Quando è possibile maturare una prestazione di previdenza complementare interamente sotto forma di capitale?

Quando è possibile maturare una prestazione di previdenza complementare interamente sotto forma di capitale?

Capitale in caso di morte pagato al patrimonio

Se un piano, o il datore di lavoro che sponsorizza il piano, impone al dipendente di andare in pensione al raggiungimento di una certa età, l’età normale di pensionamento non può superare tale età obbligatoria. La frase precedente si applica se il datore di lavoro applica sistematicamente una regola di età pensionabile obbligatoria, sia essa stabilita o meno nel piano o in qualsiasi documento correlato. Ai fini della sottodivisione (i) di questo comma, se un piano non specifica un’età come età normale di pensionamento, l’età normale di pensionamento secondo il piano è la prima età oltre la quale i benefici del partecipante secondo il piano non sono maggiori solo a causa della sua età o del suo servizio. Ai fini del paragrafo (b)(1)(ii)(B) di questa sezione, la partecipazione inizia il primo giorno del primo anno in cui il partecipante ha iniziato a partecipare al piano, ad eccezione degli anni che possono essere trascurati in base alla sezione 410(a)(5)(D).

Prestazioni in caso di morte della pensione per i familiari

Una volta che un richiedente ha raggiunto una certa età, la sua pensione sarà calcolata al tasso pieno indipendentemente dal numero di trimestri che ha maturato. Questa età varia da 65 a 67 anni, come determinato dall’anno di nascita del richiedente e dalle circostanze.

  Come sono le tasse in Svizzera?

Il periodo totale di assicurazione, che serve a determinare il tasso di pagamento della pensione, comprende sia i periodi di contributi versati ai vari regimi di base (vedi articolo L. 351-1 del Codice di sicurezza sociale francese) sia i periodi assimilati, cioè i periodi di cessazione del lavoro in caso di malattia, maternità, invalidità, infortunio sul lavoro, servizio militare, disoccupazione, ecc.

Il periodo assicurativo totale di un membro è la durata effettiva dell’assicurazione (periodi di contribuzione e periodi assimilati) nel regime assicurativo. Con le diverse riforme, il periodo di assicurazione richiesto per una pensione completa è aumentato progressivamente fino a 166 trimestri per le persone nate dal 1955 al 1957. La durata dell’assicurazione richiesta aumenta poi di un trimestre per ogni 3 anni di nascita, fino a 172 trimestri per i nati dal 1973 in poi.

Cos’è la pensione minima in Germania

Contributi in eccesso della regola del 50 per cento – se i contributi di un membro del piano a un piano a benefici definiti e qualsiasi interesse guadagnato o reddito da investimenti è superiore al 50 per cento del valore commutato del beneficio pensionistico, questa differenza o “eccesso” viene rimborsato al membro. (Nota: questo si applica solo per i contributi che sono stati fatti dopo il 31 dicembre 1986 – ma può essere applicato prima di quella data se il piano lo prevede).

maturato (noto anche come benefici maturati, benefici guadagnati o pensione guadagnata) – l’importo dei benefici pensionistici accumulati che sono accreditati a un membro del piano in base alla sua lunghezza di servizio, guadagni, ecc, fino a una certa data.

  Quanto è tassata la liquidazione?

Attuario – un professionista responsabile, tra le altre cose, di eseguire valutazioni delle attività e delle passività dei piani pensionistici e di calcolare i costi di fornitura dei benefici pensionistici. In Canada, una persona deve essere membro del Canadian Institute of Actuaries (CIA) per essere riconosciuta come attuario professionista.

Prestazioni accessorie – prestazioni aggiuntive che possono essere fornite da un piano pensionistico. Questo può includere: benefici di invalidità, benefici ponte, benefici supplementari, alcuni benefici in caso di morte e alcuni benefici di pensionamento anticipato.

Regime pensionistico

Un diritto alla pensione può esistere solo se è soddisfatto un periodo di qualificazione, tra le altre cose. Un periodo di qualificazione è definito come un certo periodo assicurativo minimo per l’assicurazione pensionistica legale. Questo periodo assicurativo minimo è misurato dal numero di periodi rilevanti per la pensione, in particolare dal numero di contributi versati.

La valutazione dell’adempimento del rispettivo periodo di qualificazione avviene in mesi e non in anni. I mesi sono l’unità di calcolo più piccola, cioè la pensione non viene calcolata in giorni. Per ogni anno vengono presi come base 12 mesi. Un mese di calendario per il quale Lei ha versato solo parzialmente i contributi rilevanti per la pensione, conta come un mese completo.

  Quale procedura concorsuale non è applicabile a un fondo pensione?

Il periodo di qualificazione di 20 anni è un requisito per la pensione per riduzione completa della capacità di guadagno, se la riduzione completa della capacità di guadagno è iniziata prima del periodo di qualificazione generale ed è esistita ininterrottamente da allora. I mesi di calendario con periodi di contribuzione e periodo sostitutivo (per esempio, periodi di persecuzione politica nell’ex Germania dell’Est) contano per questo.

Quando è possibile maturare una prestazione di previdenza complementare interamente sotto forma di capitale?
Torna su