Cosa vuol dire totale inabilità lavorativa?

Calcolatrice per l’invalidità totale temporanea

L’invalidità totale permanente (PTD) è pagabile ai dipendenti che non sono mai in grado di tornare al lavoro retribuito. Il tasso di PTD è due terzi del salario settimanale lordo di un dipendente al momento della lesione, soggetto alla stessa compensazione massima settimanale per l’invalidità totale temporanea (TTD) e un tasso minimo di PTD pari al 65% del salario medio settimanale a livello statale. Inoltre, se un dipendente era un lavoratore part-time, la compensazione è calcolata sulla base di una settimana di lavoro normale per quella occupazione. I benefici PTD vengono pagati quando l’infortunio o la malattia provoca: la perdita totale e permanente della vista di entrambi gli occhi; la perdita di entrambe le braccia alla spalla; la perdita di entrambe le gambe così vicino alle anche che nessun membro artificiale può essere utilizzato; la paralisi completa e permanente; e/o la perdita totale e permanente delle facoltà mentali.

Quando un assicuratore ha pagato 25.000 dollari in prestazioni PTD al dipendente, le prestazioni settimanali di compensazione dei lavoratori possono essere ridotte dall’importo delle prestazioni di invalidità che vengono pagate in prestazioni di assicurazione di invalidità della sicurezza sociale (SSDI).

Cos’è l’invalidità totale temporanea

I benefici per l’invalidità totale temporanea (TTD) sono pagati durante il periodo in cui un dipendente è totalmente incapace di lavorare a causa degli effetti dell’infortunio sul lavoro. Il tasso di compensazione settimanale pagato durante il periodo di invalidità è generalmente due terzi del salario settimanale lordo di un dipendente al momento dell’infortunio, soggetto a minimi e massimi di legge. I benefici sono in genere pagati sulla base di una settimana lavorativa di cinque giorni con ogni giorno considerato come 0,2 settimane di compensazione. Occasionalmente un dipendente può lavorare un diverso numero di giorni a settimana, come quattro, sei o sette, e i pagamenti saranno basati sulla settimana lavorativa di quel dipendente.

  Quanto costa riscattare un anno di contributi?

I benefici TTD sono limitati dallo statuto. Per le lesioni che si verificano su o dopo il 1 ° ottobre 1995, fino al 30 settembre 2008, un massimo di 104 settimane di benefici TTD sono pagabili a meno che la riqualificazione è approvato. Per gli infortuni avvenuti il o dopo il 1 ottobre 2008, un massimo di 130 settimane di indennità TTD sono pagabili a meno che la riqualificazione è approvata.

Il tuo diritto al TTD può essere interrotto se la tua situazione cambia. Riceverai un modulo chiamato Notice of Intention to Discontinue Workers’ Compensation Benefits se la compagnia assicurativa decide di interrompere i tuoi benefici. I benefici possono cessare quando si verifica uno dei seguenti eventi.

Quanto dura l’inabilità totale temporanea

Quando un dipendente subisce un infortunio sul lavoro ed è fisicamente incapace di svolgere le sue mansioni lavorative, il datore di lavoro è obbligato a pagare l’invalidità totale temporanea (TTD) benefici pari a due terzi del salario medio settimanale, più tutte le fatture per il consueto, ragionevole, trattamento medico relativo alla lesione. I pagamenti per l’invalidità totale temporanea continuano fino a quando il dipendente è in grado di tornare al lavoro regolare o leggero (se il datore di lavoro fornisce un lavoro leggero).

  Chi prende la pensione di inabilità?

Occasionalmente sorge una controversia su quando un dipendente può tornare al lavoro. Il più delle volte, questo segue una visita del dipendente ad un medico aziendale per un esame medico indipendente (“IME”). “Indipendente” è però un termine relativo, in quanto il medico che esegue l’esame è stato selezionato e pagato dal vettore assicurativo di compensazione dei lavoratori. Di conseguenza, nessun rapporto medico-paziente è stabilito né il medico ha una fedeltà al dipendente basata su fattori medici o economici. Infatti, il medico IME non fornisce alcun trattamento medico, e il suo scopo è limitato a fornire alla compagnia di assicurazione del datore di lavoro un parere sulla capacità del dipendente di tornare al lavoro.

Cos’è l’invalidità parziale permanente

Le prestazioni di invalidità permanente sono progettate per aiutare a sostituire i salari persi se un infortunio lascia un dipendente con una menomazione permanente e il dipendente è incapace o meno in grado di lavorare dopo l’infortunio.      Le prestazioni di invalidità permanente sono pagate dalla compagnia di assicurazione o dal datore di lavoro auto-assicurato e servono a sostituire i salari persi.    Queste prestazioni non sono pagate dal Tennessee Bureau of Workers’ Compensation.

I benefici per invalidità permanente parziale (PPD) possono essere applicati se un dipendente conserva un’invalidità permanente a causa di un infortunio sul lavoro ed è in grado di tornare a un lavoro sul mercato aperto.    Il beneficio è pari al 66 e due terzi per cento (66 2/3%) del salario medio settimanale del dipendente infortunato, soggetto a limitazioni a seconda della parte del corpo colpita dall’infortunio sul lavoro (per le lesioni prima del 1 luglio 2014), e la capacità del dipendente di tornare al suo lavoro precedente.

  Come calcolare la mia pensione netta?

L’Invalidità Totale Permanente (PTD) può essere applicata se un dipendente non è in grado di tornare a qualsiasi lavoro sul mercato aperto a causa di una disabilità permanente a causa di un infortunio sul lavoro.  Questo beneficio continua fino a quando lui/lei diventa eleggibile per la pensione di vecchiaia secondo la legge sulla sicurezza sociale.

Cosa vuol dire totale inabilità lavorativa?
Torna su