento anticipato, sarete idonei a ricevere l’intero importo del vostro beneficio SSDI.

Chi è invalido va in pensione prima?
  Come si paga il fondo pensione?
Torna su